Cinque stelle per le nocciole made in Italy | Agrinews.info

Cinque stelle per le nocciole made in Italy

wpid-9833_nocciolo.jpg
image_pdf

Il clima è stato favorevole alla produzione delle nocciole italiane, che quest’anno, stando alle prime stime della campagna 2011, sembrano essere di ottima qualità. La produzione nazionale supererà quest’anno le 103 mila tonnellate, con un incremento tendenziale del 10 per cento, tornando così nella media del triennio 2007-2009 dopo un 2010 in sensibile ribasso.

Complice di questo quadro complessivamente favorevole è anche il calo della produzione del principale competitor, la Turchia, che  ha registrato il risultato peggiore dell’ultimo decennio.

Da questo punto di vista le nocciole turche fanno un favore ai nostri produttori che vedranno salire il prezzo al quintale dai 215 euro della campagna 2010 a 230/240 euro, compensando parzialmente l’aumento dei costi di produzione, che si aggirano sui 2.000-2.500 euro all’ettaro.

Buone notizie, quindi, per un prodotto d’eccellenza, che in Italia – afferma  la Cia- occupa una superficie complessiva di 67.270 ettari e viene coltivato soprattutto in tre zone circoscritte del Paese: l’Alta Langa piemontese, dove nasce la “Tonda gentile” protetta dall’Igp, la campagna salernitana e la provincia di Viterbo, che detiene il primato nazionale della produzione, con una quantità media di 40 mila tonnellate, distribuita su una superficie agricola di 18 mila ettari di piantagioni, dedicati principalmente alla cosiddetta “Tonda gentile romana”.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cinque stelle per le nocciole made in Italy Agrinews.info