Stato di calamità a Porto Torres | Agrinews.info

Stato di calamità a Porto Torres

wpid-7894_mareanerasardegna.jpg
image_pdf

18.000 litri di petrolio in mare non bastavano. Un altro incidente ambientale ha contribuito a rendere la situazione ambientale sulla costa sarda di Porto Torres ancora più grave. L’ultimo episodio si è verificato nel porto mercantile, con il reflusso di alcune centinaia di litri di acque oleose nello stesso porto.

Una macchia nera che sta intaccando non solo la costa sarda ma anche l’Asinara, l’arcipelago della Maddalena e le Bocche di Bonifacio. Il presidente della provincia di Sassari, Alessandra Giudici, ha addirittura richiesto l’intervento del Presidente del Consiglio perché dichiari lo stato di calamità naturale.

Il fenomeno è stato causato da una fuoriuscita di olio combustibile dal terminal dell’azienda E.On di Fiume Santo. Legambiente non rimane in disparte a guardare: “E’ inammissibile che in un’azienda moderna avvengano ancora simili incidenti– dice Vincenzo Tiana, presidente dell’associazione in Sardegna – tanto più grave se si considera che Porto Torres si trova di fronte al Parco nazionale dell’Asinara, uno degli ultimi paradisi naturali del Paese”. Mentre , ha ribadito la preoccupazione per una situazione che “oltre il gravissimo danno ambientale, che è sotto gli occhi di tutti, rischia di avere clamorose ripercussioni economiche”.

Il riferimento è al pericolo che “se non si interviene con risorse e mezzi adeguati alle proporzioni effettive del danno, che oggi sono più chiare – ha aggiunto la Giudici – si rischia di compromettere la stagione turistica di tutta l’area litoranea del Nord Sardegna, e questo sarebbe un colpo mortale per la nostra economia”.

La bonifica del territorio ovviamente è in corso, sono in circa 150 a lavorare sul posto e sono già stati raccolti 300 chilogrammi di catrame ma un altro piccolo pezzo di paradiso terrestre è stato inghiottito da errori umani, troppo neri, troppo densi, impossibili da rimediare.

Copyright © - Riproduzione riservata
Stato di calamità a Porto Torres Agrinews.info