Terra, acqua, fuoco a Mediterre 2008 | Agrinews.info

Terra, acqua, fuoco a Mediterre 2008

image_pdf

Terra, acqua, fuoco a Mediterre 2008
Fiera Parchi Mediterraneo di Bari

Ritorna l’appuntamento con Mediterre, la Fiera dei Parchi del Mediterraneo organizzata dall’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia e dalla Federazione italiana dei parchi e delle riserve naturali col patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. L’evento coinvolge associazioni, imprese, istituzioni ed operatori del settore interessati a conoscere lo stato dell’arte dei diversi ambiti di conservazione della natura e dello sviluppo sostenibile.Parteciperanno ben diciannove delegazioni di Paesi del Mediterraneo, in rappresentanza di undici parchi stranieri, dieci tra associazioni e organizzazioni e nove ministeri.

La manifestazione si svolgerà dal 7 all’11 maggio 2008 negli spazi espositivi della Fiera del Levante di Bari sotto il titolo “Terra, acqua, fuoco“, affinché l’evento sia occasione per riflettere sul valore delle nostre risorse ambientali e sull’emergenza globale ecologica che rischia seriamente di comprometterle. Quello scelto per l’edizione 2008 di Mediterre, “Terra, acqua, fuoco”, è un tema classico ma di straordinaria attualità: siccità, incendi ed eventi meteorologici estremi sottolineano con sempre maggiore frequenza e brutalità l’uso scriteriato cui l’uomo sottopone da secoli le risorse naturali. Uno scenario rispetto al quale le aree protette rappresentano una scelta sostenibile e democratica. Attorno ai tre elementi naturali saranno organizzate altrettante sessioni tematiche di discussione con la partecipazione di esponenti illustri del pensiero scientifico e culturale del Mediterraneo.

Numerosi saranno gli spazi di intrattenimento, tra cui la mostra di Ecodesign “Ecofatto“, in collaborazione con Fiera di Rimini; la mostra fotografica “Acqua aria fuoco terra” a cura di National Geographic Italia, in esclusiva a Mediterre dopo il successo del Palazzo delle Esposizioni a Roma; la mostra fotografica e pittorica “Segreti Scolpiti, ulivi di Puglia” a cura di Luca De Napoli.

Mediterre si propone come occasione per conoscere e condividere risultati raggiunti e buone pratiche, nonché quale sede in cui far maturare progetti comuni, promuovere prodotti ed iniziative. All’Albania, ospite d’onore, sarà dedicata il 10 maggio una sessione speciale per farne conoscere le politiche di gestione e valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale ed illustrare i programmi di cooperazione in corso con Regione Puglia e Federparchi. L’appuntamento ha avuto un prologo a Tirana, lo scorso 18 aprile, in occasione di “Aspettando Mediterre“, un incontro programmato tra autorità pugliesi, Federparchi e istituzioni albanesi, per avviare un coordinamento tra le iniziative in corso nel settore delle aree protette in Albania. Al pari delle precedenti edizioni, Mediterre si propone come un fondamentale momento di incontro e di scambio di esperienze tra le aree protette e tutti gli altri soggetti che operano per la tutela del bacino del Mediterraneo, un territorio esteso su 2milioni 300mila chilometri quadrati, nel quale vivono e lavorano circa 427 milioni di persone. Questa regione rappresenta solo l’1.5-2% della superficie di terre emerse, ma vi si ritrovano 25mila specie di piante ed è un importante snodo delle rotte migratorie per almeno 150 specie di uccelli. La ricchezza di biodiversità è tutelata nei Paesi del Mediterraneo da aree naturali protette estese per circa 37 milioni di ettari, che rappresentano il 4,3% del territorio complessivo dei Paesi.

Per aggiornamenti sul programma, consultare il sito http://www.mediterre.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Terra, acqua, fuoco a Mediterre 2008 Agrinews.info