Lavoratori agricoli: la percezione del rischio all'interno delle serre | Agrinews.info

Lavoratori agricoli: la percezione del rischio all’interno delle serre

L’uso di prodotti fitosanitari (PF) nel comparto produttivo in serra può comportare rischi, più o meno elevati, per i lavoratori agricoli. Ecco il tema di una delle ultime pubblicazioni INAIL in materia

image_pdf

L’ambiente serra, per le condizioni microclimatiche, può favorire l’accumulo di polvere organica e il conseguente sviluppo di agenti biologici sulle diverse matrici ambientali (aria, acqua e superfici).

La normativa di riferimento in tema di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008) impone, in qualsiasi ambiente lavorativo, l’eliminazione del rischio di esposizione ad agenti nocivi o la sua riduzione al più baso livello possibile.
Tra i rischi presenti nel settore agricoltura, si annovera quello chimico da esposizione a prodotti fitosanitari.

Quando le attività agricole vengono effettuate in serra si ha, da un lato, un accumulo dei contaminanti aerodispersi, dall’altro, un incremento di temperatura e umidità relativa che può potenzialmente condizionare sia la capacità inalatoria che di assorbimento cutaneo. Nell’esposizione, la valutazione del rischio può risultare complessa e gli strumenti utilizzati non risultano sempre efficaci.
Dal punto di vista della regolamentazione comunitaria le due categorie si distinguono in prodotti fitosanitari (regolamento CE n. 1107/2009) e prodotti biocidi (regolamento UE n. 528/2012).

Consulta qui tutte le notizie sui fitosanitari

Ad oggi non esiste una procedura formalizzata per la valutazione del rischio chimico per le colture in serra.
I prodotti fitosanitari possono essere immessi in commercio ed utilizzati solo se autorizzati dal Ministero della Salute, il Regolamento comunitario prevede la valutazione del rischio di esposizione a PF per via non alimentare, ma soprattutto per inalazione o assorbimento cutaneo.

I PF sono sostanze chimiche o prodotti a base di microrganismi impiegati in agricoltura per la lotta agli organismi parassiti (animali o vegetali) che danneggiano le piante coltivate e compromettono la produttività del terreno e la qualità del raccolto.

Copyright © - Riproduzione riservata
Lavoratori agricoli: la percezione del rischio all’interno delle serre Agrinews.info