Coldiretti: dalla Spagna ovini non vaccinati | Agrinews.info

Coldiretti: dalla Spagna ovini non vaccinati

wpid-10112_pecorabiancad.jpg
image_pdf

Diversi atteggiamenti nei confronti della circolazione dei capi di bestiame e diverse restrizioni in materia preventiva, provocano proteste e malcontenti.

E’ questo il caso che vede protagonisti gli ovini spagnoli, che, grazie a un accordo stipulato tra le autorità italiane e spagnole, possono da ora essere importate nel nostro Paese senza vaccinazioni.

Il problema fondamentale è che proprio nelle zone di importazione è diffusa in questo periodo la malattia infettiva Bluetongue, conosciuta anche con il nome di Febbre catarrale dei piccoli Ruminanti, ed, in Italia, di Lingua blu.

“Non e’ possibile che altri Stati possano liberamente movimentare i capi anche non vaccinati – evidenzia il presidente  della Coldiretti Sardegna Marco Scalas – mentre noi subiamo sempre regole piu’ restrittive”. “Invece di promuovere politiche atte a valorizzare il patrimonio ovino italiano e della Sardegna in particolare – aggiunge direttore della Coldiretti Luca Saba – apriamo alle importazioni in deroga di agnelli dall’estero, che rischiano di andare a confondersi una volta macellati come agnelli sardi, proprio quando sta per partire la campagna degli agnelli”.

Coldiretti Sardegna ricorda inoltre ”che mentre in Sardegna sono state veicolate diverse malattie, quali Brucellosi e Blue Tongue, giusto per citare alcuni casi, proprio con l’ingresso degli animali dall’estero (il caso della diffusione della Brucellosi con le capre importate dalla Spagna e’ solo di un mese fa), dall’altro subiamo il blocco delle movimentazioni, se non vacciniamo, e addirittura si paventa il rischio di un blocco integrare delle esportazioni, nel caso delle Pesti Suine, di produzioni che hanno tutti i requisiti sanitari e di Biosicurezza”.

Con una nota inviata al Ministero della Salute Coldiretti Sardegna ha chiesto ”maggiori e migliori controlli durante l’importazione degli animali evidenziando la necessita’ che ci sia pari trattamento e la giusta tutela per il lavoro dei nostri allevatori che, investendo nei percorsi di controllo delle epizozie in termini di Biosicurezza e di valorizzazione del Mady in Italy, vogliono esportare la propria produzione”.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Coldiretti: dalla Spagna ovini non vaccinati Agrinews.info