AGENZIA DELLE DOGANE - DETERMINAZIONE 2 aprile 2007 | Agrinews.info

AGENZIA DELLE DOGANE – DETERMINAZIONE 2 aprile 2007

AGENZIA DELLE DOGANE - DETERMINAZIONE 2 aprile 2007 - Nuove modalita' di pagamento elettronico dei diritti doganali dovuti per l'importazione di merci a seguito di viaggiatori (operazioni non commerciali). Sperimentazione presso la dogana di Roma II. (GU n. 86 del 13-4-2007)

AGENZIA DELLE DOGANE

DETERMINAZIONE 2 aprile 2007

Nuove modalita’ di pagamento elettronico dei diritti doganali dovuti
per l’importazione di merci a seguito di viaggiatori (operazioni non
commerciali). Sperimentazione presso la dogana di Roma II.

IL DIRETTORE
Visto il decreto interministeriale del 5 marzo 1971, che stabilisce
le modalita’ di pagamento e di deposito dei diritti doganali presso
gli uffici doganali e il loro successivo versamento alle competenti
sezioni di Tesoreria Provinciale dello Stato;
Visto l’art. 77 del testo unico delle disposizioni in materia
doganale, approvato con decreto del Presidente della Repubblica
23 gennaio 1973, n. 43, che disciplina le modalita’ di pagamento e
deposito dei diritti doganali;
Visto l’art. 24 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, recante
misure per la stabilizzazione della finanza pubblica che, al
comma 39, prevede che il pagamento dei tributi e delle altre entrate
possa essere effettuato anche con sistemi diversi dal contante;
Visto l’art. 13 della legge 8 maggio 1998, n. 146 relativa alle
disposizioni per la semplificazione e la razionalizzazione del
sistema tributario e per il funzionamento dell’amministrazione
finanziaria, nonche’ disposizioni varie di carattere finanziario;
Visto il decreto interministeriale del 27 dicembre 1999, che
introduce nuove modalita’ di pagamento e di deposito dei diritti
doganali e delle somme la cui riscossione e’ demandata agli uffici
doganali presso gli uffici del Dipartimento delle dogane e delle
imposte indirette;
Visto l’art. 63 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 con
il quale sono state attribuite all’Agenzia delle dogane tutte le
funzioni svolte dal dipartimento delle dogane e delle imposte
indirette;
Visto l’art. 8, comma 4, lettera m), e l’art. 70 del decreto
legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che dettano disposizioni relative
alla istituzione di regolamenti interni di contabilita’ dell’Agenzia;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 recante norme
generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche;
Visto l’art. 17 del regolamento di contabilita’ dell’agenzia delle
dogane deliberato dal Comitato direttivo in data 5 dicembre 2000,
coordinato con le modifiche approvate nella seduta del Comitato
direttivo del 30 gennaio 2001 e nella seduta del Comitato di gestione
del 31 marzo 2006;
Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante il
«Codice dell’Amministrazione Digitale», il quale, all’art. 5
consente, dal 30 giugno 2007, l’effettuazione dei pagamenti spettanti
alle pubbliche amministrazioni, a qualsiasi titolo dovuti, attraverso
l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione;
Vista la direttiva del Ministro per l’innovazione e le tecnologie
del 18 novembre 2005, recante le linee guida per l’attuazione del
«Codice dell’Amministrazione Digitale», che, al punto 4), auspica,
tra l’altro, che le pubbliche amministrazioni prevedano
l’utilizzazione di una pluralita’ di canali di pagamento elettronico
per consentire agli utenti di scegliere tra diverse opzioni
(internet, sportelli bancomat, ecc.) allo scopo di incentivare i
pagamenti in modalita’ telematica, anche in considerazione dei
risparmi gestionali che ne possono derivare;
Considerato che e’ necessario adeguare il servizio all’utenza
mediante l’attivazione, attraverso apposite convenzioni con istituti
di credito, di nuove modalita’ di pagamento dei diritti doganali, in
alternativa alle modalita’ previste dall’art. 77 del decreto del
Presidente della Repubblica 23 gennaio 1973, n. 43, per le operazioni
non aventi carattere commerciale effettuate dai viaggiatori presso
gli uffici doganali di confine, con evidenti vantaggi in termini di
soddisfacimento delle esigenze degli operatori;
Considerato che gli oneri addebitati dagli istituti di credito
convenzionati all’Agenzia delle dogane, per le commissioni gravanti
su ciascuna operazione di pagamento eseguita a mezzo bancomat o carta
di credito, devono essere posti a carico del viaggiatore che
usufruisce di tale strumento;
Vista la nota prot. 35070 del 14 marzo 2007 con la quale il
dipartimento della Ragioneria generale dello Stato ha fornito il
parere favorevole all’introduzione delle modalita’ di pagamento con
bancomat e/o carta di credito dei diritti doganali per le operazioni
non aventi carattere commerciale;
Ritenute sussistenti le condizioni per consentire agli utenti di
cui trattasi il pagamento dei diritti doganali con ulteriori sistemi
diversi dal contante;
Su conforme parere del Comitato strategico di indirizzo permanente
espresso nella seduta del 25 gennaio 2007.
ADOTTA
la seguente determinazione
Art. 1.
1. Il pagamento delle somme dovute per i diritti doganali gravanti
sulle importazioni non aventi carattere commerciale relative a merci
introdotte a seguito di viaggiatori, oltre ai sistemi di pagamento
gia’ previsti, puo’ essere effettuato anche con l’utilizzo di:
a) carte bancomat e pagobancomat;
b) carte di credito.

Art. 2.
1. Le modalita’ e le condizioni di svolgimento dei servizi per la
riscossione delle somme con modalita’ elettroniche, nonche’ le carte
di credito abilitate, sono stabilite con convenzioni da stipularsi
fra gli uffici delle dogane interessati e gli istituti di credito.
2. Le convenzioni di cui al primo comma sono stipulate secondo le
procedure previste dal regolamento di contabilita’ dell’agenzia delle
dogane.

Art. 3.
1. Le modalita’ di pagamento di cui all’art. 1 sono attivate in via
sperimentale presso la Dogana di Roma – II sezione viaggiatori –
della Circoscrizione Doganale di Roma II – dal primo giorno del mese
successivo a quello di pubblicazione della presente determinazione
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
2. L’esito positivo della sperimentazione di cui al primo comma e’
attestato con determinazione del Direttore dell’area centrale tributi
e rapporto con gli utenti. Gli altri uffici doganali presso i quali
saranno attivate le nuove modalita’ di pagamento di cui all’art. 1,
sono stabiliti con successive determinazioni dei Direttori regionali
dell’Agenzia delle dogane territorialmente competenti.

Art. 4.
1. Per il pagamento delle somme dovute tramite carte di pagamento
sono utilizzati gli appositi terminali POS (Point of Sale) in
dotazione dell’Agenzia delle dogane.
2. L’onere della commissione addebitata dagli istituti di credito
in relazione all’utilizzo di tali forme di pagamento e’ a carico del
viaggiatore che se ne avvale ed il relativo importo e’ liquidato
contestualmente ai diritti doganali, nella misura prevista dalle
convenzioni di cui all’art. 2.
3. Gli importi corrispondenti alle somme incassate mediante
bancomat e carta di credito sono accreditati sul conto corrente
intestato al contabile doganale al lordo della relativa commissione e
resi disponibili dall’istituto di credito il primo giorno lavorativo
successivo all’operazione.

Art. 5.
1. Il contabile doganale versa giornalmente alle competenti
Tesorerie provinciali dello Stato i diritti doganali incassati
tramite POS secondo le modalita’ previste dal regio decreto 23 maggio
1924, n. 827, recante il «Regolamento per l’amministrazione del
patrimonio e per la contabilita’ generale dello Stato», e nei termini
indicati dal decreto ministeriale 19 maggio 1943, concernente le
istruzioni di contabilita’ per l’Amministrazione delle dogane e delle
imposte di fabbricazione.
2. L’ammontare complessivo degli oneri per le commissioni dei cui
all’art. 4, comma 2, e’ prelevato dall’istituto di credito,
direttamente sul conto corrente bancario intestato al contabile
doganale, a scadenza mensile.
La presente determinazione sara’ pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 2 aprile 2007
Il direttore: Guaiana

AGENZIA DELLE DOGANE – DETERMINAZIONE 2 aprile 2007

Agrinews.info