AGENZIA DELLE ENTRATE | Agrinews.info

AGENZIA DELLE ENTRATE

AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 21 ottobre 2003: Approvazione di n. 10 questionari per gli studi di settore relativi ad attivita' professionali. (GU n. 262 del 11-11-2003- Suppl. Ordinario n.171)

AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 21 ottobre 2003

Approvazione di n. 10 questionari per gli studi di settore relativi
ad attivita’ professionali.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme
indicate nei riferimenti normativi
Dispone:
1. Approvazione di questionari.
Sono approvati, unitamente alle relative istruzioni, gli annessi
questionari recanti i dati necessari per l’evoluzione degli studi di
settore gia’ in vigore, che devono essere compilati dai contribuenti
che, nel periodo d’imposta 2002, hanno esercitato in via prevalente
una delle seguenti attivita’:
a) attivita’ tecniche svolte da geometri, codice attivita’
74.20.A; questionario ESK03;
b) attivita’ degli studi legali, codice attivita’ 74.11.1;
questionario ESK04;
c) servizi in materia di contabilita’, consulenza societaria,
incarichi giudiziari, consulenza fiscale, forniti da dottori
commercialisti, codice attivita’ 74.12.A; servizi in materia di
contabilita’, consulenza societaria, incarichi giudiziari, consulenza
fiscale, forniti da ragionieri e periti commerciali, codice attivita’
74.12.13; consulenze del lavoro, codice attivita’ 74.14.2;
questionario ESK05;
d) attivita’ tecniche svolte da disegnatori, codice attivita’
74.20.C; questionario ESK08;
e) amministrazione e gestione di beni immobili per conto terzi,
codice attivita’ 70.32.0; questionario ESK16;
f) attivita’ tecniche svolte da periti industriali, codice
attivita’ 74.20.13; questionario ESK17;
g) studi di architettura, codice attivita’ 74.20.1; questionario
ESK18;
h) attivita’ professionale svolta da psicologi, codice attivita’
85.32.13; questionario ESK20;
i) servizi degli studi odontoiatrici, codice attivita’ 85.13.0;
questionario ESK21.
1.2 E’ approvato altresi’, unitamente alle relative istruzioni,
l’annesso questionario recante i dati contabili ed extracontabili
necessari per l’elaborazione degli studi di settore, che devono
essere compilati dai contribuenti che nel periodo d’imposta 2002
hanno esercitato in via prevalente una delle seguenti attivita’:
a) ricerca e sviluppo sperimentale nel campo della geologia,
codice attivita’ 73.10T; attivita’ di ricerca mineraria, codice
attivita’ 74.20.5; questionario SK29.
1.3 Ai fini degli adempimenti di cui all’art. 3, comma 121, della
legge 23 dicembre 1996, n. 662, ogni riferimento all’anno 1995 e’
sostituito da quello all’anno 2002.
1.4 I questionari di cui al punto 1.1 e 1.2 del presente
provvedimento sono resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia delle
entrate anche in formato elettronico e possono essere utilizzati
prelevandoli dal sito Internet www.agenziaentrate.it
1.5 I medesimi questionari possono essere altresi’ prelevati da
altri siti Internet a condizione che gli stessi rechino l’indirizzo
del sito dal quale sono stati prelevati nonche’ gli estremi del
presente provvedimento.
2. Modalita’ e termini per la trasmissione dei dati.
2.1 I dati relativi ai questionari devono essere trasmessi
all’Agenzia delle entrate, esclusivamente per via telematica,
attraverso il servizio telematico, Entratel o Internet, utilizzato
per la presentazione telematica delle dichiarazioni ovvero
avvalendosi degli intermediari di cui all’art. 3, comma 3, del
decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e
successive modificazioni. La predetta trasmissione deve essere
effettuata entro il 20 gennaio 2004, secondo le specifiche tecniche
che saranno approvate con successivo provvedimento.
Per i contribuenti con domicilio fiscale nella provincia di
Bolzano tale trasmissione puo’ essere effettuata entro il 5 febbraio
2004.
Motivazioni.
Il presente provvedimento approva 9 questionari, da inviare ai
contribuenti per l’acquisizione di informazioni utili all’evoluzione
di studi di settore che sostituiranno quelli attualmente in vigore, e
1 questionario da inviare ai contribuenti per l’elaborazione di un
nuovo studio di settore. Inoltre stabilisce le modalita’ con cui i
contribuenti comunicano i dati all’Agenzia delle entrate.
I questionari per gli studi di settore, destinati ai soggetti con
domicilio fiscale nella provincia di Bolzano, saranno tradotti e
stampati anche in lingua tedesca, nel rispetto della normativa
vigente in materia di bilinguismo nella detta provincia. A causa di
tali attivita’, si restringono i tempia disposizione dei contribuenti
interessati per la compilazione e spedizione dei detti questionari,
per cui viene disposto a loro favore un piu’ ampio termine di
restituzione dei questionari.
Riferimenti normativi.
a) Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle entrate:
• decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 67, comma 1;
art. 68, comma 1) e successive modifiche;
• statuto dell’Agenzia delle entrate (art. 5, comma l; art. 6,
comma l);
• regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate (art.
2, comma 1);
• decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 2000.
b) Disciplina degli studi di settore:
• decreto legge 30 agosto 1993, n. 331 (art. 62-bis) convertito,
con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, che prevede
l’elaborazione di appositi studi di settore in relazione ai vari
settori economici;
• decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29 (articoli 3, comma 2,
e 16), come modificato dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 80,
concernente l’esercizio dei poteri e le attribuzioni dei dirigenti
generali;
• legge 23 dicembre 1996, n. 662 (art. 3, comma 121), che
stabilisce che i soggetti che hanno dichiarato ricavi derivanti
dall’esercizio di attivita’ di impresa di cui all’art. 53, comma 1,
ad esclusione di quelli indicati alla lettera c), del testo unico
delle imposte sui redditi, approvato con decreto del Presidente della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, o compensi derivanti
dall’esercizio di arti e professioni di ammontare non superiore a
lire dieci miliardi sono tenuti a fornire all’Amministrazione
finanziaria i dati contabili ed extracontabili necessari per
l’elaborazione degli studi di settore;
• legge 23 dicembre 1996, n. 662 (art. 3, comma 121), che
stabilisce che per la comunicazione dei dati contabili ed
extracontabili necessari per l’elaborazione degli studi di settore
l’Amministrazione finanziaria invia ai contribuenti appositi
questionari, approvati con decreti del Ministro delle fnanze, da
pubblicare nella Gazzetta Ufficiale;
• decreto ministeriale del 22 marzo 1997, con il quale sono
stabilite le modalita’ per la compilazione e l’invio
all’Amministrazione finanziaria dei questionari per gli studi di
settore;
• decreto ministeriale del 22 marzo 1997 (art. 3), che prevede che
i decreti di approvazione dei questionari stabiliscono i termini di
presentazione all’Amministrazione finanziaria dei questionari stessi;
• legge 28 maggio 1997, n. 140 (art. 9-bis, comma 3), che
stabilisce che gli anni di riferimento per gli adempimenti di cui al
comma 121 dell’art. 3 della legge 23 dicembre 1996, n. 662, possono
essere modificati con decreto ministeriale;
• legge 8 maggio 1998, n. 146 (art. 10), che individua le
modalita’ di utilizzazione degli studi di settore in sede di
accertamento nonche’ le cause di esclusione degli stessi;
• legge 8 maggio 1998, n. 146 (art. 13), in base al quale devono
essere adottati dal Ministro delle finanze esclusivamente i
provvedimenti che sono espressione del potere di indirizzo
politico-amministrativo, di cui agli articoli 3, comma 1, e 14 del
decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29;
• decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322
(art. 3, comma 3), che individua i soggetti incaricati della
trasmissione telematica delle dichiarazioni dei redditi;
• decreto ministeriale 31 luglio 1998, e successive modificazioni,
concernente le modalita’ tecniche di trasmissione telematica delle
dichiarazioni e individuazione dei soggetti abilitati alla
trasmissione telematica;
• decreti 18 febbraio 1999, 12 luglio 2000, 21 dicembre 2000 e 19
aprile 2001, che individuano ulteriori soggetti abilitati alla
trasmissione telematica;
• decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 2000, n. 100
(art. 2), che prevede la possibilita’ di trasmettere in via
telematica i dati contenuti nei questionari per gli studi di settore,
per il tramite dei soggetti abilitati.
II presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 21 ottobre 2003
Il direttore: FERRARA

Allegato

—-> Vedere questionari da pag. 9 a pag. 74 su supporto cartaceo

—-> Vedere questionari da pag. 75 a pag. 125 su supporto cartaceo

AGENZIA DELLE ENTRATE

Agrinews.info