AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Agrinews.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 24 marzo 2003: Aggiornamento per il trimestre aprile-giugno 2003 di componenti e parametri della tariffa elettrica. (Deliberazione n. 23/03). (GU n. 84 del 10-4-2003)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 24 marzo 2003

Aggiornamento per il trimestre aprile-giugno 2003 di componenti e
parametri della tariffa elettrica. (Deliberazione n. 23/03).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 24 marzo 2003;
Premesso che rispetto al valore preso a riferimento nella
deliberazione dell’Autorita’ 23 dicembre 2002, n. 228/02, (di
seguito: deliberazione n. 228/02) di aggiornamento della tariffa
elettrica, il costo unitario riconosciuto dei combustibili (Vt) ha
registrato una variazione maggiore del 3%;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n.
481/1995); la legge 23 dicembre 1998, n. 448 e in particolare l’art.
8;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79/1999;
il decreto-legge n. 193, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 207 del 4 settembre 2002 (di seguito:
decreto-legge n. 193/2002), convertito, senza modificazioni, in legge
28 ottobre 2002, n. 238;
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre
2002, recante criteri integrativi per la definizione delle tariffe
dell’elettricita’ e del gas da parte dell’Autorita’, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 278 del 27 novembre 2002;
il decreto del Presidente della Repubblica 22 maggio 1963, n.
730;
gli articoli 1 e 2 del decreto-legge 18 febbraio 2003, n. 25,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 41 del 19
febbraio 2003 (di seguito: decreto-legge n. 25/2003);
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 19 dicembre 1995, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 39 del 16 febbraio 1996;
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 gennaio
1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 11
del 15 gennaio 1999;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato di concerto con il Ministro dell’ambiente 11
novembre 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale –
n. 292 del 14 dicembre 1999, come modificato e integrato con il
decreto del Ministro delle attivita’ produttive di concerto con il
Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio 18 marzo 2002,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 71 del 25
marzo 2002 (di seguito: decreto 11 novembre 1999);
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato di concerto con il Ministro del tesoro, del bilancio
e della programmazione economica26 gennaio 2000, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 27 del 3 febbraio 2000, come
modificato con il decreto del Ministro dell’industria, del commercio
e dell’artigianato di concerto con il Ministro del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica 17 aprile 2001, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 97 del 27 aprile 2001
(di seguito: decreto 26 gennaio 2000);
le direttive del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 21 gennaio 2000 per la societa’ della rete di
trasmissione nazionale, di cui all’art. 3, comma 4, del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, pubblicate nella Gazzetta Ufficiale
– serie generale – n. 21 del 27 gennaio 2000;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 21 gennaio 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
– serie generale – n. 21 del 27 gennaio 2000;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 21 novembre 2000, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 280 del 30 novembre 2000, come
modificato dal decreto del Ministro delle attivita’ produttive 10
dicembre 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale –
n. 291 del 15 dicembre 2001;
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive 22 novembre
2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 285
del 5 dicembre 2002;
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ 26 giugno 1997, n. 70/97, come
modificata ed integrata dall’Autorita’ con: deliberazione 21 ottobre
1997, n. 106/97, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale
– n. 255 del 31 ottobre 1997, deliberazione 23 dicembre 1997, n.
136/97, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 301
del 29 dicembre 1997, deliberazione 24 giugno 1998, n. 74/98,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 150 del 30
giugno 1998, deliberazione 27 ottobre 1998, n, 132/98, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 255 del 31 ottobre
1998, deliberazione 22 dicembre 1998, n. 161/98, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 304 del 31 dicembre 1998,
deliberazione 25 febbraio 1999, n. 24/99, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 48 del 27 febbraio 1999,
deliberazione 22 aprile 1999, n. 54/99, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 99 del 29 aprile 1999, deliberazione
24 giugno 1999, n. 88/99, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 152 del 1 luglio 1999, deliberazione 25 agosto 1999, n.
125/99, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 202
del 28 agosto 1999, deliberazione 25 ottobre 1999, n. 160/99,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 256 del 30
ottobre 1999, deliberazione 29 dicembre 1999, n. 206/99, pubblicata
nel supplemento ordinario n. 235 alla Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 306 del 31 dicembre 1999, deliberazione 24 febbraio
2000, n. 39/00, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale
– n. 49 del 29 febbraio 2000, deliberazione 21 aprile 2000, n. 81/00,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 98 del
28 aprile 2000, deliberazione 22 giugno 2000, n. 113/00, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 151 del 30 giugno
2000, e deliberazione n. 159/00, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
– serie generale – n. 203 del 31 agosto 2000, deliberazione 24
ottobre 2000, n. 198/00, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 254 del 30 ottobre 2000, deliberazione 28 dicembre
2000, n. 244/00, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale
– n. 4 del 5 gennaio 2001, supplemento ordinario, deliberazione 20
febbraio 2001, n. 27/01, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale- serie
generale – n. 56 dell’8 marzo 2001, deliberazione n. 90/01,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 107 del 10
maggio 2001, deliberazione n. 146/01, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 155 del 6 luglio 2001, deliberazione
n. 189/01, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
231 del 13 settembre 2001, deliberazione n. 242/01, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 260 dell’8 novembre 2001,
deliberazione n. 319/01, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 13 del 16 gennaio 2002, deliberazione n. 24/02,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 62 del
14 marzo 2002, deliberazione n. 69/02, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 105 del 7 maggio 2002, deliberazione
n. 123/02, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
161 dell’11 luglio 2002 (di seguito: deliberazione n. 123/02);
deliberazione n. 194/02, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 290 dell’11 dicembre 2002, deliberazione n. 228/02
richiamata in premessa;
la deliberazione dell’Autorita’ 20 dicembre 2000, n. 230/00
pubblicata nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 4 del 5 gennaio 2001 (di seguito: deliberazione n.
230/00);
la delibera dell’Autorita’ 26 settembre 2001, n. 209/01;
il testo integrato delle disposizioni dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas per l’erogazione dei servizi di
trasporto, di misura e di vendita dell’energia elettrica, approvato
con deliberazione dell’Autorita’ 18 ottobre 2001, n. 228/01, e
successive modificazioni (di seguito: Testo integrato);
la deliberazione dell’Autorita’ 5 giugno 2002, n. 103/02, recante
integrazione della disciplina dei contributi di cui all’art. 6, comma
6.11, della deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas 26 giugno 1997, n. 70/97, in relazione alla cessione di energia
elettrica al mercato vincolato nell’anno 2000, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 145 del 22 giugno 2002;
la deliberazione dell’Autorita’ 26 giugno 2002, n. 124/02,
recante modificazione della disciplina avente ad oggetto
l’imposizione, l’esazione e la gestione del gettito delle componenti
tariffarie A2, A3, A5, A6, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 162 del 12 luglio 2002 (di seguito: deliberazione
n. 124/02);
la deliberazione dell’Autorita’ 1 agosto 2002, n. 153/02,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 197 del 23
agosto 2002;
la deliberazione dell’Autorita’ 12 dicembre 2002, n. 203/02,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 5 dell’8
gennaio 2003;
la deliberazione dell’Autorita’ 12 dicembre 2002, n. 204/02;
la deliberazione dell’Autorita’ 23 dicembre 2002, n. 226/02 (di
seguito: deliberazione n. 226/02);
la deliberazione dell’Autorita’ 23 dicembre 2002, n. 227/02,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 12 del 16
gennaio 2003;
il provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi 29
aprile 1992, n. 6, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 109 del 12 maggio 1992 (di seguito: provvedimento Cip
6/92);
Vista la “Terza informativa sui certificati verdi: aggiornamento
valori di domanda e offerta, definizione del prezzo di offerta CV del
Grtn e procedure operative” del gestore della rete, pubblicata in
data 8 agosto 2002 (di seguito: terza informativa);
Considerato che:
ai sensi dell’art. 2, comma 2.4, della deliberazione n. 230/00,
come modificata con deliberazione n. 194/02, il parametro Ct,
definito come il costo unitario variabile riconosciuto dell’energia
elettrica prodotta da impianti termoelettrici che utilizzano
combustibili fossili commerciali, di cui all’art. 6, comma 6.5, della
deliberazione n. 70/97, viene aggiornato dall’Autorita’, all’inizio
di ciascun trimestre, qualora si registrino variazioni, in aumento o
in diminuzione, maggiori del 3% del parametro Vt, definito come il
costo unitario riconosciuto dei combustibili, di cui al medesimo art.
6, comma 6.5, della deliberazione n. 70/97;
ai sensi del comma 20.2, del testo integrato, come modificato con
deliberazione n. 194/02, i parametri gamma , PG e PGT e la
componente CCA sono pubblicati dall’Autorita’ prima dell’inizio di
ciascun trimestre qualora si registrino variazioni, in aumento o
diminuzione, maggiori del 3% del parametro Vt, rispetto al valore
applicato nel trimestre in corso;
ai sensi del comma 22.5, del testo integrato, come modificato con
deliberazione n. 194/02, la componente PV e’ pubblicata
dall’Autorita’ prima dell’inizio di ciascun trimestre qualora si
registrino variazioni, in aumento o diminuzione, maggiori del 3% del
parametro Vt, rispetto al valore applicato nel trimestre in corso;
ai sensi del comma 34.6 del testo integrato, i valori delle
componenti tariffarie A, ad esclusione di quelli della componente
tariffaria A7, sono determinati dall’Autorita’;
a partire dalla seconda settimana di gennaio, la pubblicazione
Platt’s International Coal Report ha sospeso le quotazioni per uno
dei tipi di carbone assunti a riferimento nel paniere di combustibili
fossili sui mercati internazionali, di cui all’allegato 1 della
deliberazione dell’Autorita’ n. 24/99, come modificato dalla
deliberazione n. 146/01, e precisamente quello denominato
Venezuela-Maracaibo (12600 Btu, 0,8% S, 7,0% Ash), a seguito della
situazione politico-sociale del Paese;
Considerato che:
ai sensi del comma 42.1 del testo integrato, il Conto per nuovi
impianti da fonti rinnovabili ed assimilate viene utilizzato tra
l’altro per coprire la differenza tra i costi sostenuti dal Gestore
della rete per l’acquisto di energia elettrica ai sensi dell’art. 3,
comma 12, del decreto legislativo n. 79/1999 e la somma dei ricavi
derivanti dalla vendita dell’energia elettrica sul mercato e dalla
vendita dei diritti di cui all’art. 11, comma 3, del medesimo decreto
legislativo;
in base agli esiti delle procedure concorsuali di cui al decreto
22 novembre 2002 per l’assegnazione della capacita’ produttiva
nell’anno 2003, la differenza di cui al precedente alinea risulta
ridotta, rispetto all’anno precedente, di circa 500 milioni di euro;
sul Conto per nuovi impianti da fonti rinnovabili ed assimilate
gravano gli oneri relativi all’applicazione delle disposizioni del
provvedimento Cip n. 6/92 in materia di riconoscimento di contributi
a seguito di rifacimenti e potenziamenti di impianti;
ai sensi del comma 42.1 del testo integrato i ricavi dalla
vendita dei diritti di cui all’art. 11, comma 3 del decreto
legislativo n. 79/1999 concorrono alla copertura degli oneri gravanti
sul Conto per nuovi impianti da fonti rinnovabili ed assimilate;
ai sensi del decreto 11 novembre 1999, nd corso dell’anno 2003
affluiscono nelle casse del Gestore della rete i primi introiti
relativi alla vendita di certificati verdi relativi agli obblighi
imposti a produttori e importatori in relazione all’energia importata
o prodotta da fonti non rinnovabili;
il prezzo del metano riferito a forniture continue per centrali
termoelettriche a ciclo combinato con consumo superiore a 50 milioni
di metri cubi per l’anno 2002 ha registrato una diminuzione rispetto
all’anno precedente;
in conseguenza di quanto riportato al precedente alinea il
conguaglio annuale riferito al costo evitato di combustibile di cui
al punto 2, del provvedimento Cip 6/92, produce un aumento del
gettito che affluisce sul Conto per nuovi impianti da fonti
rinnovabili ed assimilate;
nell’anno 2003 si rendono disponibili le somme relative al
trasferimento dei benefici connessi all’importazione di energia
elettrica in utilizzo della capacita’ di trasporto destinata al
mercato vincolato, di cui all’art. 5 dell’allegato A alla delibera n.
226/02;
Considerato che:
l’art. 1 del decreto-legge n. 25/2003 modifica l’elenco degli
oneri generali afferenti il sistema elettrico di cui all’art. 3,
comma 11, del decreto ministeriale 26 gennaio 2000, sopprimendo sia
la lettera a) recante reintegrazione alle imprese
produttrici-distributrici della quota non recuperabile, a seguito
dell’attuazione della direttiva europea 96/92/CE, dei costi sostenuti
per l’attivita’ di generazione dell’energia elettrica, sia la lettera
b) recante compensazione della maggiore valorizzazione derivante
dall’attuazione della direttiva europea 96/92/CE, dell’energia
elettrica prodotta da impianti idroelettrici e geotermoelettrici che,
alla data del 19 febbraio 1997, erano di proprieta’ o nella
disponibilita’ delle imprese produttrici-distributrici;
l’art. 2, comma 1, del decreto-legge n. 25/2003 prevede che la
soppressione dell’art. 3, comma 11, lettera b), del decreto
ministeriale 26 gennaio. 2000, operi retroattivamente con decorrenza
dal 1 gennaio 2002, e che il comma 2 del medesimo articolo prevede
che il Ministro delle attivita produttive di concerto con il Ministro
dell’economia e delle finanze, con uno o piu’ decreti determina le
partite economiche maturate in applicazione delle disposizioni di cui
al precedente alinea e quelle relative alla richiamata soppressione
con effetto retroattivo dell’art. 3, comma 11, lettera b), del
decreto ministeriale 26 gennaio 2000, e impartisce le disposizioni
necessarie ai fini del rimborso di dette partite e della copertura
del relativo fabbisogno;
Considerato che:
con la deliberazione n. 71/02 l’Autorita’ ha determinato gli
oneri di cui all’art. 8, comma 1, lettera c), punti i), ii) e iv),
del decreto 26 gennaio 2000, per il triennio 2002-2004, in euro 362,1
milioni, pari a lire 701,1 miliardi;
con la medesima deliberazione l’Autorita’ ha determinato l’onere
di cui all’art. 8, comma 1, lettera c), punto iii), del decreto 26
gennaio 2000, per il triennio 2002-2004, in euro 106,2 milioni, pari
a lire 205,7 miliardi;
considerato che nei sessanta giorni successivi alla comunicazione
dell’Autorita’, di cui all’art. 9, comma 2, ultimo periodo, del
decreto 26 gennaio 2000, non sono state fornite difformi indicazioni
da parte del Ministro delle attivita’ produttive e da parte del
Ministro dell’economia e delle finanze;
Ritenuta l’opportunita’:
di non modificare il paniere di combustibili fossili sui mercati
internazionali, di cui all’allegato 1 della deliberazione
dell’Autorita’ n. 24/1999, come modificato dalla deliberazione n.
146/2001, per effetto della temporanea sospensione della quotazione
del carbone denominato Venezuela-Maracaibo (12600 Btu, 0,8% S, 7,0%
Ash) da parte della pubblicazione Platt’s International Coal Report,
prorogando sino a nuova quotazione l’ultima disponibile, pubblicata
in data 6 gennaio 2003 dalla medesima pubblicazione;
di adeguare le componenti tariffarie A2 e A3, il parametro Ct e
gli altri parametri e componenti tariffarie ad esso collegati;
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1.1 Ai fini del presente provvedimento, si applicano le definizioni
riportate all’art. 1 del testo integrato, allegato A alla
deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 18
ottobre 2001, n. 228/2001 e sue successive modificazioni (di seguito
richiamato come il testo integrato).

Art. 2.
Aggiornamento del costo unitario riconosciuto dei combustibili e del
parametro Ct
2.1 Il costo unitario riconosciuto dei combustibili (Vt), di cui
all’art. 6, comma 6.8 della deliberazione n. 70/97, e successive
modificazioni e integrazioni, determinato sulla base del prezzo medio
del paniere di combustibili fossili sui mercati internazionali,
definito come nell’allegato 1 della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas 25 febbraio 1999, n. 24/99, e riferito
al periodo settembre 2002 – febbraio 2003, e’ fissato pari a 1.958
centesimi di euro/Mcal.
2.2 Il parametro Ct per il secondo trimestre (aprile-giugno) 2003
e’ pari a 4,425 centesimi di euro/kWh.

Art. 3.
Aggiornarnento dei parametri gamma , PG, PGT e delle componenti VE
e CCA
3.1 I valori dei parametri gamma , PG, PGT e delle componenti CCA
per il secondo trimestre (aprile-giugno) 2003 sono fissati come
indicato rispettivamente nelle tabelle 1, 2, 3.1 e 3.2 allegate alla
presente deliberazione.
3.2 Il parametro PG per il secondo trimestre (aprile-giugno) 2003
e’ pari a 6,484 centesimi di euro/kWh.
3.3 La componente VE per il secondo trimestre (aprile-giugno) 2003
e’ pari a 0,09 centesimi di euro/kWh.

Art. 4.
Aggiornarnento delle componenti PV
4.1 I valori della componente PV sono fissati per il secondo
trimestre (aprile-giugno) 2003 come indicato nella tabella 4 allegata
alla presente deliberazione.

Art. 5.
Aggiornamento delle componenti A e UC
5.1 I valori delle componenti tariffarie A di cui al comma 34.2,
lettere da a) a e), del testo integrato e i valori della componente
tariffaria UC4 di cui all’art. 19 del testo integrato sono fissate
come indicato nella tabella 5.
5.2 I valori delle componenti tariffarie A e UC per i soggetti di
cui al comma 55.2, del testo integrato sono fissate come indicato
nella tabella 6.

Art. 6.
Disposizioni finali
6.1 Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(www.autorita.energia.it) ed ha effetto a decorrere dal 1 aprile
2003.
Milano, 24 marzo 2003
Il presidente: Ranci

Tabelle

—-> vedere tabelle da pag. 39 a pag. 41 della G.U. in formato zip/pdf

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Agrinews.info