AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Agrinews.info

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 22 ottobre 2003: Disposizioni transitorie in materia di accesso al servizio di trasporto di gas naturale al punto di entrata alla rete nazionale di gasdotti interconnesso con il terminale di Gnl sito a Panigaglia. (Deliberazione n. 119/03). (GU n. 255 del 3-11-2003)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 22 ottobre 2003

Disposizioni transitorie in materia di accesso al servizio di
trasporto di gas naturale al punto di entrata alla rete nazionale di
gasdotti interconnesso con il terminale di Gnl sito a Panigaglia.
(Deliberazione n. 119/03).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 22 ottobre 2003;
Premesso che:
l’art. 2, comma 12, lettera d), della legge 14 novembre 1995, n.
481 (di seguito: legge n. 481/1995) prevede che l’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita) determini «le
condizioni tecnico-economiche di accesso e di interconnessione alle
reti»;
l’art. 24, comma 5, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n.
164/2000 (di seguito: decreto legislativo n. 164/2000) prevede che
l’Autorita’ fissi i «criteri atti a garantire a tutti gli utenti
della rete la liberta’ di accesso a parita’ di condizioni, la massima
imparzialita’ del trasporto e del dispacciamento» e che definisca
«gli obblighi dei soggetti che svolgono le attivita’ di trasporto e
dispacciamento e che detengono terminali» di gas naturale liquefatto
(di seguito: Gnl); e che entro tre mesi dal provvedimento con il
quale l’Autorita’ fissa detti criteri, le imprese di trasporto e le
imprese di rigassificazione «adottano il proprio codice di rete, che
e’ trasmesso all’Autorita’ che ne verifica la conformita’ con i
suddetti criteri. Trascorsi tre mesi dalla trasmissione senza
comunicazioni da parte dell’Autorita’, il codice di rete si intende
conforme»;
l’Autorita’ ha definito i criteri e gli obblighi di cui al
precedente alinea, in materia di trasporto di gas naturale, con la
deliberazione 17 luglio 2002, n. 137/02, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 190, del 14 agosto 2002 (di seguito:
deliberazione n. 137/02); e che con delibera 1° luglio 2003, n.
75/03, (di seguito: delibera n. 75/03) l’Autorita’ ha approvato il
codice di rete predisposto dalla societa’ Snam Rete Gas S.p.a. (di
seguito: Snam Rete Gas);
Visti:
la legge n. 481/1995;
il decreto legislativo n. 164/2000;
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ 30 maggio 2001, n. 120/01,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 147 del
27 giugno 2001 (di seguito: deliberazione n. 120/01);
la deliberazione dell’Autorita’ n. 137/02;
la delibera n. 75/03;
Considerato che:
in base all’art. 9 della deliberazione n. 137/02, come attuato
dalla disciplina contenuta nel capitolo 5, paragrafi 3.6) e 4.1), del
codice di rete della Snam Rete Gas, il conferimento della capacita’
di trasporto ai punti di entrata della rete nazionale di gasdotti
interconnessi con terminali di rigassificazione di Gnl (di seguito:
terminali di Gnl) e’ effettuato su base annuale dall’impresa di
trasporto; e che ad oggi in Italia e’ in esercizio un solo terminale
di Gnl, sito a Panigaglia (La Spezia), interconnesso con la rete
nazionale di gasdotti, e gestito dalla societa’ Gnl Italia S.p.a. (di
seguito: Gnl Italia), societa’ il cui capitale sociale e’ interamente
detenuto dalla Snam Rete Gas;
l’art. 15, comma 15.4, della deliberazione n. 137/02 prevede che
l’impresa di trasporto renda disponibile, in corso d’anno termico, la
capacita’ di trasporto non utilizzata dall’utente del servizio di
trasporto continuo sulla base del suo programma giornaliero, o
settimanale con dettaglio giornaliero; e che l’art. 21, comma 21.1,
della medesima deliberazione impone all’impresa di trasporto di
consentire la cessione di capacita’ tra gli utenti;
le disposizioni di cui al precedente alinea, trovano attuazione
rispettivamente nel capitolo 5, paragrafo 7), e capitolo 7),
paragrafo 1), del codice di rete della Snam Rete Gas, i quali
prevedono allocazioni di capacita’ in corso d’anno termico per
periodi mensili decorrenti dal primo giorno di calendario;
al fine di ottimizzare la gestione del terminale da essa gestito,
la Gnl Italia oltre ad offrire il servizio di rigassificazione
continuo su base annuale previsto dall’art. 14, comma 14.15, della
deliberazione n. 120/01, offre un servizio di rigassificazione di
tipo spot, prevedendo l’allocazione, in corso d’anno termico, della
capacita’ di rigassificazione non utilizzata dall’utente del servizio
di rigassificazione continuo sulla base del suo programma mensile;
alcuni operatori hanno segnalato difficolta’ ad ottenere
l’accesso al servizio di trasporto nel punto di entrata interconnesso
con il terminale di Gnl sito a Panigaglia con tempi e volumi adeguati
alle modalita’ di erogazione del servizio di rigassificazione di tipo
spot offerto da Gnl Italia, manifestando l’urgenza che siano previsti
strumenti idonei a superare tali difficolta’;
con lettere rispettivamente in data 20 giugno 2003 (prot.
Autorita’ n. 19435 del 20 giugno 2003) e in data 28 luglio 2003
(prot, Autorita’ n. 22166 del 30 luglio 2003), la Snam Rete Gas ha
evidenziato che l’applicazione della disciplina contenuta nel codice
di rete sopra richiamata impedisce un efficiente accesso al servizio
di rigassificazione di tipo spot;
da quanto affermato dalla Snam Rete Gas nelle lettere di cui al
precedente alinea emerge che un’allocazione di capacita’ di trasporto
in corso d’anno secondo le modalita’ di cui al capitolo 5, paragrafo
7), ed al capitolo 7, paragrafo 1), del codice di rete della societa’
Snam rete Gas non garantisce un efficiente utilizzo del terminale di
Gnl, essendo a tal fine necessario che Gnl Italia:
a) determini il profilo temporale di rigassificazione del Gnl
consegnato e possa immettere nella rete di trasporto interconnessa
quantita’ di gas naturale fino alla massima capacita’ di
rigassificazione, sulla base dei soli vincoli tecnici del terminale;
b) riconsegni il gas ottenuto con il processo di
rigassificazione all’utente nell’arco di un periodo di trenta giorni
successivo alla discarica, periodo non necessariamente coincidente
con il mese di calendario;
le condizioni di cui alle precedenti lettere a) e b) non sono
soddisfatte dalle cadenze temporali previste per le allocazioni di
capacita’ di trasporto di cui al capitolo 5, paragrafo 7), ed al
capitolo 7, paragrafo 1), del codice di rete della Snam Rete Gas,
cadenze temporali imposte dai vincoli di gestione amministrativa
della medesima societa’;
fino al permanere dei vincoli di cui al precedente alinea,
l’ottimizzazione della gestione del terminale di Gnl puo’ essere
assicurata solamente qualora l’allocazione della capacita’ di
trasporto nel punto di entrata interconnesso col terminale di Gnl sia
effettuata direttamente dalla Gnl Italia, con la conseguenza che
l’utente al quale venga allocata la capacita’ di trasporto in detto
punto di entrata stipuli:
a) un contratto di trasporto con la medesima Gnl Italia,
limitatamente all’immissione in rete di gas ottenuto col processo di
rigassificazione;
b) un corrispondente contratto di trasporto con la Snam Rete
Gas, per quanto riguarda gli altri aspetti del servizio di trasporto;
Ritenuto che sia necessario fino alla rimozione dei sopra
menzionati vincoli di gestione amministrativa:
definire misure transitorie per garantire un efficiente utilizzo
dei terminale di Gnl sito a Panigaglia e favorire l’accesso al
sistema mediante l’erogazione di un servizio di rigassificazione di
tipo spot; e che a tal fine sia necessario subordinare l’immissione
di gas nella rete nazionale di gasdotti, durante il normale
esercizio, alle esigenze del terminale stesso per consentire il
massimo utilizzo;
prevedere per le finalita’ di cui al precedente alinea, una
specifica deroga all’assetto normativo in materia di allocazione di
capacita’ di trasporto, definito dall’art. 9 della deliberazione n.
137/02, autorizzando la Gnl Italia ad effettuare le allocazioni della
capacita’ di trasporto nel punto di entrata alla rete nazionale di
gasdotti interconnesso con il terminale di rigassificazione sito a
Panigaglia, sulla base di accordi stipulati con la Snam Rete Gas;
limitare all’anno termico 2003-2004 l’efficacia della deroga di
cui al precedente alinea;
Delibera:
1. Di prevedere che, fino al 30 settembre 2004, in deroga a quanto
previsto dall’art. 9 della deliberazione 17 luglio 2002, n. 137/02,
le allocazioni di capacita’ di trasporto nel punto di entrata della
rete nazionale di gasdotti interconnesso con il terminale di
rigassificazione di gas naturale liquefatto, sito a Panigaglia (La
Spezia), siano effettuate dalla societa’ Gnl Italia S.p.a., sulla
base di appositi accordi con la societa’ Snam Rete Gas S.p.a.
2. Di prevedere che gli accordi di cui al precedente numero 1 siano
trasmessi all’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas entro sette
giorni dalla loro conclusione.
3. Di pubblicare il presente provvedimento nel sito internet
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(www.autorita.energia.it) e nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana il presente provvedimento, affinche’ entri in vigore il
giorno successivo alla sua pubblicazione.
Milano, 22 ottobre 2003
Il presidente: Ranci

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Agrinews.info