BANCA D'ITALIA - COMUNICATO - 13° aggiornamento del 10 aprile 2007 | Agrinews.info

BANCA D’ITALIA – COMUNICATO – 13° aggiornamento del 10 aprile 2007

BANCA D'ITALIA - COMUNICATO - 13° aggiornamento del 10 aprile 2007 alla circolare n. 229 del 21 aprile 1999: Istruzioni di vigilanza per le banche: emissione e gestione di assegni bancari e postali. (GU n. 112 del 16-5-2007 )

BANCA D’ITALIA

COMUNICATO

13° aggiornamento del 10 aprile 2007 alla circolare n. 229 del
21 aprile 1999: Istruzioni di vigilanza per le banche: emissione e
gestione di assegni bancari e postali.

L’attivita’ di emissione e gestione di assegni ha registrato nel
tempo significativi sviluppi, sia sul piano regolamentare sia su
quello operativo, che rendono opportuna una revisione delle
disposizioni contenute nelle Istruzioni di vigilanza per le banche
(titolo IV, capitolo 11, sezione V, circolare n. 229 del 21 aprile
1999), le quali individuano alcune cautele che le banche devono
osservare per evitare i pericoli insiti in un uso non corretto
dell’assegno.
Oltre alle novita’ intervenute sui servizi di tipo bancario
esercitabili da Poste Italiane S.p.a., rileva, in particolare,
l’entrata a regime della cosiddetta “Centrale d’allarme
interbancaria” (CAI), ovvero dell’archivio informatizzato in cui
confluiscono, tra l’altro, le generalita’ dei traenti assegni bancari
e postali emessi senza autorizzazione o presentati al pagamento in
tempo utile in difetto di provvista. Al fine di assicurare il
corretto funzionamento della CAI, anche in ragione delle conseguenze
per i soggetti iscritti (cd. “revoca di sistema”), la relativa
disciplina (legge n. 386/1990, e successive modificazioni) pone a
carico degli intermediari specifici obblighi di segnalazione e
consultazione dell’archivio, la cui inosservanza puo’ essere fonte di
responsabilita’ patrimoniale.
Anche l’esperienza applicativa maturata dalla Banca d’Italia
nell’attivita’ di vigilanza sollecita una revisione delle suddette
Istruzioni nella prospettiva di ricondurre le specifiche prescrizioni
in materia di assegni nell’ambito delle disposizioni concernenti il
contenimento del rischio e l’organizzazione e i controlli interni
degli intermediari, accentuando il profilo “prudenziale” della
normativa, anche ai fini sanzionatori.
Con le accluse disposizioni in tema di “emissione e gestione di
assegni bancari e postali”, si richiede agli intermediari l’adozione
di soluzioni organizzative, procedurali e operative idonee ad
assicurare la piena osservanza della normativa in materia di assegni
e a fronteggiare i rischi – di credito, operativi, reputazionali –
cui possono essere esposti in relazione all’emissione e alla gestione
di tali strumenti di pagamento. I piu’ rilevanti obblighi in materia
– ivi compresi quelli legati al funzionamento della CAI e alle norme
antiriciclaggio – vengono opportunamente richiamati.
Le Istruzioni si basano sull’art. 53 del testo unico bancario e
sulla conseguente deliberazione del Comitato interministeriale per il
credito e il risparmio del 2 agosto 1996 in materia di organizzazione
amministrativa e contabile e controlli interni; tale provvedimento
attribuisce alla Banca d’Italia la competenza a dettare disposizioni
concernenti le cautele e i requisiti organizzativi che le banche sono
tenute a osservare nell’emissione e nella gestione dei mezzi di
pagamento, anche a fini di salvaguardia della correttezza e della
trasparenza dei rapporti con la clientela.
Le disposizioni in oggetto trovano applicazione anche nei
confronti di Poste Italiane S.p.a., limitatamente all’attivita’ di
bancoposta, in forza del decreto del Presidente della Repubblica
14 marzo 2001, n. 144, come modificato dal decreto del Presidente
della Repubblica 28 novembre 2002, n. 298, e del conseguente rinvio
operato dal titolo VII, capitolo 4, sez. III, delle Istruzioni di
vigilanza (Bancoposta), al titolo IV, capitolo 11 dello stesso testo
normativo.
Cio’ posto, la sezione V, del capitolo 11, del titolo IV delle
Istruzioni di vigilanza per le banche, di cui alla circolare n. 229
del 21 aprile 1999, e’ integralmente sostituita dalle allegate
disposizioni in materia di “emissione e gestione di assegni bancari e
postali”.

Allegato

—-> Vedere Allegato da pag. 26 a pag. 31 in formato zip/pdf

BANCA D’ITALIA – COMUNICATO – 13° aggiornamento del 10 aprile 2007

Agrinews.info