COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 15 Giugno 2007 | Agrinews.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 15 Giugno 2007

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 15 Giugno 2007 - Direttiva in materia di regolazione tariffaria dei servizi aeroportuali offerti in regime di esclusiva. (Deliberazione n. 38/2007). (GU n. 221 del 22-9-2007 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 15 Giugno 2007

Direttiva in materia di regolazione tariffaria dei servizi
aeroportuali offerti in regime di esclusiva. (Deliberazione n.
38/2007).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 16 aprile 1974, n. 117, concernente l’istituzione di
una tassa di sbarco e imbarco sulle merci trasportate per via aerea e
per via marittima;
Vista la legge 5 maggio 1976, n. 324 e successive modificazioni e
integrazioni, recante nuove norme in materia di diritti per l’uso
degli aeroporti aperti al traffico civile;
Vista la legge 24 dicembre 1993, n. 537, cosi’ come parzialmente
modificata dalla legge 23 dicembre 1996, n. 662, art. 2 (Misure in
materia di servizi di pubblica utilita’ e per il sostegno
dell’occupazione e dello sviluppo), comma 189;
Visto il decreto legislativo 25 luglio 1997, n. 250, riguardante
l’istituzione dell’Ente nazionale per l’aviazione civile (E.N.A.C.),
ed in particolare l’art. 3, che prevede la stipulazione di un
contratto di programma per la definizione dei rapporti tra il
Ministero dei trasporti e della navigazione e l’E.N.A.C.;
Visto il decreto legislativo 5 dicembre 1997, n. 430 che demanda al
CIPE la definizione delle linee guida e dei principi comuni per le
amministrazioni che esercitano funzioni in materia di regolazione dei
servizi di pubblica utilita’, ferme restando le competenze delle
autorita’ di settore;
Visto il decreto legislativo 13 gennaio 1999, n. 18 di attuazione
della direttiva 96/67/CE relativa al libero accesso al mercato dei
servizi di assistenza a terra negli aeroporti della comunita’ e
successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 9 maggio 2005, n. 96, riguardante la
revisione della parte aeronautica del codice della navigazione, a
norma dell’art. 2 della legge 9 novembre 2004, n. 265 e le successive
modificazioni ed integrazioni introdotte dal decreto legislativo
15 marzo 2006, n. 151 che, sostituendo l’art. 704 del codice
suddetto, prevede che l’ENAC ed il gestore stipulino un contratto di
programma che recepisce la vigente disciplina di regolazione
aeroportuale emanata dal Comitato interministeriale per la
programmazione economica in materia di investimenti, corrispettivi e
qualita’ e quella recata dall’art. 11-nonies del decreto-legge
30 settembre 2005, n. 203, convertito, dalla legge 2 dicembre 2005,
n. 248;
Visto il decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito, con
modificazioni, dalla legge 2 dicembre 2005, n. 248 che ha
parzialmente modificato il sistema di tariffazione dei servizi
aeroportuali offerti in regime di esclusiva;
Vista la legge 17 luglio 2006, n. 233, di conversione del
decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, recante disposizioni urgenti in
materia di riordino delle attribuzioni della presidenza del Consiglio
dei Ministri e dei Ministeri, ed ha tra l’altro istituito il
Ministero delle infrastrutture ed il Ministero dei trasporti;
Visto l’art. 1, comma 258 della legge 27 dicembre 2006, n. 296,
recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e
pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007), riguardante
l’aumento del canone annuo per l’uso dei beni del demanio dovuto
dalle societa’ di gestione totale e parziale aeroportuale;
Visto l’art. 1, comma 1328, della legge n. 296/2006 sopra citata,
che istituisce un apposito fondo, al fine di ridurre il costo a
carico dello Stato, del servizio antincendi negli aeroporti;
Visto il decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla
legge 2 aprile 2007, n. 40, recante misure urgenti per la tutela dei
consumatori, la promozione della concorrenza, lo sviluppo di
attivita’ economiche e la nascita di nuove imprese, che all’art. 3
prevede specifiche disposizioni in materia di trasparenza delle
tariffe aeree al fine di garantire ai consumatori un adeguato livello
di conoscenza dei costi del servizio;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione, di
concerto con il Ministro del tesoro, 12 novembre 1997, n. 521,
concernente il regolamento in materia di concessioni di gestioni
aeroportuali;
Visto lo statuto dell’E.N.A.C. approvato con decreto
interministeriale 3 giugno 1999, n. 71/T;
Vista la propria delibera del 24 aprile 1996, sulle linee guida per
la regolazione dei servizi di pubblica utilita’;
Viste le proprie delibere in data 8 maggio 1996 e 9 luglio 1998 che
hanno istituito e regolamentato il Nucleo di consulenza per
l’attuazione delle linee guida per la regolazione dei servizi di
pubblica utilita’ (N.A.R.S);
Vista la propria delibera del 4 agosto 2000, n. 86 con la quale ha
espresso parere favorevole allo schema di riordino della tariffazione
dei servizi aeroportuali offerti in regime di esclusiva;
Visto lo schema di riordino della tariffazione dei servizi
aeroportuali offerti in regime di esclusiva, presentato dal Ministro
dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e delle
finanze, in data 7 dicembre 2006, prot. n. 6371;
Vista la nota n. 1548 del 22 maggio 2007, del Ministero dei
trasporti, con la quale si trasmette la simulazione di impatto
tariffario effettuata dall’ENAC S.p.a., e si formulano alcune
richieste di modifica e precisazioni al testo dello schema di
direttiva in materia di regolazione tariffaria dei servizi
aeroportuali offerti in regime di esclusiva;
Vista la nota n. 14435 dell’8 giugno 2007, del Ministero
dell’economia e delle finanze – Gabinetto, con la quale si
trasmettono le osservazioni del Dipartimento della ragioneria
generale dello Stato e del Dipartimento del tesoro, sullo schema di
direttiva in materia di regolazione tariffaria dei servizi
aeroportuali offerti in regime di esclusiva;
Vista la nota n. 266 del 14 giugno 2007, con la quale il Ministero
delle infrastrutture ha richiesto il concerto sul decreto di
approvazione dei contratti di programma che saranno stipulati
dall’Ente nazionale per l’aviazione civile con i gestori
aeroportuali;
Considerata la necessita’ di procedere a un organico riordino della
materia relativa ai meccanismi di determinazione dei diritti
aeroportuali per i servizi resi in esclusiva, sulla base della
normativa vigente;
Considerato che il documento di regolazione tariffaria, allegato
alla presente delibera, ha come obiettivo la promozione degli
investimenti nel settore aeroportuale, promozione che richiede la
definizione di un contesto regolamentare chiaro e stabile nel tempo,
o che comunque muti secondo linee prevedibili e trasparenti;
Considerata l’opportunita’ di prevedere una programmazione
pluriennale della dinamica dei diritti aeroportuali, tale da
permettere ai gestori aeroportuali e alle compagnie aeree di assumere
un congruo orizzonte temporale di evoluzione dei costi e dei ricavi;
Considerata l’opportunita’, in ragione dell’esigenza di ricondurre
a unitarieta’ la metodologia di determinazione tariffaria, che il
suddetto documento costituisca indirizzo per le amministrazioni e gli
organi competenti, anche ai fini della definizione dei contratti di
programma che saranno sottoscritti dall’Ente nazionale per
l’aviazione civile e dai gestori aeroportuali;
Preso atto che il NARS nella seduta del 16 marzo 2006 ha espresso
parere favorevole sullo schema di riordino della tariffazione dei
servizi aeroportuali offerti in regime di esclusiva, presentato dal
Ministero dei trasporti, formulando al riguardo alcune
raccomandazioni;
Considerato che il NARS, al fine di incentivare i gestori a
completare le opere secondo i cronoprogrammi stabiliti, ha ritenuto
di dover autorizzare l’imputazione delle immobilizzazioni in corso
nel capitale investito, in base agli stati di avanzamento lavori e
nei limiti del periodo concordato per il completamento delle opere, a
condizione che l’immobilizzazione stessa entri in esercizio nei tempi
stabiliti, prevedendo, altresi’, una decurtazione del capitale
investito stesso in misura pari all’importo della immobilizzazione,
sino all’entrata in esercizio dell’opera stessa;
Considerato che il NARS ha indicato specifici criteri metodologici
e meccanismi di calcolo per la remunerazione del capitale investito;
Considerato che il Nucleo stesso ha ritenuto ammissibile la
remunerazione dei costi sostenuti in proprio dai gestori per
l’espropriazione, operata in forza di previsioni di legge o
convenzionali, di aree strumentali al servizio della navigazione
aerea o alla mitigazione del danno ambientale, che siano
gratuitamente devolute al termine della concessione e comunque entro
i limiti dei valori di esproprio o indennizzo previsti dalla
normativa vigente”;
Ritenuto in particolare di condividere quanto evidenziato dal NARS
in ordine allo Schema di riordino sopra menzionato, coerente con le
linee di indirizzo di cui alla sopra citata legge n. 248/2005;
Ritenuto di dover sostituire la delibera 4 agosto 2000, n. 86
“Schema di riordino della tariffazione dei servizi aeroportuali
offerti in regime di esclusiva”, alla luce delle intervenute
modifiche normative sopra richiamate;
Ritenuto di dover consentire l’inclusione, anche se in linea di
principio non ammessa, nel capitale investito netto regolatorio delle
immobilizzazioni realizzate con contributi pubblici concessi a titolo
non oneroso, sulla base di specifiche convenzioni con i gestori
aeroportuali in attuazione di leggi nazionali approvate e finanziate
precedentemente alla data della delibera n. 86 del 2000 sopra citata;
Ritenuto di dover assicurare, altresi’, con la suddetta inclusione,
meccanismi di gradualita’ nella determinazione delle tariffe, nel
rispetto del principio di neutralita’ economico-finanziaria per il
gestore aeroportuale, evitando effetti distorsivi della concorrenza
tra gestori operanti in analoghe condizioni di mercato;
Ritenuto di dover disciplinare l’inclusione medesima secondo i
criteri, i limiti e le modalita’ previsti nel documento allegato alla
presente delibera;
Udita la relazione del Ministro dei trasporti;

Delibera:

E’ approvato il documento tecnico allegato, intitolato “Direttiva
in materia di regolazione tariffaria dei servizi aeroportuali offerti
in regime di esclusiva”, composto di n. 14 pagine (quattordici), che
forma parte integrante della presente delibera.
E’ abrogata la delibera n. 86 del 4 agosto 2000, meglio specificata
in premessa.

Raccomanda:

al Ministro dei trasporti di definire, per gli aeroporti aventi un
traffico inferiore a 600.000 unita’ di carico, ciascuna equivalente
ad un passeggero o cento chili di merce o di posta, norme
semplificate per la determinazione dei diritti aeroportuali;
al Ministro dei trasporti ed al Ministro dell’economia e delle
finanze di vigilare affinche’ siano inseriti nei contratti di
programma tra l’ENAC ed i gestori aeroportuali investimenti in
sistemi avanzati di misurazione della qualita’ dei servizi resi agli
utenti ed ai vettori, nonche’ dell’impatto ambientale delle attivita’
aeroportuali.
Roma, 15 giugno 2007

Il Presidente: Prodi

Il segretario del CIPE
Gobbo

Registrata alla Corte dei conti il 10 settembre 2007
Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 5
Economia e finanze, foglio n. 67

Allegato

—-> Vedere immagini da pag. 12 a pag. 25 in formato zip/pdf

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 15 Giugno 2007

Agrinews.info