COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Art. 14, legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni. Programma triennale 2002-2004 | Agrinews.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Art. 14, legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni. Programma triennale 2002-2004

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Art. 14, legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni. Programma triennale 2002-2004 dell'Istituto nazionale di fisica nucleare: verifica di compatibilita' con i documenti programmatori vigenti. (Deliberazione n. 70/2002). (GU n. 244 del 17-10-2002)

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 2 agosto 2002

Art. 14, legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed
integrazioni. Programma triennale 2002-2004 dell’Istituto nazionale
di fisica nucleare: verifica di compatibilita’ con i documenti
programmatori vigenti. (Deliberazione n. 70/2002).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed
integrazioni, intitolata “Legge quadro in materia di lavori
pubblici”, che, all’art. 14, pone a carico dei soggetti indicati
all’art. 2, comma 2, della stessa legge l’obbligo di trasmettere a
questo Comitato i programmi triennali dei lavori pubblici e gli
aggiornamenti annuali per la verifica della loro compatibilita’ con i
documenti programmatori vigenti, escludendo dall’ambito di
operativita’ della norma soltanto gli enti ed amministrazioni locali
e loro associazioni e consorzi;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999,
n. 554, recante il regolamento di attuazione della citata legge
quadro in materia di lavori pubblici;
Visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000,
concernente modalita’ e schemi-tipo per la redazione del programma
triennale, dei suoi aggiornamenti annuali e dell’elenco annuale dei
lavori, e visto il decreto dello stesso Ministro 4 agosto 2000,
recante interpretazione autentica del decreto inizialmente adottato;
Visto il regolamento generale dell’Istituto nazionale di fisica
nucleare (I.N.F.N.), approvato con disposizione dell’istituto n. 8594
del 7 febbraio 2001 (Gazzetta Ufficiale n. 48/2001), e visto, in
particolare, l’art. 1, che sancisce l’autonomia scientifica,
organizzativa, finanziaria e contabile dell’ente;
Vista la nota n. 9516 del 22 aprile 2002, con la quale il citato
Istituto ha trasmesso il programma degli interventi relativi al
triennio 2002-2004 e l’elenco annuale dei lavori per l’anno 2002,
approvati con deliberazione del Consiglio direttivo n. 7396 del 26
ottobre 2001;
Ritenuto, in linea generale, che i documenti programmatori di
riferimento per la verifica di compatibilita’ prevista dall’art. 14
della legge n. 109/1994 siano da individuare nei documenti di
programmazione economico-finanziaria, nelle disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e nelle
leggi pluriennali di spesa, nonche’ negli eventuali programmi
comunitari e nazionali concernenti lo specifico comparto;
Considerato che nei documenti programmatori non si rinvengono
diretti riferimenti al programma all’esame;
Considerato che il Documento di programmazione
economico-finanziaria 2002-2006 traccia, quali linee generali per la
realizzazione di opere pubbliche, il ricorso allo strumento del
project financing e la destinazione di una quota delle risorse
ordinarie al Mezzogiorno, al fine di garantire effettivamente il
carattere di addizionalita’ degli specifici fondi riservati a tale
macroarea, ed esalta il ruolo della ricerca, prevedendo l’elevazione
del livello di spesa – rispetto al PIL – sino alla media europea, in
considerazione dell’attuale limitatezza degli investimenti nella
ricerca, che, se mantenuti nel lungo periodo, risulterebbero
incompatibili con le esigenze di sviluppo economico e sociale;
Considerato che il Documento di programmazione
economico-finanziaria presentato dal Governo per il periodo 2003-2006
conferisce maggiore incisivita’ alle linee sopra rappresentate per la
realizzazione delle opere pubbliche e conferma la rilevanza da
riconoscere all’intero settore della ricerca, richiamando il
documento concernente le linee guida per la politica scientifica e
tecnologica, approvato da questo Comitato con delibera 19 aprile
2002, n. 35 (in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale), e
quantificando l’elevazione dell’apporto statale, nel periodo sopra
indicato, dall’attuale quota dello 0,6% del PIL all’1%,
compatibilmente con gli equilibri di finanza pubblica;
Considerato che, con nota n. 1504 del 29 novembre 2001 il Ministero
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca ha comunicato
all’Istituto l’attribuzione dell’importo di 286,63 Meuro (555
miliardi di lire) quale contributo di funzionamento per l’anno 2002,
confermando la stessa entita’ dell’assegnazione a suo tempo disposta
per l’anno 2001;
Ritenuto che le indicazioni sulla realizzazione di opere pubbliche
e soprattutto quelle sulla quota di risorse da riservare al
Mezzogiorno (attestata comunque, per il programma in esame, al
27,27%) non trovino immediata applicazione al programma stesso,
perche’ riferito ad un singolo istituto, la cui localizzazione e’
legata al tipo di ricerca operata e la cui dotazione finanziaria per
la quota destinata agli investimenti e’ assorbita soprattutto dalla
spesa per attrezzature scientifiche;
Ritenuto di sollecitare gli altri organismi nazionali di ricerca ad
assolvere l’obbligo di presentazione dei programmi triennali in modo
da disporre di un quadro organico che consenta a questo Comitato
un’adeguata valutazione dello stato di attuazione degli indirizzi
governativi in tema di lavori pubblici a livello di settore;
Prende atto
che il programma in oggetto prevede la realizzazione di 183
interventi ed e’ riferito a quasi tutte le tipologie di opere
previste dal decreto del Ministro dei lavori pubblici 21 giugno 2000,
tra l’altro individuando – in linea con quanto previsto dall’art. 14,
commi 2 e 3, della legge n. 109/1994 – le priorita’ degli interventi,
ivi compresa la “priorita’ assoluta”, che il citato decreto definisce
come “complessiva” e che e’ desunta dall’incrocio tra le priorita’
“di categoria” e le “ulteriori priorita’”;
che il programma presenta qualche disallineamento
nell’indicazione del costo degli interventi n. 16, n. 23 e n. 43
sulle schede 1 e 3 rispetto alle schede 2 e 4 e che, alla luce delle
precisazioni fornite per le vie brevi dall’istituto, il costo da
ritenere corretto e’ quello riportato nelle schede per ultimo citate,
si’ che il valore complessivo del programma medesimo resta
quantificato in 39,84 Meuro (77,136 miliardi di lire);
che il programma evidenzia, per l’anno 2002, l’avvio dei lavori
relativi a 165 interventi, sui 183 complessivamente indicati, per un
costo di 15,76 Meuro (30,502 miliardi di lire), che trova copertura
nello stanziamento dell’attuale capitolo 8916 del Ministero
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca (“contributo
all’Istituto nazionale di fisica nucleare”), capitolo che – come
esposto in premessa – dopo il perfezionamento delle procedure di
assegnazione rechera’ uno stanziamento di 286,63 Meuro (555 miliardi
di lire);
che il programma presenta una modulazione della spesa decrescente
nel corso del triennio;
che il programma non presenta elementi d’incompatibilita’ con i
documenti programmatori vigenti;
Delibera
in relazione a quanto sopra, di esprimere – ai sensi dell’art. 14,
comma 11, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 – parere di
compatibilita’ del programma triennale 2002-2004 dell’Istituto
nazionale di fisica nucleare con i documenti programmatori vigenti.
Invita
gli altri organismi nazionali di ricerca a trasmettere sollecitamente
a questo comitato i propri programmi triennali 2002-2004, corredati
da una sintetica relazione sulle linee dell’attivita’ svolta;
i medesimi organismi a trasmettere, per gli esercizi successivi, gli
aggiornamenti annuali dei suddetti programmi entro la prescritta
scadenza del 30 aprile.
Roma, 2 agosto 2002

Il Presidente delegato
Tremonti

Il segretario
Baldassarri

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 2 agosto 2002: Art. 14, legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni. Programma triennale 2002-2004

Agrinews.info