COMMISSARIO DELEGATO PER LA SICUREZZA DEI MATERIALI NUCLEARI: ORDINANZA 21 marzo 2003 | Agrinews.info

COMMISSARIO DELEGATO PER LA SICUREZZA DEI MATERIALI NUCLEARI: ORDINANZA 21 marzo 2003

COMMISSARIO DELEGATO PER LA SICUREZZA DEI MATERIALI NUCLEARI: ORDINANZA 21 marzo 2003 Strutture di supporto. (Ordinanza n. 1/2003). (GU n. 77 del 2-4-2003)

COMMISSARIO DELEGATO PER LA SICUREZZA DEI MATERIALI NUCLEARI

ORDINANZA 21 marzo 2003

Strutture di supporto. (Ordinanza n. 1/2003).

IL COMMISSARIO DELEGATO

Visto:
il decreto del Presidente del Consiglio del Ministri del 14
febbraio 2003 di dichiarazione dello stato di emergenza in relazione
alle attivita’ di smaltimento dei rifiuti radioattivi dislocati nelle
regioni Lazio, Campania, Emilia-Romagna, Basilicata e Piemonte, in
condizioni di massima sicurezza, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana – serie generale – n. 59 del 12 marzo 2003;
l’ordinanza n. 3267 del 7 marzo 2003 del Presidente del
Consiglio dei Ministri, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana – serie generale – n. 63 del 17 marzo 2003;
Sentito il Ministro dell’interno, il Ministro della difesa, il
Ministro dell’ambiente e tutela del territorio ed il capo del
Dipartimento della protezione civile;
Ritenuto necessario dover procedere alla preliminare
organizzazione della propria struttura di supporto;

Dispone:
1. Ai sensi dell’art. 1, comma 2, dell’ordinanza n. 3267/2003,
l’organizzazione provvisoria della struttura di supporto alle
attivita’ del commissario delegato e’ costituita da SOGIN S.p.a. e
dal Centro di direzione e coordinamento, come riportata nello schema
allegato sotto la lettera A. La struttura comprende personale
dipendente di SO.G.I.N. S.p.a., di ENEA e di FN – Nuove tecnologie e
servizi avanzati S.p.a. nonche’ di amministrazioni pubbliche con
specifiche professionalita’ e di professionisti esterni.
2. Il vice presidente di SO.G.I.N. S.p.a., prof. Paolo Togni,
assume, con decorrenza immediata, funzioni vicariali del commissario
delegato. L’amministratore delegato di SO.G.I.N. S.p.a., ing. G.
Bolognini, e’ il coordinatore dell’esecuzione di tutte le attivita’
affidate dal commissario delegato a SO.G.I.N. S.p.a. quale “soggetto
attuatore” e dell’integrazione degli impianti che passano sotto la
gestione di SO.G.I.N. S.p.a.
3. I compiti dei componenti la struttura del commissario delegato
e le modalita’ di raccordo con la struttura di coordinamento e
monitoraggio costituita nell’ambito del Dipartimento della Protezione
civile, con la commissione tecnico-scientifica nominata dal
Presidente del Consiglio dei Ministri, con i Ministeri e le regioni
interessati sono delineati nel documento riportato in allegato sotto
la lettera B.
4. Ai sensi dell’art. 4, comma 1, dell’O.P.C.M. n. 3267/2003, gli
oneri della struttura di supporto alle attivita’ del commissario
delegato sono posti a carico delle risorse previste per lo
smantellamento delle centrali elettronucleari.
5. La comunicazione della presente ordinanza all’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas.
6. La pubblicazione della presente ordinanza nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 21 marzo 2003
Il commissario delegato: Jean

Allegato A

—-> Vedere Allegato a pag. 65 della G.U. in formato zip

Allegato B

—-> Vedere Allegato a pag. 66 della G.U. in formato zip

COMMISSARIO DELEGATO PER LA SICUREZZA DEI MATERIALI NUCLEARI: ORDINANZA 21 marzo 2003

Agrinews.info