DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 febbraio 2007 | Agrinews.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 febbraio 2007

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 febbraio 2007 - Ripartizione e destinazione delle risorse per la realizzazione di campagne sul TFR, autorizzate dall'articolo 1, comma 765, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (GU n. 80 del 5-4-2007)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 febbraio 2007

Ripartizione e destinazione delle risorse per la realizzazione di
campagne sul TFR, autorizzate dall’articolo 1, comma 765, della legge
27 dicembre 2006, n. 296.

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante disciplina
dell’attivita’ di Governo e ordinamento della Presidenza del
Consiglio dei Ministri;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, recante
l’ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri a norma
dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;
Vista la legge 7 giugno 2000, n. 150, recante disciplina delle
attivita’ di informazione e di comunicazione delle pubbliche
amministrazioni;
Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 2007);
Visto, in particolare, l’art. 1, comma 765, che autorizza la spesa
di 17 milioni di euro da destinare alla realizzazione di campagne
informative a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri,
d’intesa con il Ministro del lavoro e della previdenza sociale, volte
a promuovere adesioni consapevoli alle forme pensionistiche
complementari, nonche’ per fare fronte agli oneri derivanti
dall’attuazione delle procedure di espressione della volonta’ dei
lavoratori di cui all’art. 8 del decreto legislativo 5 dicembre 2005,
n. 252, prevedendo inoltre che alla ripartizione delle predette somme
si provveda mediante adozione di un decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro del lavoro e
della previdenza sociale e con il Ministro dell’economia e delle
finanze;
Di concerto con il Ministro del lavoro e della previdenza sociale e
con il Ministro dell’economia e delle finanze;
Decreta:
Art. 1.
Ripartizione dello stanziamento
1. Le risorse di Euro 17 milioni, autorizzate dall’art. 1, comma
765, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, sono ripartite come segue:
a) la somma di 8 milioni e 500.000 euro e’ attribuita alla
Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per
l’informazione e l’editoria, per la realizzazione delle campagne
informative indicate nelle premesse, nonche’ delle attivita’ di
comunicazione istituzionale ad esse connesse o attinenti;
b) la somma di 8 milioni e 500.000 euro e’ attribuita al
Ministero del lavoro e della previdenza sociale per fare fronte agli
oneri derivanti dall’attuazione delle procedure di espressione della
volonta’ dei lavoratori di cui all’art. 8 del decreto legislativo 5
dicembre 2005, n. 252.

Art. 2.
Destinazione delle risorse di cui all’art. 1, lettera a)
1. La somma di cui all’art. 1, lettera a), e’ destinata:
per un importo non superiore a 700.000,00 euro, ad attivita’ di
monitoraggio e valutazione dell’efficacia delle campagne informative,
anche mediante la costituzione di un nucleo tecnico, nonche’ mediante
sondaggi, ricerche ed analisi;
per un importo non superiore a 800.000,00 euro, alla stipula di
convenzioni al fine di assicurare in ogni caso lo svolgimento
tempestivo di attivita’ di informazione e di comunicazione
istituzionale nelle materie di cui al presente decreto, fornendo
immediato supporto orientativo ai lavoratori;
per un importo non superiore a un milione di euro, alla
progettazione e alla produzione delle campagne informative, ivi
compreso il supporto per la pianificazione e la distribuzione sui
mezzi di comunicazione;
per un importo non superiore a sei milioni di euro, all’acquisto
degli spazi sui mezzi di comunicazione.
2. Della pianificazione dell’acquisto degli spazi sui mezzi di
comunicazione e’ data informazione preventiva all’Autorita’ per le
garanzie nelle comunicazioni.

Art. 3.
Destinazione delle risorse di cui all’art. 1, lettera b)
1. Le risorse di cui all’art. 1, lettera b), sono destinate secondo
la ripartizione effettuata con decreto del Ministro del lavoro e
della previdenza sociale, per le attivita’ previste dall’art. 1,
comma 765, primo periodo, della legge 27 dicembre 2006, n. 296,
svolte:
a) dagli enti che svolgono istituzionalmente funzioni relative
alla materia della previdenza complementare;
b) dalle organizzazioni sindacali e datoriali maggiormente
rappresentative a livello nazionale o gli organismi dalle stesse
delegate;
c) dal medesimo Ministero del lavoro e della previdenza sociale,
al fine di supportare la campagna informativa e specifiche iniziative
di comunicazione editoriali, televisive e radiofoniche, attraverso il
proprio centro di contatto.
2. Il rapporto di collaborazione con gli enti e le organizzazioni
di cui al comma 1, lettere a) e b), e’ regolato da apposite
convenzioni che stabiliscono anche modalita’ di monitoraggio e
verifica delle attivita’.
3. Una quota delle risorse di cui all’art. 1, lettera b), non
superiore al 3 per cento, e’ riservata alla copertura degli oneri
derivanti dall’utilizzazione di personale ed esperti, anche con
contratto a tempo determinato, per supportare le strutture del
Ministero del lavoro e della previdenza sociale, al fine di
fronteggiare gli impegni straordinari derivanti dall’attuazione delle
iniziative di cui all’art. 1, comma 765, della citata legge n. 296
del 2006, come definite dal presente decreto.
4. Le risorse di cui all’art. 1, lettera b), sono assegnate al
Centro di responsabilita’ amministrativa del Ministero del lavoro e
della previdenza sociale avente competenza in materia di
comunicazione.

Art. 4.
Disposizioni finali
Il Ministro dell’economia e delle finanze e’ autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.
Il presente decreto e’ trasmesso ai competenti organi di controllo
e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 7 febbraio 2007
Il Presidente del Consiglio dei Ministri
Prodi
Il Ministro del lavoro e della previdenza sociale
Damiano
Il Ministro dell’economia e delle finanze
Padoa Schioppa
Registrato alla Corte dei conti il 9 marzo 2007
Ministeri istituzionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri,
registro n. 2, foglio n. 353

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 7 febbraio 2007

Agrinews.info