DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 232 - Regolamento per la disciplina del trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari, a norma dell'articolo 8, commi 1 e 3 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (12G0018) - (GU n. 33 del 9-2-2012 | Agrinews.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 232 – Regolamento per la disciplina del trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari, a norma dell’articolo 8, commi 1 e 3 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (12G0018) – (GU n. 33 del 9-2-2012

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 232 - Regolamento per la disciplina del trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari, a norma dell'articolo 8, commi 1 e 3 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (12G0018) - (GU n. 33 del 9-2-2012 ) note: Entrata in vigore del provvedimento: 24/02/2012

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011 , n. 232
Regolamento per la disciplina del trattamento economico dei
professori e dei ricercatori universitari, a norma dell’articolo 8,
commi 1 e 3 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (12G0018)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 33, sesto comma, 87, e 117, sesto comma, della
Costituzione;
Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240, recante norme in materia
di organizzazione delle universita’, di personale accademico e
reclutamento, nonche’ delega al Governo per incentivare la qualita’ e
l’efficienza del sistema universitario;
Visto in particolare l’articolo 8, comma 1, della legge n. 240 del
2010 che prevede l’adozione di un regolamento, ai sensi dell’articolo
17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, per la revisione
della disciplina del trattamento economico dei professori e dei
ricercatori universitari gia’ in servizio e di quelli vincitori di
concorsi indetti fino alla data di entrata in vigore della legge
medesima;
Visto altresi’ l’articolo 8, comma 3, della legge n. 240 del 2010
che prevede l’adozione di un regolamento, ai sensi dell’articolo 17,
comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, per la disciplina della
rimodulazione, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica,
della progressione economica e dei relativi importi, anche su base
premiale, per i professori e i ricercatori assunti ai sensi della
legge medesima;
Vista la legge 4 novembre 2005, n. 230, e successive modificazioni,
e in particolare, l’articolo 1, comma 9;
Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, e, in particolare,
l’articolo 17, comma 125;
Vista la legge 24 dicembre 1993, n. 537, e, in particolare,
l’articolo 5, comma 9;
Visto l’articolo 1 del decreto-legge 27 dicembre 1989, n. 413,
convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1990, n. 37;
Visto l’articolo 3 del decreto-legge 11 gennaio 1985, n. 2,
convertito, con modificazioni, dalla legge 8 marzo 1985, n. 72;
Vista la legge 17 aprile 1984, n. 79, e in particolare, l’articolo
8;
Visto il decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con
modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43 e, in particolare,
l’articolo 1, comma 2;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n.
382, e successive modificazioni e, in particolare, gli articoli 36,
38 e 39;
Vista la legge 27 maggio 1959, n. 324, e successive modificazioni;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 5 maggio 2011;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla Sezione
consultiva per gli atti normativi nell’Adunanza del 26 luglio 2011;
Acquisiti i pareri della V Commissione e delle Commissioni riunite
I e VII della Camera dei deputati, espressi rispettivamente in data
28 settembre 2011 e 20 ottobre 2011, nonche’ della 7° Commissione del
Senato della Repubblica in data 9 novembre 2011;
Visto l’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e
successive modificazioni;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione dell’11 novembre 2011;
Sulla proposta del Ministro dell’istruzione, dell’universita’ e
della ricerca, di concerto il Ministro dell’economia e delle finanze;

Emana
il seguente regolamento:

Art. 1

Oggetto e ambito di applicazione

1. Il presente regolamento disciplina la revisione del trattamento
economico dei professori e dei ricercatori universitari gia’ in
servizio e di coloro i quali sono risultati vincitori di concorsi
indetti fino alla data di entrata in vigore della legge 30 dicembre
2010, n. 240, nonche’ il trattamento economico dei professori e dei
ricercatori assunti ai sensi della medesima legge.
2. Ai sensi del presente regolamento si intendono:
a) per professori e ricercatori universitari gia’ in servizio, i
professori e ricercatori universitari di ruolo in servizio alla data
di entrata in vigore della predetta legge;
b) per vincitori di concorsi indetti fino alla data di entrata in
vigore della legge 30 dicembre 2010, n. 240, i professori destinatari
di chiamata ai sensi della legge 3 luglio 1998, n. 210, anche in
virtu’ di quanto previsto ai sensi dell’articolo 29, comma 4, della
predetta legge n. 240 del 2010 e i ricercatori nominati in ruolo
all’esito di procedure di valutazione comparativa indette fino
all’entrata in vigore della medesima legge;
c) per professori assunti ai sensi della legge n. 240 del 2010, i
professori assunti secondo le procedure di cui agli articoli 18 e 24,
commi 5 e 6, della medesima legge;
d) per professori e ricercatori assunti secondo il regime
previgente, i professori e ricercatori universitari di ruolo di cui
alle lettere a) e b);
e) per “Legge”, la legge 30 dicembre 2010, n. 240.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art.10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n.1092, al solo fine
di facilitare la lettura delle disposizioni di legge alle
quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il valore e
l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Note alle premesse:
L’articolo 33, sesto comma, della Costituzione recita:
“Le istituzioni di alta cultura, universita’ ed
accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi
nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato.”.
L’articolo 87 della Costituzione conferisce, tra
l’altro, al Presidente della Repubblica il potere di
promulgare le leggi e di emanare i decreti aventi valore di
legge ed i regolamenti.
L’articolo 117, sesto comma, della Costituzione recita:
“La potesta’ regolamentare spetta allo Stato nelle
materie di legislazione esclusiva, salva delega alle
Regioni. La potesta’ regolamentare spetta alle Regioni in
ogni altra materia. I Comuni, le Province e le Citta’
metropolitane hanno potesta’ regolamentare in ordine alla
disciplina dell’organizzazione e dello svolgimento delle
funzioni loro attribuite.”.
Si riporta l’articolo 8, commi 1 e 3, della legge 30
dicembre 2010, n. 240 (Norme in materia di organizzazione
delle universita’, di personale accademico e reclutamento,
nonche’ delega al Governo per incentivare la qualita’ e
l’efficienza del sistema universitario), pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale 14 gennaio 2011, n. 10:
“1. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore
della presente legge il Governo, tenendo conto anche delle
disposizioni recate in materia dal decreto-legge 31 maggio
2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30
luglio 2010, n. 122, adotta un regolamento ai sensi
dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n.
400, per la revisione della disciplina del trattamento
economico dei professori e dei ricercatori universitari
gia’ in servizio e di quelli vincitori di concorsi indetti
fino alla data di entrata in vigore della presente legge,
come determinato dagli articoli 36, 38 e 39 del decreto del
Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 382, secondo
le seguenti norme regolatrici:
a) trasformazione della progressione biennale per
classi e scatti di stipendio in progressione triennale;
b) invarianza complessiva della progressione;
c) decorrenza della trasformazione dal primo scatto
successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore
della presente legge.”
“3. Entro sei mesi dalla data di entrata in vigore
della presente legge, il Governo adotta un regolamento ai
sensi dell’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto
1988, n. 400, per la rimodulazione, senza nuovi o maggiori
oneri per la finanza pubblica, della progressione economica
e dei relativi importi, anche su base premiale, per i
professori e i ricercatori assunti ai sensi della presente
legge, secondo le seguenti norme regolatrici:
a) abolizione del periodo di straordinariato e di
conferma rispettivamente per i professori di prima fascia e
per i professori di seconda fascia;
b) eliminazione delle procedure di ricostruzione di
carriera e conseguente rivalutazione del trattamento
iniziale;
c) possibilita’, per i professori e i ricercatori
nominati secondo il regime previgente, di optare per il
regime di cui al presente comma.”.
L’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n.
400 (Disciplina dell’attivita’ di Governo e ordinamento
della Presidenza del Consiglio dei Ministri), reca:
“2. Con decreto del Presidente della Repubblica, previa
deliberazione del Consiglio dei ministri, sentito il
Consiglio di Stato e previo parere delle Commissioni
parlamentari competenti in materia, che si pronunciano
entro trenta giorni dalla richiesta, sono emanati i
regolamenti per la disciplina delle materie, non coperte da
riserva assoluta di legge prevista dalla Costituzione, per
le quali le leggi della Repubblica, autorizzando
l’esercizio della potesta’ regolamentare del Governo,
determinano le norme generali regolatrici della materia e
dispongono l’abrogazione delle norme vigenti, con effetto
dall’entrata in vigore delle norme regolamentari.”.
Si riporta il testo dell’articolo 1, comma 9, della
legge 4 novembre 2005, n. 230 (Nuove disposizioni
concernenti i professori e i ricercatori universitari e
delega al Governo per il riordino del reclutamento dei
professori universitari):

…TESTO COMPLETO IN FORMATO ZIP/PDF

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 232 – Regolamento per la disciplina del trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari, a norma dell’articolo 8, commi 1 e 3 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (12G0018) – (GU n. 33 del 9-2-2012

Agrinews.info