DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 febbraio 2007, n.42 - Regolamento recante disposizioni in materia di direttori scientifici degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico | Agrinews.info

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 febbraio 2007, n.42 – Regolamento recante disposizioni in materia di direttori scientifici degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 febbraio 2007, n.42 - Regolamento recante disposizioni in materia di direttori scientifici degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico - IRCCS. (GU n. 80 del 5-4-2007)

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 febbraio 2007, n.42

Regolamento recante disposizioni in materia di direttori scientifici
degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico – IRCCS.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 87 e 117 della Costituzione;
Visto l’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e
successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288, recante
riordino della disciplina degli Istituti di ricovero e cura a
carattere scientifico, a norma dell’articolo 42, comma 1, della legge
16 gennaio 2003, n. 3;
Visti in particolare gli articoli 3, comma 4, e 5, comma 1, del
citato decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288, che prevedono che
il Direttore scientifico responsabile della ricerca sia nominato dal
Ministro della salute, sentito il Presidente della regione
interessata;
Visto l’Atto di intesa di cui all’Accordo tra Stato, regioni e
province autonome di Trento e di Bolzano in data 1° luglio 2004,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 173 del 26 luglio 2004,
recante organizzazione, gestione e funzionamento degli Istituti di
ricovero e cura a carattere scientifico non trasformati in
fondazioni;
Visto il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive
modificazioni;
Ritenuta pertanto l’opportunita’ di adottare un regolamento di
attuazione della disciplina del potere del Ministro della salute di
nomina del Direttore scientifico degli Istituti di ricovero e cura a
carattere scientifico;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione dell’8 settembre 2006;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano
nella seduta del 14 dicembre 2006;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla Sezione
consultiva per gli atti normativi nell’adunanza dell’8 gennaio 2007;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 7 febbraio 2007;
Sulla proposta del Ministro della salute, di concerto con il
Ministro dell’universita’ e della ricerca, con il Ministro per le
riforme e l’innovazione nella pubblica amministrazione, con il
Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro per gli
affari regionali e le autonomie locali;
E m a n a
il seguente regolamento:
Art. 1.
Modalita’ di selezione, incarico e revoca
dei direttori scientifici degli IRCCS
1. La nomina del direttore scientifico degli Istituti di ricovero e
cura a carattere scientifico (IRCCS) e’ effettuata dal Ministro della
salute nel rispetto dei criteri generali fissati dall’atto di intesa
tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di
Bolzano e delle competenze statutarie, di cui all’articolo 5 del
decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288.
2. A tale fine e’ tempestivamente pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana apposito bando, con indicazione
delle modalita’ e dei tempi di presentazione delle domande.
3. Le domande sono esaminate dalla Commissione di cui al comma 4,
che seleziona una terna di candidati, secondo criteri specifici
predefiniti dal Ministro della salute, che provvede alla nomina del
candidato prescelto nell’ambito della terna.
4. La Commissione e’ costituita con provvedimento del Ministro
della salute ed e’ composta dal Direttore generale della ricerca
scientifica e tecnologica, da un rappresentante competente designato
dalla regione ove l’istituto ha la sede principale, da tre
rappresentanti della comunita’ scientifica, anche di nazionalita’
straniera, di indiscussa fama internazionale nella disciplina,
individuati tenendo conto dell’equilibrio di genere. Il Presidente
della commissione e’ nominato dal Ministro della salute tra i tre
rappresentanti della comunita’ scientifica. La presente disposizione
si attua nel rispetto degli obiettivi di risparmio di cui
all’articolo 29 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito,
con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248.
5. L’incarico di cui al comma 1 e’ revocato dal Ministro della
salute, sentiti il Presidente della regione interessata ed il
Consiglio di indirizzo e di verifica di cui all’articolo 2 dell’Atto
di intesa in data 1° luglio 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
n. 173 del 26 luglio 2004, per gli IRCCS non trasformati in
fondazioni, ovvero il consiglio di amministrazione di cui
all’articolo 3 del decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288, per
le fondazioni – IRCCS, in caso di:
a) mancato raggiungimento degli obiettivi assegnati;
b) responsabilita’ grave o reiterata;
c) in tutti gli altri casi previsti dal relativo contratto di
prestazione d’opera intellettuale.
6. La revoca e’ adottata con il procedimento previsto dalla legge
7 agosto 1990, n. 241, e successive modifi-cazioni, e dalle clausole
del contratto di prestazione d’opera intellettuale disciplinate
dall’articolo 2230 del codice civile.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
Dato a Roma, addi’ 26 febbraio 2007
NAPOLITANO
Prodi, Presidente del Consiglio dei
Ministri
Turco, Ministro della salute
Mussi, Ministro dell’universita’ e
della ricerca
Nicolais, Ministro per le riforme e
l’innovazione nella pubblica
amministrazione
Padoa Schioppa, Ministro dell’economia
e delle finanze
Lanzillotta, Ministro per gli affari
regionali e le autonomie locali
Visto, il Guardasigilli: Mastella
Registrato alla Corte dei conti il 22 marzo 2007
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 1, foglio n. 304

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia ai sensi
dell’art. 10, commi 2 e 3, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle leggi,
sull’emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
modificate o alle quali e’ operato il rinvio. Restano
invariati il valore e l’efficacia degli atti legislativi
qui trascritti.
Note alle premesse:
– L’art. 87, comma quinto, della Costituzione
conferisce al Presidente della Repubblica il potere di
promulgare le leggi e di emanare i decreti aventi valore di
legge e i regolamenti.
– Si riporta il testo dell’art. 117 della Costituzione:
«Art. 117. – La potesta’ legislativa e’ esercitata
dallo Stato e dalle regioni nel rispetto della
Costituzione, nonche’ dei vincoli derivanti
dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi
internazionali.
Lo Stato ha legislazione esclusiva nelle seguenti
materie:
a) politica estera e rapporti internazionali dello
Stato; rapporti dello Stato con l’Unione europea; diritto
di asilo e condizione giuridica dei cittadini di Stati non
appartenenti all’Unione europea;
b) immigrazione;
c) rapporti tra la Repubblica e le confessioni
religiose;
d) difesa e Forze armate; sicurezza dello Stato;
armi, munizioni ed esplosivi;
e) moneta, tutela del risparmio e mercati finanziari;
tutela della concorrenza; sistema valutario; sistema
tributario e contabile dello Stato; perequazione delle
risorse finanziarie;
f) organi dello Stato e relative leggi elettorali;
referendum statali; elezione del Parlamento europeo;
g) ordinamento e organizzazione amministrativa dello
Stato e degli enti pubblici nazionali;
h) ordine pubblico e sicurezza, ad esclusione della
polizia amministrativa locale;
i) cittadinanza, stato civile e anagrafi;
l) giurisdizione e norme processuali; ordinamento
civile e penale; giustizia amministrativa;
m) determinazione dei livelli essenziali delle
prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che
devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale;
n) norme generali sull’istruzione;
o) previdenza sociale;
p) legislazione elettorale, organi di governo e
funzioni fondamentali di comuni, province e citta’
metropolitane;
q) dog…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 febbraio 2007, n.42 – Regolamento recante disposizioni in materia di direttori scientifici degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico

Agrinews.info