MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO | Agrinews.info

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO - DECRETO 31 luglio 2003: Modifiche al decreto 4 giugno 2001, n. 467, relativo all'individuazione dei programmi nazionali, previsti ex art. 3 del decreto n. 337 del 2000. (GU n. 260 del 8-11-2003)

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

DECRETO 31 luglio 2003

Modifiche al decreto 4 giugno 2001, n. 467, relativo
all’individuazione dei programmi nazionali, previsti ex art. 3 del
decreto n. 337 del 2000.

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO
Visto il decreto ministeriale 20 luglio 2000, n. 337, registrato
alla Corte dei conti il 2 novembre 2000, registro n. 1 Ambiente,
foglio n. 374, e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 273 del
22 novembre 2000, «Regolamento recante criteri e modalita’ di
utilizzazione delle risorse destinate per l’anno 1999 alle finalita’
di cui all’art. 8, comma 10, lettera f) della legge 23 dicembre 1998,
n. 448»;
Visto il decreto ministeriale n. 467/PIA/DEC/2001 del 4 giugno 2001
– registrato alla Corte dei Conti – Ufficio controllo atti Ministeri
delle infrastrutture ed assetto del territorio il 17 luglio 2001,
registro n. 5, foglio n. 1, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 205 del 4 settembre 2001, di definizione dei
programmi e delle azioni di rilievo nazionale per la riduzione delle
emissioni inquinanti;
Visto il decreto ministeriale n. 23/P.I.A./DEC/2002 del 5 febbraio
2002 – registrato alla Corte dei conti Ufficio controllo atti
Ministeri delle infrastrutture ed assetto del territorio il
14 febbraio 2002, registro n. 1 foglio n. 96 e pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – serie generale – n. 56
del 7 marzo 2002, con cui sono state apportate modifiche al decreto
ministeriale n. 467 del 2001 ai sensi dell’art. 1 del medesimo
decreto;
Visto il decreto ministeriale n. 310/PIA/DEC/2002 del 13 giugno
2002 – registrato alla Corte dei conti Ufficio controllo atti
Ministeri delle infrastrutture ed assetto del territorio il 23 luglio
2002, registro n. 3 foglio n. 345, con cui si e’ proceduto ad una
seconda rimodulazione dei programmi approvati con il precedente
decreto n. 467 del 2001;
Considerato l’art. 1, comma 3 del decreto ministeriale n. 467 del
2001 prevede che «Con decreto del Ministero dell’ambiente potranno
essere apportate, su richiesta dei soggetti pubblici responsabili,
modifiche ed integrazioni agli elenchi di cui agli allegati 1 e 2,
nel rispetto delle risorse finanziarie assegnate ad ogni programma di
rilievo nazionale»;
Considerato che gli interventi esposti negli allegati 1 e 2 del
decreto ministeriale 467 del 2001 attengono azioni dirette del
Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio da attuarsi, ai
sensi dell’art. 3 del decreto ministeriale n. 337 del 2000 in maniera
coordinata con gli interventi previsti dal Programma cui all’art. 2
dello stesso decreto n. 337;
Considerato che per i programmi nazionali previsti dall’art. 3 del
decreto ministeriale 337 del 2000, data anche la natura degli stessi,
l’unico soggetto responsabile e’ il Ministero dell’ambiente e della
tutela del territorio in quanto gli altri soggetti esposti negli
allegati 1 e 2 del decreto ministeriale n. 467 del 2001 rappresentano
i soggetti attraverso i quali dare attuazione ai programmi mediante
la stipula degli atti previsti dall’art. 2 dello stesso decreto n.
467;
Vista la nota n. 4458/22 del 10 marzo 2003 con cui la Regione
Piemonte ha comunicato che non puo’ dar luogo all’attuazione
dell’intervento 3/B «Progetto per la costruzione e l’esercizio
sperimentale di un automotrice ferroviaria con celle a combustibile»,
inserito nel Programma nazionale di ricerca per la riduzione delle
emissioni, in quanto uno dei soggetti esecutori ha rappresentato
l’impossibilita’ di dare ulteriore corso al progetto;
Considerato, inoltre, che nel prosieguo dell’istruttoria interna
svolta dalla competente Direzione generale i sotto elencati programmi
non risultano al momento realizzabili:
Programma nazionale di ricerca per le riduzioni delle emissioni:
2/c: Solarizzazione penitenziari italiani;
2/d: Programma nazionale di solarizzazione degli Istituti Autonomi
Case Popolari;
2/e: Ingegneria sistemi fotovoltaici per applicazioni stand alone e
l’integrazione nell’edilizia;
2/f: Progetti di cogenerazione urbana e teleriscaldamento;
3/a: Progetti sperimentali uso biodisel ad elevate concentrazioni
nell’ambito delle grandi citta’;
3/b: Progetto per la costruzione e l’esercizio sperimentale di una
automotrice ferroviaria con cella a combustibile;
3/e: Prosecuzione del progetto di aggiornamento tecnologico sulle
caldaie industriali site nell’area della grande Milano.
Programmi di cooperazione internazionale nell’ambito dei meccanismi
di Kyoto:
Sottoprogramma 4: Programma di cooperazione internazionale con la
Repubblica del Sud Africa:
4/a: Promozione delle energie pulite e fonti rinnovabili per la
produzione di energia;
4/b: Promozione dell’agricoltura e della forestazione
«sostenibile».
Sottoprogramma 6: Egitto, per lo sviluppo dei programmi avviati con
il Ministero dell’ambiente egiziano:
6/a Costruzione di una centrale elettrica alimentata a gas
naturale costituita da due unita’ vapore da circa 340 MW ognuna.
Sottoprogramma 7: Brasile, per lo sviluppo dei programmi avviati
con il Ministero dell’ambiente brasiliano:
7/a: Progetto di forestazione e valorizzazione energetica
nell’ambito del ciclo di lavorazione del legno.
Tenuto conto dell’esigenza di dare avvio nei tempi piu’ brevi a
programmi sostitutivi che assicurino una immediata fattibilita’;
Atteso che sono stati individuati, nell’ambito del «Programma
nazionale di ricerca per le riduzioni delle emissioni» i seguenti
sottoprogrammi che potranno essere avviati in tempi brevi:
2/h: Progetto di promozione della filiera dell’idrogeno nell’area
industriale di Porto Marghera, Accordo programmatico con la regione
Veneto;
3/h: Programma pilota di informazione finalizzato alla
sostituzione di caldaie per uso civile a bassa efficienza con caldaie
a «4 stelle» a condensazione: Accordo programmatico con la Regione
Lazio;
3/i: Diffusione dei sistemi ad alta efficienza di
microgenerazione diffusa di energia elettrica e calore: Accordo
programmatico con Confindustria;
4/b: Estensione del programma per lo sviluppo di motori a basse
emissioni o emissioni zero per veicoli e motoveicoli, in fase di
attuazione; supporto ai programmi di ricerca delle imprese.
Atteso che una quota delle risorse disponibili sul Sottoprogramma
2, pari a euro 716.224, e sul Sottoprogramma 3, pari a euro 856.853,
per un totale di euro 1.573.077 devono essere assegnate al
Sottoprogramma 4 del Programma nazionale di ricerca per la riduzione
delle emissioni;
Atteso che sono stati individuati, nell’ambito dei «Programmi di
cooperazione internazionale nell’ambito dei meccanismi di Kyoto» i
seguenti sottoprogrammi che attuano accordi immediatamente
eseguibili:
4: Programma di cooperazione in campo ambientale con la Repubblica
Algerina:
4/a Attuazione della prima fase del Programma di cooperazione di
cui all’Accordo firmato il 17 giugno 2002;
Considerato che sono stati individuati e concordati ulteriori
sottoprogrammi, immediatamente avviabili, nell’ambito del programma
di cooperazione con la Repubblica popolare di Cina, previsto dal
Programma 1 – allegato 2 al decreto ministeriale 467/ 2001;
Atteso che l’integrazione con ulteriori risorse del citato
programma di cooperazione con la Repubblica popolare di Cina consente
l’avvio immediato di sottoprogrammi finalizzati alla riduzione delle
emissioni;
Considerato, inoltre, che puo’ essere data attuazione alla prima
fase dell’Accordo di cooperazione con la Repubblica di Egitto,
firmato il 27 gennaio 2003, e che le relative attivita’ sostituiscono
il sottoprogramma individuato dall’intervento 6/a – allegato 2 al
decreto ministeriale n. 467/2001;
Ritenuto pertanto necessario procedere alla ridefinizione
dell’assegnazione delle risorse ai Sottoprogrammi 6, 10 e 11 di cui
all’allegato 2 al decreto ministeriale n. 467/2001;
Considerato che le risorse resesi disponibili – dopo l’attuazione
dei progetti, ovvero dopo la cancellazione o rimodulazione degli
stessi – nei sottoprogrammi di cui all’allegato 2 al decreto
ministeriale n. 467/2001, per un importo pari a euro 2.778.208,00,
possono essere destinate al sottoprogramma 1 per euro 2.328.208, al
Programma di cooperazione con la Repubblica Algerina per euro
450.000;
Considerato che le modifiche ed integrazioni da apportare
richiedono una nuova definizione degli elenchi di cui all’art. 1 del
citato decreto ministeriale n. 467, sia per quanto riguarda il
Programma nazionale di ricerca per le riduzioni delle emissioni che
per quanto riguarda i Programmi di cooperazione internazionale
nell’ambito dei «Meccanismi di Kyoto», nel rispetto delle dotazioni
finanziarie assegnate ad ogni singolo programma;
Ritenuto, pertanto, necessario apportare le necessarie modifiche ed
integrazioni, ai sensi dell’art. 1, 3° comma del decreto ministeriale
n. 467 del 2001;
Visto il decreto direttoriale 28 settembre 2001 – pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 236 del 10 ottobre 2001 – con cui e’ stata
concessa una proroga del termine di cui all’art. 2 del decreto
ministeriale n. 467/PIA/DEC/2001 del 4 giugno 2001 fissando tale
termine al 15 novembre 2001;
Vista la direttiva generale per l’anno 2003 emanata con decreto
ministeriale GAB/DEC/57/2003 del 4 aprile 2003 e registrata alla
Corte dei conti il 9 luglio 2003 – Registro n. 3, foglio n. 186;
Vista la proposta del direttore generale della Direzione protezione
internazionale dell’ambiente in data 23 luglio 2003, predisposta
previa consultazione co…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO

Agrinews.info