MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 6 febbraio 2006 | Agrinews.info

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 6 febbraio 2006

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 6 febbraio 2006 - Definizione dei criteri applicativi del regolamento attuativo 13 gennaio 2004, n. 73, per l'attribuzione dei benefici previsti in favore del comparto delle fonderie di ghisa e di acciaio, previsto dall'articolo 12 della legge 12 dicembre 2002, n. 273. (GU n. 36 del 13-2-2006)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 6 febbraio 2006
Definizione dei criteri applicativi del regolamento attuativo 13
gennaio 2004, n. 73, per l’attribuzione dei benefici previsti in
favore del comparto delle fonderie di ghisa e di acciaio, previsto
dall’articolo 12 della legge 12 dicembre 2002, n. 273.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123, recante
disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno
pubblico alle imprese, a norma dell’art. 4, comma 4, lettera c),
della legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visto l’art. 12 della legge 12 dicembre 2002, n. 273;
Visto il proprio decreto 13 gennaio 2004, n. 73, recante norme di
attuazione dell’art. 12 della legge 12 dicembre 2002, n. 273,
concernente il sostegno del programma nazionale di razionalizzazione
del comparto delle fonderie di ghisa e di acciaio;
Visto l’art. 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive
modificazioni e integrazioni;
Ritenuta la necessita’ di definire i criteri per l’attribuzione dei
benefici come delineati dal citato decreto 13 gennaio 2004, n. 73;
Decreta:

Art. 1.
Indennizzo
1. L’indennizzo per la perdita del valore patrimoniale
dell’impianto, determinata dall’adesione dell’impresa istante al
programma nazionale di riorganizzazione della capacita’ produttiva
nel settore delle fonderie e’ costituito dal contributo per la
distruzione fisica degli impianti e macchinari che compongono il
ciclo di produzione, di cui all’art. 2 del decreto ministeriale
13 gennaio 2004, n. 73, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana – serie generale – n. 69 del 23 marzo 2004.

Art. 2.
Istruttoria
1. L’indennizzo di cui all’art. 1 e’ corrisposto in seguito alla
cancellazione dell’impresa dal «Registro delle imprese» ai sensi
dell’art. 2495 del codice civile, ovvero per le imprese costituite da
piu’ rami di attivita’, in seguito a cessione del ramo di attivita’
di fonderia ad altra impresa di nuova costituzione, la quale, dopo
aver concluso le operazioni e gli adempimenti per la distruzione
fisica degli impianti, cessi l’attivita’. In ogni caso l’indennizzo
non puo’ essere corrisposto, qualora gli impianti non risultino
distrutti entro un anno dalla pubblicazione del decreto nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Art. 3.
Valore degli impianti
1. La misura del contributo e’ determinata in conformita’ all’art.
2, comma 3, del decreto del 13 gennaio 2004, n. 73, con provvedimento
del direttore generale della Direzione generale per lo sviluppo
produttivo e competitivita’.
2. Per l’istruttoria tecnica, il Ministro delle attivita’
produttive puo’ avvalersi dell’I.P.I. – Istituto per la promozione
industriale, organo sottoposto alla vigilanza del Ministero,
stipulando apposita convenzione, nei limiti dello stanziamento
autorizzato dall’art. 12 della legge 12 dicembre 2002, n. 273.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 6 febbraio 2006
Il Ministro: Scajola

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 6 febbraio 2006

Agrinews.info