MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI | Agrinews.info

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI - DECRETO 1 ottobre 2002, n.225: Regolamento recante modalita' e criteri di attribuzione del contributo previsto dall'articolo 52, comma 18, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, per le emittenti radiofoniche locali. (GU n. 242 del 15-10-2002)

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

DECRETO 1 ottobre 2002, n.225

Regolamento recante modalita’ e criteri di attribuzione del
contributo previsto dall’articolo 52, comma 18, della legge
28 dicembre 2001, n. 448, per le emittenti radiofoniche locali.

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI
di concerto con
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Vista la legge 6 agosto 1990, n. 223;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, ed in particolare
l’articolo 12, che prevede la determinazione dei criteri e delle
modalita’ per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed
ausili finanziari;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 250, e successive modificazioni e
integrazioni;
Visto il decreto-legge 19 ottobre 1992, n. 407, convertito, con
modificazioni, dalla legge 17 dicembre 1992, n. 482;
Visto il decreto-legge 27 agosto 1993, n. 323, convertito, con
modificazioni, dalla legge 27 ottobre 1993, n. 422;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249;
Vista la legge 30 aprile 1998, n. 122;
Visto il decreto-legge 30 gennaio 1999, n. 15, convertito, con
modificazioni, dalla legge 29 marzo 1999, n. 78, recante
“Disposizioni urgenti per lo sviluppo equilibrato dell’emittenza
televisiva e per evitare la costituzione o il mantenimento di
posizioni dominanti nel settore radiotelevisivo”;
Visto il decreto-legge 18 novembre 1999, n. 433, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 gennaio 2000, n. 5, recante
“Disposizioni urgenti in materia di esercizio dell’attivita’
radiotelevisiva locale e di termini relativi al rilascio delle
concessioni per la radiodiffusione televisiva privata su frequenze
terrestri in ambito locale”;
Vista la legge 23 dicembre 1999, n. 488, recante disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni di concerto con
il Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione economica
21 settembre 1999, n. 378, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 254 del 28 ottobre 1999;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica di concerto con il Ministro delle
comunicazioni 23 ottobre 2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 251 del 26 ottobre 2000;
Visto il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari
in materia di documentazione amministrativa emanato con decreto del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;
Visto il decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, convertito, con
modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66, recante
“Disposizioni urgenti per il differimento di termini in materia di
trasmissioni radiotelevisive analogiche e digitali, nonche’ per il
risanamento di impianti radiotelevisivi”;
Visto il decreto-legge 12 giugno 2001, n. 217, recante
“Modificazioni al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, nonche’
alla legge 23 agosto 1988, n. 400, in materia di organizzazione del
Governo”, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2001,
n. 317;
Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 448, concernente disposizioni
per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ed,
in particolare, l’articolo 52, comma 18;
Ritenuto di dover dare attuazione alle disposizioni contenute nel
predetto articolo 52, comma 18, della predetta legge 28 dicembre
2001, n. 448, concernenti le emittenti radiofoniche locali;
Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Udito il parere del Consiglio di Stato, reso nell’adunanza della
sezione consultiva per gli atti normativi del 17 giugno 2002;
Vista la comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
del 31 luglio 2002;

A d o t t a

il seguente regolamento:
Art. 1.
Beneficiari e ripartizione della somma stanziata

1. Possono beneficiare delle misure di sostegno previste per le
emittenti radiofoniche locali dall’articolo 52, comma 18, della legge
28 dicembre 2001, n. 448, a decorrere dall’anno 2002, quantificate in
Euro 6.234.946,57 annui, le emittenti radiofoniche locali
legittimamente esercenti alla data di entrata in vigore della legge
28 dicembre 2001, n. 448, di seguito denominata “la legge”.
2. Per emittenti legittimamente esercenti si intendono le emittenti
in possesso dei requisiti previsti dall’articolo 1, comma 2-bis, del
decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, convertito, con modificazioni,
dalla legge 20 marzo 2001, n. 66, che hanno inoltrato al Ministero
delle comunicazioni, nei termini previsti, la domanda di verifica del
possesso dei requisiti alla data del 30 settembre 2001.
3. L’ammontare annuo dello stanziamento e’ attribuito alle
emittenti aventi titolo all’erogazione del contributo per tre
dodicesimi alle emittenti radiofoniche a carattere commerciale e per
tre dodicesimi alle emittenti radiofoniche a carattere comunitario.
Alle emittenti la cui sede operativa principale e’ ubicata nelle
regioni Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna e’
riconosciuta, rispettivamente sulla base della quota attribuita alle
emittenti radiofoniche commerciali e della quota attribuita alle
emittenti radiofoniche comunitarie, una maggiorazione del contributo
pari al 15 per cento. Sono escluse da tale maggiorazione le emittenti
che nel biennio precedente a quello di presentazione della domanda
hanno conseguito una media del fatturato superiore a Euro 258.000.
4. I sei dodicesimi dello stanziamento annuo sono attribuiti sulla
base di una graduatoria predisposta tenendo conto delle condizioni e
degli elementi indicati nell’articolo 2, in maniera proporzionale al
punteggio ottenuto da ciascuna emittente.

Avvertenza:
II testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dell’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione dalle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.

Nota al titolo:
– Il testo dell’art. 52, comma 18, della legge
28 dicembre 2001, n. 448, e’ riportato nelle note all’art.
1.

Note alle premesse:
– Il testo dell’art. 12 della legge 7 agosto 1990, n.
241 recante “nuove norme in materia di procedimento
amministrativo e di diritto di accesso ai documenti
amministrativi” e’ il seguente:
“Art. 12. – l. La concessione di sovvenzioni,
contributi, sussidi ed ausili finanziari e l’attribuzione
di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti
pubblici e privati sono subordinate alla predeterminazione
ed alla pubblicazione da parte delle amministrazioni
procedenti, nelle forme previste dai rispettivi
ordinamenti, dei criteri e delle modalita’ cui le
amministrazioni stesse devono attenersi.
2. L’effettiva osservanza dei criteri e delle modalita’
di cui al comma 1 deve risultare dai singoli provvedimenti
relativi agli interventi di cui al medesimo comma l”.
– Il decreto ministeriale 21 settembre 1999, n. 378,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 28 ottobre 1999, n.
254, concerne “Regolamento recante norme per la concessione
alle emittenti televisive locali dei benefici previsti
dall’art. 45, comma 3, della legge 23 dicembre 1998, n.
448”.
– Il decreto ministeriale 23 ottobre 2000, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale 26 ottobre 2000, n. 251, concerne
l’individuazione dei soggetti che eserciscono
legittimamente l’attivita’ di radiodiffusione, pubblica e
privata, sonora e televisiva, in ambito nazionale e locale,
tenuti al pagamento del canone annuo previsto dal comma 9,
dell’art. 27, della legge 23 dicembre 1999, n. 488.

Note all’art. 1:
– Il testo dell’art. 52, comma 18, della legge 28
dicembre 2001, n. 448, concernente “Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato
(legge finanziaria 2002)”, e’ il seguente:
“18. Il finanziamento annuale di cui all’art. 27,
comma 10, sesto periodo, della legge 23 dicembre 1999, n.
488, e successive modificazioni, e’ incrementato, a
decorrere dal 2002, di un importo pari a 20 milioni di euro
in ragione di anno. La previsione di cui all’art. 145,
comma 19, secondo periodo, della legge 23 dicembre 2000, n.
388, si estende agli esercizi finanziari 1999 e 2000. Delle
misure di sostegno di cui al presente comma possono
beneficiare, a decorrere dall’anno 2002, anche le emittenti
radiofoniche locali legittimamente esercenti alla data di
entrata in vigore della presente legge, nella misura
complessivamente non superiore ad un decimo dell’ammontare
globale dei contributi stanz…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

Agrinews.info