MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Agrinews.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 5 agosto 2002, n.218 : Regolamento di sicurezza per le navi abilitate alla pesca costiera. (GU n. 231 del 2-10-2002)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 5 agosto
2002, n.218

Regolamento di sicurezza per le navi abilitate alla
pesca costiera.

Sezione I
Generalita’
IL MINISTRO DELLE
INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
di concerto
con
IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Visto l’articolo 2, comma 2, del decreto-legge 30 settembre 1994,
n.
561, convertito con legge 30 novembre 1994, n. 655,
recante
“Misure urgenti in materia di pesca ed acquacoltura”, che
prevede
l’emanazione di un regolamento concernente le norme di
sicurezza da
applicarsi alle unita’ da pesca;
Visto il decreto
legislativo 18 dicembre 1999, n. 541, “Attuazione
delle direttive
97/1970/CE e 1999/19/CE sull’istituzione del regime
di sicurezza
armonizzato per le navi da pesca di lunghezza uguale o
superiore a 24
metri”;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8
novembre 1991,
n. 435, recante “Approvazione del regolamento per la
sicurezza della
navigazione e della vita umana in mare”;
Visto
l’articolo 9 del decreto del Presidente della Repubblica 2
ottobre
1968, n. 1639, che definisce i limiti della pesca
costiera
ravvicinata e della pesca costiera locale;
Visto il
decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
30 agosto
2001 che ha reso obbligatoria l’installazione dell’apparato
di
localizzazione satellitare denominato “blue box”, previsto
dal
Regolamento CE 2847/93;
Visto l’articolo 23 della legge 6
marzo 1976, n. 51, che prevede
l’emanazione di un regolamento di
sicurezza per la pesca costiera,
locale e ravvicinata;
Visto il
decreto del Ministro della marina mercantile 22 giugno
1982,
“Approvazione del regolamento di sicurezza per le
navi
abilitate all’esercizio della pesca costiera (locale e
ravvicinata)”;
Visto il decreto del Ministro delle politiche
agricole e forestali,
di concerto con il Ministro dei trasporti
e della navigazione,
emanato il 19 aprile 2000 e recante
“Regime definitivo di
operativita’ delle navi da pesca costiera
locale”;
Visto il decreto del Ministro della marina mercantile 4
novembre
1993 “Sistemazione a bordo di navi di un radiosegnale
marittimo di
localizzazione via satellite e di un ricevitore Navtex”;

Rilevata la necessita’ di definire, con apposito regolamento,
i
parametri di sicurezza delle navi abilitate alla pesca costiera;

Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;

Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla
sezione
consultiva per gli atti normativi nell’adunanza dell’11 aprile
2002;
Vista la comunicazione al Presidente del Consiglio dei
Ministri, a
norma dell’articolo 17, comma 3, della citata legge n.
400 del 1988,
effettuata con nota n. 2260 del 9 luglio 2002;

A d o t t a
il seguente
regolamento:

Art. 1.

Oggetto del regolamento

1. Il presente regolamento
disciplina le norme di sicurezza da
applicarsi alle navi che
esercitano la pesca costiera, ravvicinata e
locale, cosi’ come
definite dall’articolo 9 del decreto del
Presidente della
Repubblica 2 ottobre 1968 n. 1639, modificato
dall’articolo 2,
comma 1, del decreto-legge 30 settembre 1994, n.
561, citato in
premessa, fatto salvo quanto previsto dal decreto
legislativo 18
dicembre 1999, n. 541, per le navi da pesca di
lunghezza uguale
o superiore a 24 metri sia nuove che esistenti,
nella misura in
cui a queste ultime si applica tale normativa.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’
stato redatto
dall’amministrazione competente per
materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico
delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi,
sull’emanazione dei
decreti del Presidente della
Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della
Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre
1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle
disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio.
Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti
legislativi qui trascritti.
Note alla premessa:

– L’art. 2, comma 2, del decreto-legge 30 settembre

1994, n. 561 (Gazzetta Ufficiale 1 ottobre 1994, n. 230),

convertito, con modificazioni, dalla legge 30 novembre

1994, n. 655, recante: “Misure urgenti in materia di pesca

ed acquacoltura”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale

30 novembre 1994, n. 280, cosi’ recita:
“2. Il
Ministro dei trasporti e della navigazione, di
concerto con
il Ministro delle risorse agricole, alimentari
e forestali,
emana apposito regolamento contenente le norme
di sicurezza
da applicarsi alle unita’ che operano nei
limiti di cui
al comma 1”.
– Il decreto legislativo 18 dicembre
1999, n. 541,
recante: “Attuazione delle direttive
97/1970/CE e
1999/19/CE sull’istituzione del regime
di sicurezza
armonizzato per le navi da pesca di
lunghezza uguale o
superiore a 24 metri” e’
pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale 12 febbraio 2000, n.
35, supplemento ordinario.
– Il decreto del Presidente
della Repubblica 8 novembre
1991, n. 435, recante:
“Approvazione del regolamento per la
sicurezza della
navigazione e della vita umana in mare” e’
pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale 22 gennaio 1992, n. 17,
supplemento
ordinario.
– L’art. 9 del decreto del Presidente della
Repubblica
2 ottobre 1968, n. 1639, recante:
“Regolamento per
l’esecuzione della legge 14 luglio
1965, n. 963,
concernente la disciplina della
pesca marittima”,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 25
luglio 1969, n. 188,
supplemento ordinario, cosi’ recita:

“Art. 9 (Tipi di pesca professionale). – Con

riferimento alle navi indicate nell’articolo precedente, ed

alle categorie di pesca previste dall’art. 220 codice della

navigazione e dall’art. 408 del regolamento per la

navigazione marittima, approvato con decreto del Presidente

della Repubblica 15 febbraio 1952, n. 328, la pesca

professionale si distingue nei seguenti tipi: pesca

costiera, pesca mediterranea o d’altura, pesca oltre gli

stretti od oceanica; la pesca costiera, a sua volta, si

divide in pesca locale e pesca ravvicinata.
La pesca
locale si esercita nelle acque marittime fino
ad una
distanza di sei miglia dalla costa, con o senza navi
da
pesca di quarta categoria, o da terra. Nel rispetto

della normativa internazionale, la pesca ravvicinata si

esercita nelle acque marittime fino ad una distanza di 40

miglia dalla costa, con navi da pesca di categoria non

inferiore alla terza.
La pesca d’altura si esercita
nelle acque del mare
Mediterraneo, con navi da pesca di
categoria non inferiore
alla seconda.
La
pesca oceanica si esercita oltre gli stretti, con
navi di
prima categoria.”.
– Il decreto del Ministro per le
politiche agricole e
forestali 30 agosto 2001 recante
“Installazione del sistema
di rilevazione satellitare a
bordo dei motopescherecci” e’
pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale 9 febbraio 2002, n. 34.
– Il regolamento CE
2847/93 del Consiglio istituisce un
regime di controllo
applicabile nell’ambito comune della
pesca.

L’art. 23 della legge 6 marzo 1976, n. 51, recante:

“Modificazioni ed integrazioni alla legge 11 febbraio 1971,

n. 50, recante norme sulla navigazione da diporto”,

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale 20 marzo 1976, n. 74,

cosi’ recita:
“Art. 23. – Il Ministro per la marina
mercantile, di
concerto con il Ministro per i trasporti,
emanera’, entro
sei mesi dall’entrata in vigore della
presente legge,
apposito regolamento contenente le norme
di sicurezza cui
dovranno attenersi le unita’ da diporto
in relazione alle
loro caratteristiche e al loro impiego e
le barche da pesca
costiera (locale e ravvicinata).

All’entrata in vigore del regolamento suddetto

cessera’, per i natanti di cui al precedente comma,

l’applicazione delle norme per la sicurezza della

navigazione e della vita umana in mare, contenute nel

regolamento approvato con decreto del Presidente della

Repubblica del 14 novembre 1972, n. 1154.”.
– Il
decreto del Ministro della marina mercantile
22 giugno
1982, recante: “Approvazione del regolamento di
sicurezza
per le navi abilitate all’esercizio della pesca
costiera
(locale e ravvicinata)” e’ pubblicato nella
Gazzetta
Ufficiale 22 luglio 1982, n. 200.
– Il decreto del
Ministro per le politiche agricole e
forestali, di
concerto con il Ministro dei trasporti e
della
navigazione 19 aprile 2000, recante: “Regime

definitivo di operativita’ delle …

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Agrinews.info