MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 19 dicembre 2011 | Agrinews.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 19 dicembre 2011

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 19 dicembre 2011 - Riparto delle risorse del «Piano nazionale di edilizia abitativa», allegato al DPCM 16 luglio 2009. (12A01766) - (GU n. 41 del 18-2-2012 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 19 dicembre 2011

Riparto delle risorse del «Piano nazionale di edilizia abitativa»,
allegato al DPCM 16 luglio 2009. (12A01766)

IL CAPO DIPARTIMENTO
per le infrastrutture, gli affari generali ed il personale
del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

di concerto con

IL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO
del Ministero dell’economia e delle finanze

Visto il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con
modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, recante
«Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione,
la competitivita’, la stabilizzazione della finanza pubblica e la
perequazione tributaria»;
Visto, in particolare, il comma 1 dell’art. 11 del citato
decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni,
dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, che dispone che con decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri, previa delibera del Comitato
interministeriale per la programmazione economica (CIPE) e d’intesa
con la Conferenza unificata di cui all’art. 8 del decreto legislativo
28 agosto 1997, n. 281, e successive modificazioni, su proposta del
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sia approvato un piano
nazionale di edilizia abitativa al fine di garantire su tutto il
territorio nazionale i livelli minimi essenziali di fabbisogno
abitativo per il pieno sviluppo della persona umana;
Visto il comma 12 del richiamato art. 11, che dispone che per
l’attuazione degli interventi facenti parte del piano nazionale di
edilizia abitativa e’ istituito un apposito Fondo nello stato di
previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, nel
quale confluiscono le risorse finanziarie di cui all’art. 1, comma
1154, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, di cui all’art. 3, comma
108, della legge 24 dicembre 2003, n. 350, nonche’ di cui agli
articoli 21, 21-bis, e 41 del decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159
convertito, con modificazioni, dalla legge 29 novembre 2007, n. 222,
e successive modificazioni;
Visto il DPCM 16 luglio 2009, registrato dalla Corte dei Conti il 3
agosto 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 19 agosto 2009, n.
191, con il quale e’ stato approvato il «Piano nazionale di edilizia
abitativa» di cui all’art. 11 del citato decreto-legge 25 giugno
2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto
2008, n. 133;
Considerato che sul capitolo 7440 «Fondo per l’attuazione del Piano
nazionale di edilizia abitativa» dello stato di previsione del
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti risultano impegnabili,
nel corrente esercizio finanziario 2011, fondi per complessivi euro
116.228.083,84;
Considerato che i fondi necessari per dare attuazione alle linee di
intervento di cui alle lettere a) ed f) dell’art. 1 del Piano
nazionale di edilizia abitativa di cui al DPCM 16 luglio 2009
risultano gia’ programmate nella misura massima assentita
(rispettivamente 150 e 200 milioni di euro) ai sensi dell’art. 2 del
medesimo Piano nazionale di edilizia abitativa di cui al DPCM 16
luglio 2009;
Ritenuto opportuno, in conformita’ con la destinazione delle
risorse programmate dal Piano nazionale di edilizia abitativa di cui
al DPCM 16 luglio 2009, utilizzare la citata disponibilita’ di euro
116.228.083,84 per effettuare un riparto, sulla base dei coefficienti
stabiliti dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti 17 marzo 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 132
del 10 giugno 2003, da destinare alle linee di intervento di cui
all’art. 1, comma 1, lettere da b) ad e) del Piano nazionale di
edilizia abitativa allegato al DPCM 16 luglio 2009, per le finalita’
di cui all’art. 4 del medesimo Piano nazionale;
Visto l’art. 3 del Piano nazionale di edilizia abitativa di cui al
DPCM 16 luglio 2009 che prevede che la ripartizione delle risorse sia
operata con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti, di concerto con il Ministero dell’economia e delle
finanze;
Visto l’art. 2, comma 109, della legge 23 dicembre 2009, n. 191,
che a decorrere dal 1° gennaio 2010, ha abrogato gli articoli 5 e 6
della legge 30 novembre 1989, n. 386, recante «Norme per il
coordinamento della finanza della regione Trentino-Alto Adige e delle
province autonome di Trento e Bolzano con la riforma tributaria»;
Vista la circolare del Ministero dell’economia e delle finanze n.
128699 del 5 febbraio 2010 che, in attuazione del predetto art. 2,
comma 109, della legge n. 191/2009, richiede che ciascuna
Amministrazione si astenga dall’erogare finanziamenti alle autonomie
speciali e comunichi al Ministero dell’economia e delle finanze le
somme che sarebbero state alle province autonome stesse attribuite in
assenza del predetto comma 109 al fine di consentire le conseguenti
variazioni di bilancio in riduzione degli stanziamenti a partire dal
2010;

Decreta:

Art. 1

Ripartizione delle risorse

1. Per quanto indicato nelle premesse, le risorse pari ad euro
116.228.083,84, appostate sul capitolo 7440 «Fondo per l’attuazione
del Piano nazionale di edilizia abitativa» dello stato di previsione
del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sono ripartite,
sulla base dei coefficienti stabiliti dal decreto del Ministro delle
infrastrutture e dei trasporti 17 marzo 2003, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 132 del 10 giugno 2003, secondo l’allegata
tabella che forma parte integrante del presente decreto.

Art. 2

Destinazione delle risorse

1. Le risorse di cui all’art. 1 del presente decreto sono destinate
all’attuazione degli interventi di cui all’art. 1, comma 1, lettere
b), c), d) ed e) del Piano nazionale di edilizia abitativa allegato
al DPCM 16 luglio 2009 mediante sottoscrizione, tra il Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti e le regioni, degli Accordi di
programma di cui all’art. 4 del Piano nazionale di edilizia abitativa
allegato al DPCM 16 luglio 2009.

Art. 3

Attuazione dell’art. 2, comma 109 della legge 23 dicembre 2009, n.
191

1. Ai sensi e per gli effetti del comma 109 dell’art. 2 della legge
23 dicembre 2009, n. 191, le quote di cui alla tabella allegata al
presente decreto riferite, rispettivamente, alla provincia autonoma
di Trento per euro 1.656.250,19 e alla provincia autonoma di Bolzano
per euro 1.871.272,15, sono rese indisponibili.
Il presente decreto e’ trasmesso agli Organi di controllo per la
prevista registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 19 dicembre 2011

Il Capo Dipartimento per le infrastrutture,
gli affari generali ed il personale
del Ministero delle infrastrutture
e dei trasporti
Crocco

p. Il Direttore generale del Tesoro
del Ministero dell’economia e delle finanze
Cannata

Registrato alla Corte dei conti il 23 gennaio 2012
Ufficio di controllo atti Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti e del Ministero dell’ambiente, della tutela del territorio
e del mare registro n. 1, foglio n. 140.

Allegato

RIPARTO DELLA DISPONIBILITA’ DI EURO 116.228.083,84 DA DESTINARE
AGLI ACCORDI DI PROGRAMMA DI CUI ALL’ARTICOLO 4 DEL PIANO
NAZIONALE DI EDILIZIA ABITATIVA ALLEGATO AL DPCM 16 LUGLIO 2009

———————————————————————
Regioni e Province | Coefficiente | Riparto
autonome | % |
————————-|————————|——————
Piemonte | 8,69030 | 10.100.569,17
Valle d’Aosta | 0,17870 | 207.699,59
Lombardia | 14,50730 | 16.861.556,81
P.A.Trento | 1,42500 | 1.656.250,19
P.A. Bolzano | 1,61000 | 1.871.272,15
Veneto | 6,01570 | 6.991.932,84
Friuli-Venezia Giulia | 2,10540 | 2.447.066,08
Liguria | 3,40460 | 3.957.101,34
Emilia-Romagna | 5,93740 | 6.900.926,25
Toscana | 5,77745 | 6.715.019,43
Umbria | 1,44755 | 1.682.459,63
Marche | 1,89960 | 2.207.868,68
Lazio | 10,20810 | 11.864.679,03
Abruzzo | 2,47765 | 2.879.725,12
Molise | 0,54735 | 636.174,42
Campania | 10,89455 | 12.662.526,71
Puglia | 6,60635 | 7.678.434,02
Basilicata | 0,95500 | 1.109.978,20
Calabria | 4,41270 | 5.128.796,66
Sicilia | 7,36575 | 8.561.070,09
Sardegna | 3,53355 | 4.106.977,46
————————-|————————|——————
Totali | 100,00000 | 116.228.083,84

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 19 dicembre 2011

Agrinews.info