MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 22 novembre 2005 | Agrinews.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 22 novembre 2005

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 22 novembre 2005 - Recepimento della direttiva 2005/30/CE della Commissione del 22 aprile 2005 che modifica, per adeguarle al progresso tecnico, le direttive 97/24/CE e 2002/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, relative all'omologazione dei veicoli a motore a due o tre ruote. (GU n. 31 del 7-2-2006)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 22 novembre 2005

Recepimento della direttiva 2005/30/CE della Commissione del
22 aprile 2005 che modifica, per adeguarle al progresso tecnico, le
direttive 97/24/CE e 2002/24/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio, relative all’omologazione dei veicoli a motore a due o tre
ruote.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992 che delega i Ministri della Repubblica a recepire, secondo le
competenze loro attribuite, le direttive comunitarie concernenti le
materie disciplinate dallo stesso codice;
Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e 4
stabilisce la competenza del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti, a decretare in materia di norme costruttive e funzionali
dei veicoli a motore e dei loro rimorchi ispirandosi al diritto
comunitario;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
23 marzo 2001, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 132 del 9 giugno 2001, di recepimento della direttiva
97/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente alcuni
elementi o caratteristiche dei veicoli a motore a due o a tre ruote e
l’applicazione integrale, obbligatoria, della procedura di
omologazione comunitaria;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
20 febbraio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 152 del
3 luglio 2003, di recepimento della direttiva 2002/51/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio sulla riduzione del livello delle
emissioni inquinanti dei veicoli a motore a due o a tre ruote e che
modifica la direttiva 97/24/CE;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
31 gennaio 2003, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 123 del 29 maggio 2003, di recepimento della direttiva
2002/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa
all’omologazione dei veicoli a motore a due o tre ruote e che abroga
la direttiva 92/61/CEE del Consiglio;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
5 dicembre 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 71 del
25 marzo 2004, di recepimento della direttiva 2003/77/CE della
Commissione che modifica le direttive 97/24/CE e 2002/24/CE relative
all’omologazione dei veicoli a motore a due o tre ruote;
Vista la direttiva 2005/30/CE della Commissione del 22 aprile 2005,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea n. L 106 del
27 aprile 2005, che modifica, per adeguarle al progresso tecnico, le
direttive 97/24/CE e 2002/24/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio relative all’omologazione dei veicoli a motore a due o tre
ruote;
A d o t t a
il seguente decreto:
(Testo rilevante ai fini
dello Spazio Economico Europeo)
Art. 1.
1. I capitoli ed i relativi allegati al decreto del Ministro dei
trasporti e della navigazione 23 marzo 2001, come, da ultimo
modificato dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti 5 dicembre 2003, sono modificati in conformita’
all’allegato I al presente decreto.

Art. 2.
1. Gli allegati II e V al decreto del Ministro delle infrastrutture
e dei trasporti 31 gennaio 2003, come, da ultimo, modificato dal
decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 5 dicembre
2003, sono modificati in conformita’ all’allegato II al presente
decreto.

Art. 3.
1. A decorrere dal 18 maggio 2006, per quanto riguarda i nuovi
convertitori catalitici di ricambio destinati ad essere montati sui
veicoli che sono stati omologati conformemente al decreto del
Ministro e della navigazione 23 marzo 2001 o al decreto del Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti 20 febbraio 2003 o al decreto
del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 5 dicembre 2003 non
e’ consentito:
a) rifiutare l’omologazione CE ai sensi dell’articolo 4, comma 1,
del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
31 gennaio 2003, e
b) vietare la vendita o l’installazione su un veicolo,
se detti dispositivi sono conformi alle prescrizioni del presente
decreto.
2. A decorrere dal 18 maggio 2006 non e’ piu’ consentito rilasciare
l’omologazione CE a norma dell’articolo 4, comma 1, del decreto del
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 31 gennaio 2003 per i
convertitori catalitici di ricambio nuovi, per motivi riguardanti le
misure da adottare contro l’inquinamento atmosferico, il livello
sonoro ammissibile o le misure contro la manomissione, laddove tali
convertitori non soddisfano le disposizioni del decreto del Ministro
dei trasporti e della navigazione 23 marzo 2001 come, da ultimo,
modificato dal presente decreto.

Art. 4.
1. Gli allegati I e II al presente decreto ne costituiscono parte
integrante.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 22 novembre 2005
Il Ministro: Lunardi
Registrato alla Corte dei conti il 13 gennaio 2006
Ufficio di controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto
del territorio, registro n. 1, foglio n. 7

Allegato I
Modifiche al decreto del Ministro dei trasporti
e della navigazione 23 marzo 2001 come, da ultimo,
modificato dal decreto del Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti 5 dicembre 2003

—-> Vedere allegato da pag. 51 a pag. 62 Vedere allegato a pag. 63

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 22 novembre 2005

Agrinews.info