MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 29 luglio 2008 | Agrinews.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 29 luglio 2008

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 29 luglio 2008 - Definizione dell'area di controllo del traffico marittimo di Trapani ed attivazione del relativo centro di controllo presso la Capitaneria di porto di Trapani. (GU n. 189 del 13-8-2008 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 29 luglio 2008

Definizione dell’area di controllo del traffico marittimo di Trapani
ed attivazione del relativo centro di controllo presso la Capitaneria
di porto di Trapani.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI

Visto l’art. 5 della legge 7 marzo 2001 n. 51, concernente
l’attuazione di un sistema nazionale di controllo del traffico
marittimo denominato Vessel traffic services (VTS);
Visto il decreto interministeriale 28 gennaio 2004, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 6 febbraio 2004,
n. 30, recante disposizioni attuative del sistema di controllo del
traffico marittimo denominato VTS (Vessel traffic services) e, in
particolare, l’art. 5, in tema di attivazione dei servizi erogati da
ciascun centro VTS e l’art. 6, in tema di definizione delle aree VTS,
regime di partecipazione delle unita’ navali e di altri elementi
pertinenti;
Visto il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 196, concernente
«Attuazione della direttiva 2002/59/CE relativa all’istituzione di un
sistema comunitario di monitoraggio e di informazione sul traffico
navale»;
Visto l’assenso espresso dal Ministro dell’ambiente e della tutela
del territorio e del mare con la nota prot. n. UL/2008/6926 del
22 luglio 2008, ai sensi dell’art. 6, comma 2, del citato decreto
interministeriale 28 gennaio 2004;

Decreta:

Art. 1.

Attivazione del sistema VTS

1. E’ attivato il Centro VTSL di Trapani che ha la sede presso la
Capitaneria di porto di Trapani.
2. La Capitaneria di porto di Trapani e’ l’autorita’ VTS di
Trapani.

Art. 2.

Limiti dell’area VTS

1. L’area VTS di Trapani e’ definita dall’insieme dei seguenti
punti:
a) Capo San Vito;
b) lat. 38° 10′.6 N – long. 012° 26′.1 E;
c) lat. 38° 09′.3 N – long. 012° 16′.2 E;
d) lat. 37° 57′.7 N – long. 012° 12′.4 E;
e) Capo Lilibeo.
2. L’area precauzionale nella quale devono essere stabiliti i primi
contatti tra il Centro VTS di Trapani e la nave e’ la zona di mare
adiacente l’area VTS ed e’ ampia 3 miglia.
3. L’area VTS complessiva e’ quella graficamente riportata
nell’allegato 1 al decreto.

Art. 3.

Obbligo di rapportazione

1. Le navi soggette al regime di partecipazione al sistema di
monitoraggio del traffico navale di cui all’art. 3 del decreto
legislativo 19 agosto 2005, n. 196, che intendano transitare
nell’area VTS di Trapani prevista dall’art. 2 del presente decreto,
devono inoltrare preventiva comunicazione al Centro VTS di Trapani,
seguendo le procedure e le modalita’ riportate nell’allegato 2 al
presente decreto.

Art. 4.

Servizi erogati dal VTS

1. L’autorita’ VTS di Trapani, in conformita’ alle linee guida
emanate dall’IMO ed alle disposizioni di cui all’art. 8 del decreto
legislativo 19 agosto 2005, n. 196, eroga:
a) il servizio informazioni;
b) il servizio di assistenza alla navigazione;
c) il servizio di organizzazione del traffico.

Art. 5.

Ulteriori prescrizioni

1. Fermi restando tutti gli altri obblighi previsti dalla legge,
tutte le navi che navighino nell’area VTS di Trapani sono tenute ad
osservare durante la navigazione le seguenti prescrizioni:
a) assicurare l’ascolto continuo in VHF, sul canale 10;
b) effettuare la navigazione con particolare cautela;
c) controllare costantemente la propria posizione per poterla
comunicare a richiesta del Centro VTS di Trapani;
d) comunicare immediatamente alla Capitaneria di porto di Trapani
ogni avaria, sinistro, perdita di carico inquinante presente a bordo,
che intervenga successivamente all’invio del rapporto di cui
all’allegato 2.
2. L’osservanza delle prescrizioni e procedure di cui al comma 1
non esime la nave in navigazione nell’area VTS di Trapani
dall’osservanza delle norme della COLREG 1972, ratificata con legge
27 dicembre 1977, n. 1085.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 29 luglio 2008

Il Ministro: Matteoli

Allegato 1

—-> Vedere Allegato a pag. 20

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 29 luglio 2008

Agrinews.info