MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 2 Aprile 2007 | Agrinews.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 2 Aprile 2007

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 2 Aprile 2007 - Attuazione dell'articolo 56, comma 1, della legge 6 febbraio 1996, n. 52, recante autorizzazione ad apportare modifiche alle procedure di pagamento della quota nazionale di competenza del Fondo di rotazione per l'attuazione delle politiche comunitarie, di cui all'articolo 5 della legge 16 aprile 1987, n. 183. (GU n. 111 del 15-5-2007 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 2 Aprile 2007

Attuazione dell’articolo 56, comma 1, della legge 6 febbraio 1996, n.
52, recante autorizzazione ad apportare modifiche alle procedure di
pagamento della quota nazionale di competenza del Fondo di rotazione
per l’attuazione delle politiche comunitarie, di cui all’articolo 5
della legge 16 aprile 1987, n. 183.

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183 e successive modificazioni ed
integrazioni concernente “coordinamento delle politiche riguardanti
l’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee ed adeguamento
dell’ordinamento interno agli atti normativi comunitari” e, in
particolare, l’art. 5 che ha istituito il Fondo di rotazione per
l’attuazione delle politiche comunitarie;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, e successive modificazioni ed integrazioni, recante
approvazione del regolamento concernente l’organizzazione e le
procedure amministrative del predetto Fondo di rotazione;
Visto l’art. 56, comma 1, della legge 6 febbraio 1996, n. 52,
recante disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee – legge
comunitaria 1994 – con il quale il Ministro del tesoro viene
autorizzato ad apportare, con propri decreti, modifiche all’art. 9
del citato decreto del Presidente della Repubblica n. 568/1988,
intese ad aggiornare le procedure di pagamento dei contributi
nazionali ivi previste, per un piu’ efficace e tempestivo utilizzo
delle risorse provenienti dalle Istituzioni dell’Unione europea;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica 21 ottobre 2000, recante modifica, da
ultimo, delle procedure di pagamento della quota nazionale posta a
carico del Fondo di rotazione di cui all’art. 5 della legge 16 aprile
1987, n. 183, per il cofinanziamento dei programmi adottati
dall’Italia nell’ambito degli interventi dei Fondi strutturali
comunitari;
Ritenuto necessario aggiornare le procedure di pagamento delle
quote di cofinanziamento nazionale, a carico del richiamato Fondo di
rotazione, in coerenza con l’evoluzione della corrispondente
normativa comunitaria;
Decreta:

Art. 1.
L’art. 9 del decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre
1988, n. 568, come da ultimo modificato dal decreto del Ministro del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica 21 ottobre
2000, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
n. 261 dell’8 novembre 2000, e’ sostituito dal seguente:
“Il Fondo provvede alle erogazioni delle quote di cofinanziamento
nazionale di cui all’art. 7, poste a proprio carico, secondo i
seguenti criteri:
a) per gli interventi cofinanziati dai Fondi strutturali, il
Fondo eroga le quote a proprio carico, a titolo di anticipo,
pagamento intermedio e saldo, sulla base delle procedure di pagamento
previste dalla corrispondente normativa comunitaria, relativa ai
diversi periodi di programmazione;
b) per gli interventi cofinanziati dal FEASR e dal FEP, il Fondo
eroga le quote a proprio carico, a titolo di anticipo, pagamento
intermedio e saldo, sulla base delle procedure di pagamento previste
dalla normativa comunitaria che disciplina i pagamenti per i predetti
interventi, a partire dalla programmazione 2007/2013;
c) per gli interventi cofinanziati con risorse derivanti da altri
strumenti e linee del bilancio comunitario, il Fondo eroga le quote a
proprio carico, adeguandosi alle procedure di pagamento previste
dalla corrispondente normativa comunitaria.
In mancanza di specifica disciplina comunitaria, il Fondo provvede
nei termini seguenti:
erogazione di un anticipo pari al 5% della quota di
cofinanziamento a proprio carico; erogazione della restante quota
sulla base degli stati di avanzamento dell’intervento comunicati
dall’amministrazione titolare.”.
Il presente decreto viene trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 2 aprile 2007
Il Ministro: Padoa Schioppa

Registrato alla Corte dei conti il 26 aprile 2007
Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 2
Economia e finanze, foglio n. 175

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 2 Aprile 2007

Agrinews.info