MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO - Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 115 del 19-5-2007 | Agrinews.info

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO – Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 115 del 19-5-2007

MINISTERO DELL'INTERNO - COMUNICATO - Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 115 del 19-5-2007 )

MINISTERO DELL’INTERNO

COMUNICATO

Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi

Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.15233-XV.J(4109) del
17 aprile 2007, i manufatti esplosivi denominati:
MARTARELLO CR418S-BCK (massa netta g 219,00);
MARTARELLO CR418S-CCK (massa netta g 219,00);
MARTARELLO CR418S-CMF (massa netta g 219,00);
MARTARELLO CR418S-GCK (massa netta g 219,00);
MARTARELLO CR418S-RCK (massa netta g 219,00);
MARTARELLO CR418S-YCK (massa netta g 219,00),
sono riconosciuti, su istanza del sig. Martarello Ermes, titolare di
fabbrica e deposito di artifici pirotecnici di IV e V categoria, con
esercizio sito in Arqua’ Polesine (Rovigo), via Lago n. 330, ai sensi
del combinato disposto dell’art. 1, comma 3, lettera a) del decreto
legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e dell’art. 53 del testo unico delle
leggi di pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria
dell’allegato “A” al Regolamento di esecuzione del citato testo
unico.
La produzione, l’importazione, il deposito e l’immissione in
commercio dei predetti manufatti sono soggetti agli obblighi di
etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla
normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario
al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o
centoventi giorni dalla notifica.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.461-XV.J(4166) del
17 aprile 2007, i manufatti esplosivi denominati:
MARTARELLO CR421C-C (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NB (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NG (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NL (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NO (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NR (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NV (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-NY (massa netta g 515,00);
MARTARELLO CR421C-S (massa netta g 515,00),
sono riconosciuti, su istanza del sig. Martarello Ermes, titolare di
fabbrica e deposito di artifici pirotecnici di IV e V categoria, con
esercizio sito in Arqua’ Polesine (Rovigo), via Lago n. 330, ai sensi
del combinato disposto dell’art. 1, comma 3, lettera a) del decreto
legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e dell’art. 53 del testo unico delle
leggi di pubblica sicurezza e classificati nella IV categoria
dell’allegato “A” al Regolamento di esecuzione del citato testo
unico.
La produzione, l’importazione, il deposito e l’immissione in
commercio dei predetti manufatti sono soggetti agli obblighi di
etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla
normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario
al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o
centoventi giorni dalla notifica.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.4099-XV.J(3798) del
15 gennaio 2007, i manufatti esplosivi denominati: “BOMBA R16 – 8
APERTURE” (massa netta g 2708) e “BOMBA R16 – INTRECCIO E SPACCO”
(massa netta g 3960), sono riconosciuti, su istanza del sig. Romano
Ignazio, titolare di fabbrica di fuochi artificiali in Boscotrecase
(Napoli), ai sensi del combinato disposto dell’art. 1, comma 3,
lettera a) del decreto legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e dell’art.
53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e classificati
nella IV categoria dell’allegato “A” al Regolamento di esecuzione dei
citato testo unico.
La produzione, l’importazione, il deposito e l’immissione in
commercio dei predetti manufatti e’ soggetta agli obblighi di
etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla
normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario
al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o
centoventi giorni dalla notifica.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.18058-XV.J(4156) del
17 aprile 2007, il manufatto esplosivo denominato: “BOMBA ILLUMINANTE
L54A1 CAL. 81 mm” e’ riconosciuto, su istanza della Simmel Difesa
S.p.A. con stabilimento in Colleferro (Roma), ai sensi del combinato
disposto dell’art. 1, comma 3, lettera a) del decreto legislativo
2 gennaio 1997, n. 7 e dell’art. 53 del testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e classificato nella I categoria dell’allegato “A”
al Regolamento di esecuzione del citato testo unico.
Tale prodotto e’ destinato ad impieghi militari.
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario
al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o
centoventi giorni dalla notifica.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S. 130 19-XV.J(4466) del
17 aprile 2007, i manufatti esplosivi denominati:
“IS 4-2060 (d.f.: Red White & Blue)” (massa netta g 310,4);
“IS 4-2064 (d.f.: Blue & Lemon)” (massa netta g 333,4);
“IS 4-2066 (d.f.: Green & Violet)” (massa netta g 329,4);
“IS 4-2067 (d.f.: Purple & Lime)” (massa netta g 327,4);
“IS 4-3000 (d.f.: Twilight Glitter to Red)” (massa netta
g 323,4);
“IS 4-3001 (d.f.: Gold Glitter to Green)” (massa netta
g 327,4);
“IS 4-3007 (d.f.: Twilight Glitter to Purple)” (massa netta
g 316,4);
“IS 4-3011 (d.f.: Blue to Red)” (massa netta g 311,4);
“IS 4-3050 (d.f.: Red Falling Leaves)” (massa netta g 206,4);
“IS 4-3051 (d.f.: Green Falling Leaves)” (massa netta g 209,4),
sono riconosciuti, su istanza del sig. Foti Rocco, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali con sede in Sinopoli (Reggio
Calabria), via XXV Aprile, ai sensi del combinato disposto dell’art.
1, comma 3, lettera a) del decreto legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e
dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificati nella IV categoria dell’allegato “A” al Regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
La produzione, l’importazione, il deposito e l’immissione in
commercio dei predetti manufatti sono soggetti agli obblighi di
etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla
normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario
al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o
centoventi giorni dalla notifica.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.13018-XV.J(4465) del
17 aprile 2007, i manufatti esplosivi denominati:
“IS 6-0050 (d.f: Green Strobe)” (massa netta g 982,9);
“IS 6-0051 (d.f.: White Strobe)” (massa netta g 1.132,9);
“IS 6-0052 (d.f.: Red Strobe)” (massa netta g 977,9);
“IS 6-0053 (d.f.: Lemon Strobe)” (massa netta g 1.020,2);
“IS 6-0054 (d.f.: Orange Strobe)” (massa netta g 943,3);
“IS 6-0055 (d.f.: Pink Strobe)” (massa netta g 965,5);
“IS 6-0254 (d.f.: Lemon Crossette)” (massa netta g 1.183,4);
“IS 6-0255 (d.f.: Red Crossette)” (massa netta g 1.134,8);
“IS 6-0256 (d.f.: Green Crossette)” (massa netta g 1.175,9);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Foti Rocco, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali con sede in Sinopoli (Reggio
Calabria), via XXV Aprile, ai sensi del combinato disposto dell’art.
1, comma 3, lettera a) del decreto legislativo 2 gennaio 1997, n. 7 e
dell’art. 53 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e
classificati nella IV categoria dell’allegato “A” al Regolamento di
esecuzione del citato testo unico.
La produzione, l’importazione, il deposito e l’immissione in
commercio dei predetti manufatti sono soggetti agli obblighi di
etichettatura previsti, oltre che dal testo unico delle leggi di
pubblica sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla
normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, il ricorso straordinario
al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro sessanta o
centoventi giorni dalla notifica.
Con decreto ministeriale n. 557/P.A.S.13016-XV.J(4463) del
17 aprile 2007, i manufatti esplosivi denominati:
“IS 4-0001 (d.f.: Silver Kamuro)” (massa netta g 328,4);
“IS 4-0004 (d.f.: Brocade)” (massa netta g 356,4);
“IS 4-0013 (d.f.: Red to Brocade)” (massa netta g 341,4);
“IS 4-0015 (d.f.: Purple to Brocade)” (massa netta g 343,4);
“IS 4-0020 (d.f.: Gold Willow to Green)” (massa netta g 320,4);
“IS 4-0050 (d.f.: Green Strobe)” (massa netta g 319,2);
“IS 4-0051 (d.f.: White Strobe)” (massa netta g 321,9);
“IS 4-0052 (d.f.: Red Strobe)” (massa netta g 299,7);
“IS 4-0053 (d.f.: Lemon Strobe)” (massa netta g 337,4);
“IS 4-0054 (d.f.: Orange Strobe)” (massa netta g 318,4),
sono riconosciuti, su istanza del sig. Foti Rocco, titolare di
fabbrica di fuochi artificiali con sede in Sinopoli (Reggio Calabria)
– via XXV Aprile, ai sensi…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO – Riconoscimento e classificazione di alcuni manufatti esplosivi (GU n. 115 del 19-5-2007

Agrinews.info