MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - CIRCOLARE 2 Agosto 2007, n. 65 - Legge 19 dicembre 1992, n. 488. Chiarimenti e modifiche concernenti le circolari n. 980814 del 7 marzo 2006, n. 948772 del 27 aprile 2006 | Agrinews.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – CIRCOLARE 2 Agosto 2007, n. 65 – Legge 19 dicembre 1992, n. 488. Chiarimenti e modifiche concernenti le circolari n. 980814 del 7 marzo 2006, n. 948772 del 27 aprile 2006

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - CIRCOLARE 2 Agosto 2007, n. 65 - Legge 19 dicembre 1992, n. 488. Chiarimenti e modifiche concernenti le circolari n. 980814 del 7 marzo 2006, n. 948772 del 27 aprile 2006 e n. 9704 del 19 settembre 2006. (GU n. 188 del 14-8-2007 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

CIRCOLARE 2 Agosto 2007 , n. 65

Legge 19 dicembre 1992, n. 488. Chiarimenti e modifiche concernenti
le circolari n. 980814 del 7 marzo 2006, n. 948772 del 27 aprile 2006
e n. 9704 del 19 settembre 2006.

Alle imprese interessate

Alle banche concessionarie

Agli istituti collaboratori

All’Artigiancassa S.p.a.

All’A.B.I.

All’ASS.I.LEA.

Alla Confindustria

Alla Confapi

Alla Confcommercio

Alla Confesercenti

Alle confederazioni artigiane

Con le circolari indicate in oggetto sono state apportate alcune
modifiche alle circolari n. 900315 del 14 luglio 2000 (settore
“industria”), n. 900516 del 13 dicembre 2000 (settore “turismo”), n.
900047 del 25 gennaio 2001 (settore “commercio”) e n. 946364 del 7
ottobre 2003 (imprese artigiane), allo scopo di aumentare l’efficacia
e la tempestivita’ dei controlli finali che ordinariamente si
effettuano sui programmi di investimento agevolati, consentendo alle
imprese interessate di predisporre per tempo la documentazione
occorrente.
In relazione a talune osservazioni che le associazioni di categoria
interessate dal provvedimento normativo hanno fatto pervenire a
questo Ministero, si ravvisa l’esigenza di conciliare meglio gli
anzidetti scopi di efficacia dei controlli con quelli di celerita’
dei procedimenti agevolativi.
Per tale motivo si forniscono le seguenti ulteriori indicazioni.
Con riferimento alla documentazione comprovante l’intervenuto
pagamento delle spese.
Con le citate circolari e’ stato introdotto l’obbligo per le
imprese beneficiarie di presentare alle banche concessionarie la
documentazione bancaria che comprovi l’avvenuto pagamento di tutti i
titoli di spesa di importo imponibile pari almeno a Euro 50.000.
In merito a tale obbligo possono essere introdotte alcune
semplificazioni procedurali nei casi in cui i bilanci dell’impresa
beneficiaria siano certificati da societa’ di revisione e,
contemporaneamente, l’impresa utilizzi sistemi di pagamento
telematici che attuano protocolli informatici standard riconosciuti
dal sistema bancario e adotti un sistema contabile informatico che
garantisca la tracciabilita’ dei dati. Sussistendo le tre predette
condizioni, in luogo della documentazione bancaria di pagamento
l’impresa puo’ presentare alla banca concessionaria una dichiarazione
sostitutiva di notorieta’, resa ai sensi del decreto del Presidente
della Repubblica n. 445/2000, sottoscritta dal legale rappresentante
e controfirmata dal presidente del collegio sindacale, ove presente,
ovvero, negli altri casi, dal revisore contabile o dalla societa’ di
revisione che esercitano il controllo contabile sulla societa’ ai
sensi dell’art. 2409-bis del codice civile. Tale dichiarazione dovra’
riportare, per ciascun titolo di spesa di importo imponibile pari
almeno a Euro 50.000, gli elementi identificativi del titolo di
spesa, l’importo pagato e la data del pagamento a saldo, nonche’
attestare che il sistema contabile informatico utilizzato
dall’impresa garantisce la tracciabilita’ dei dati. Alla
dichiarazione dovranno essere allegate specifiche dichiarazioni delle
banche con le quali l’impresa attua i pagamenti per via telematica,
attestanti che il sistema di pagamento telematico utilizzato rispetta
protocolli informatici richiesti e riconosciuti dalla banca stessa.
Con riferimento alla documentazione comprovante il requisito di nuovo
di fabbrica di macchinari, impianti e attrezzature.
Le circolari in questione hanno inoltre introdotto l’obbligo per le
imprese beneficiarie di allegare alla documentazione finale di spesa
i documenti che comprovino il requisito di nuovo di fabbrica per
tutti i macchinari, gli impianti e le attrezzature oggetto della
documentazione finale stessa.
A tal riguardo si ritiene opportuno, allo scopo di agevolare le
attivita’ di controllo documentale, senza tuttavia pregiudicarne
l’efficacia, limitare detto adempimento ai soli beni da inserire
nell’elenco di cui al punto 3.10 delle circolari n. 900315 del 14
luglio 2000, n. 900516 del 13 dicembre 2000 e n. 900047 del 25
gennaio 2001 nonche’ al punto 3.4 della circolare n. 946364 del 7
ottobre 2003 (che, si ricorda, sono i beni maggiormente rilevanti e
comunque tutti quelli il cui costo unitario esposto sia almeno pari a
Euro 10.000,00); resta fermo l’obbligo per l’impresa di conservare ed
esibire, su richiesta dei soggetti abilitati a svolgere i controlli,
la documentazione comprovante il requisito anche per i rimanenti beni
del programma di investimenti.
Si precisa infine che le tipologie di documenti indicate ai fini
della dimostrazione del requisito di nuovo di fabbrica, che l’impresa
deve produrre alla banca concessionaria insieme alla documentazione
finale di spesa (certificati di origine dei macchinari, documenti di
trasporto, certificati di assicurazione, documenti di
immatricolazione, dichiarazioni di conformita’ di cui alla direttiva
98/37/CE del 22 giugno 1998), sono da intendersi anche alternative
l’una all’altra, ivi comprese le dichiarazioni sostitutive di atto di
notorieta’ con le quali il requisito e’ attestato dai produttori dei
beni; le dichiarazioni rese da soggetti diversi dai produttori
(concessionari e/o rivenditori), possono invece essere prodotte con
riferimento a non piu’ del 30% del valore complessivo dei beni
inseriti nell’elenco citato in precedenza.
Con riferimento alla documentazione che le banche concessionarie
sono tenute a trasmettere al Ministero a seguito della presentazione
da parte delle imprese della documentazione finale di spesa relativa
ai programmi la cui spesa ammessa risulti almeno pari a tre miliardi
di lire ovvero a 1.549.370,70 euro, si ritiene opportuno modificare
parzialmente quanto disposto con le circolari in questione,
eliminando l’obbligo per le banche di inviare al Ministero copia
della documentazione attestante il requisito di nuovo di fabbrica,
allo scopo di evitare duplicazioni dell’attivita’ istruttoria. Per
effetto di tale modifica l’ultimo periodo del punto 8.5 della
circolare n. 900315 del 14 luglio 2000 e delle circolari n. 900516
del 13 dicembre 2000 e n. 900047 del 25 gennaio 2001 risulta il
seguente: “Per i programmi la cui spesa ammessa risulta almeno pari a
tre miliardi di lire ovvero a 1.549.370,70 euro dovranno essere
trasmessi al Ministero anche l’elenco e la dichiarazione previsti al
precedente punto 3.10.”
Roma, 2 agosto 2007
Il vice Ministro: D’Antoni

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – CIRCOLARE 2 Agosto 2007, n. 65 – Legge 19 dicembre 1992, n. 488. Chiarimenti e modifiche concernenti le circolari n. 980814 del 7 marzo 2006, n. 948772 del 27 aprile 2006

Agrinews.info