MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 ottobre 2006 | Agrinews.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 ottobre 2006

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 ottobre 2006 - Termini di presentazione delle dichiarazioni-domanda per l'accesso agli incentivi automatici di cui all'articolo 8, comma 2, della legge 7 agosto 1997, n. 266, relative alle iniziative nelle regioni Sicilia e Valle d'Aosta. (GU n. 255 del 2-11-2006- Suppl. Ordinario n.206)

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 16 ottobre 2006

Termini di presentazione delle dichiarazioni-domanda per l’accesso
agli incentivi automatici di cui all’articolo 8, comma 2, della legge
7 agosto 1997, n. 266, relative alle iniziative nelle regioni Sicilia
e Valle d’Aosta.

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
Visto l’art. 8, comma 2, della legge 7 agosto 1997, n. 266, che ha
disposto la concessione di incentivi in forma automatica al fine di
sviluppare le attivita’ produttive di piccole e medie imprese nel
territorio nazionale;
Viste le delibere del Comitato interministeriale per la
programmazione economica dell’8 agosto 1995, del 18 dicembre 1997 e
del 15 febbraio 2000, pubblicate rispettivamente nella Gazzetta
Ufficiale n. 246 del 20 ottobre 1995, n. 68 del 23 marzo 1998 e n.
104 del 6 maggio 2000;
Visto il decreto ministeriale 28 ottobre 1998, n. 446, concernente
il regolamento per l’attuazione di agevolazioni in forma automatica
per le piccole e medie imprese, ai sensi dell’art. 8, comma 2, della
citata legge n. 266/1997;
Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 30 maggio 2001, pubblicato nel supplemento ordinario
n. 219 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 197 del
25 agosto 2001, con il quale sono stati definiti i criteri e le
modalita’ per la concessione delle agevolazioni in forma automatica
previste dalla misura di cui alla legge n. 266/1997;
Visto il Regolamento (CE) n. 70/2001 della Commissione del
12 gennaio 2001 relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88 del
Trattato CE agli aiuti di Stato a favore delle piccole e medie
imprese, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Comunita’ europee
n. L 10 del 13 gennaio 2001;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n.
252, concernente le disposizioni semplificative in materia di
comunicazioni e informazioni previste dalla normativa antimafia;
Visto il decreto 31 gennaio 2000, n. 58, emanato dal Ministero
delle finanze, recante norme concernenti le modalita’ di fruizione
delle agevolazioni in forma automatica e le relative regolazioni
contabili, ai sensi dell’art. 1 del decreto-legge 23 giugno 1995, n.
244, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 agosto 1995, n.
341;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, in materia di
conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle
regioni ed agli enti locali;
Considerato che, non essendo intervenute le norme di attuazione
degli statuti delle regioni Sicilia e Valle d’Aosta in applicazione
del citato decreto legislativo n. 112/1998, alle agevolazioni di cui
al presente decreto, relative alle iniziative produttive da
realizzarsi nelle suindicate regioni, provvede il Ministero dello
sviluppo economico;
Considerato che, a seguito dell’esperimento della gara per
l’affidamento dei servizi per la gestione degli interventi di cui
all’art. 8 della legge 7 agosto 1997, n. 266 e all’art. 13 del
decreto-legge 28 marzo 1997, n. 79, convertito, con modificazioni,
dalla legge 28 maggio 1997, n. 140, nelle regioni Sicilia e Valle
d’Aosta, di cui al bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana, parte seconda, n. 112 del 16 maggio 2005, e’
stato individuato in MCC S.p.a. il gestore concessionario per le
citate misure agevolative;
Considerato che il Comitato di gestione del Fondo di garanzia di
cui all’art. 2, comma 100, lett. a), della legge 23 dicembre 1996, n.
662, ha approvato la modifica delle disposizioni operative del Fondo,
prevedendo l’ammissibilita’ della prenotazione della garanzia a
fronte della presentazione da parte delle imprese interessate di
dichiarazioni-domanda di prenotazione delle risorse a valere sulla
legge n. 266/1997;
Considerato che per l’applicazione della presente misura d’aiuto
alla regioni suindicate sono disponibili, nel corrente anno
finanziario, ai sensi del decreto ministeriale 16 giugno 2005 di
ripartizione del Fondo per gli interventi agevolativi alle imprese,
risorse per complessivi euro 40.000.000,00;
Considerato che per la fissazione dei termini di presentazione per
l’accesso ai benefici di cui al citato art. 8, comma 2, della legge
n. 266/1997 occorre tener conto dell’esigenza di concludere il
procedimento per la concessione delle agevolazioni entro l’anno in
corso, in ottemperanza agli obblighi derivanti dall’autorizzazione
del presente regime di aiuto da parte della Commissione dell’Unione
europea;
Decreta:
Art. 1.
1. Le dichiarazioni-domanda di prenotazione delle risorse per
l’accesso ai benefici previsti dall’art. 8, comma 2, della legge
7 agosto 1997, n. 266, relative ad iniziative nel territorio delle
regioni Sicilia e Valle d’Aosta, possono essere presentate a partire
dal ventesimo giorno successivo alla pubblicazione del presente
decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e fino al
trentesimo giorno dal predetto termine iniziale, tenuto conto
dell’esigenza di concludere il procedimento per la concessione delle
agevolazioni entro l’anno in corso, in adempimento a quanto previsto
dall’autorizzazione del regime di aiuto da parte della Commissione
dell’Unione europea. Il termine di ricezione delle domande e’
comunque interrotto a decorrere dal giorno successivo a quello in cui
l’importo complessivo delle agevolazioni richieste determina
l’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.
2. Per la prenotazione delle risorse e la successiva fruizione
delle agevolazioni si applicano le disposizioni previste dal decreto
ministeriale 30 maggio 2001 citato nelle premesse, con le modifiche e
le integrazioni di cui al presente decreto.

Art. 2.
1. La dichiarazione-domanda di prenotazione delle risorse e’
presentata esclusivamente utilizzando la procedura informatica di
invio telematico disponibile all’indirizzo internet del gestore
concessionario MCC S.p.a. http://www.mcc.it Il gestore rilascia
ricevuta contenente l’identificativo della domanda, che e’ assegnato
dalla procedura informatica sulla base dell’ordine cronologico
automaticamente determinato al momento in cui pervengono i moduli di
domanda presso l’infrastruttura tecnologica deputata alla ricezione
telematica. Non sono prese in considerazione le domande pervenute al
gestore con modalita’ diverse da quelle sopra specificate. Il modulo
di domanda, debitamente sottoscritto con le modalita’ previste dal
citato decreto ministeriale 30 maggio 2001, e’ altresi’ inviato
dall’impresa richiedente con raccomandata con avviso di ricevimento
entro i cinque giorni lavorativi successivi alla data dell’invio
telematico, in plico chiuso che rechi in modo ben visibile la
denominazione ed il recapito dell’impresa mittente, l’identificativo
della domanda e l’indicazione: «L. 266/97» all’indirizzo: MCC S.p.a.,
via Piemonte 51, 00187 Roma. Ove tale documentazione non sia
inoltrata al gestore con raccomandata con avviso di ricevimento entro
il termine descritto, la relativa domanda e’ considerata decaduta. I
moduli della dichiarazione-domanda di prenotazione e di fruizione
delle risorse sono allegati al presente decreto (rispettivamente
allegato 1 e allegato 2).

Art. 3.
1. Nella dichiarazione-domanda di prenotazione di cui all’art. 2 le
imprese possono altresi’ richiedere, compilando gli appositi spazi
del relativo modulo, la prenotazione della garanzia del Fondo di
garanzia per le piccole e medie imprese, di cui all’art. 2,
comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662, su
finanziamenti di banche o intermediari finanziari finalizzati alla
realizzazione dell’investimento per cui e’ richiesta la prenotazione
dell’agevolazione. La garanzia di cui al presente articolo puo’
essere utilizzata a fronte degli investimenti indicati nella
dichiarazione-domanda di prenotazione, ovvero per investimenti
equivalenti, indipendentemente dalla fruizione delle agevolazioni di
cui al presente decreto, ovvero di diverse agevolazioni. E’
consentito il cumulo delle agevolazioni previste dall’art. 8,
comma 2, della legge n. 266/1997 solo con la garanzia del Fondo di
garanzia per le piccole e medie imprese. La garanzia del Fondo e’
regolata dalle vigenti disposizioni che sono disponibili nel sito
internet http://www.mcc.it I fac-simile della domanda di prenotazione
della garanzia sono allegati al presente decreto (allegati 3 e 4).

Art. 4.
1. Per la definizione di piccola e media impresa si fa riferimento
alla raccomandazione della Commissione europea 2003/361/CE del
6 maggio 2003, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione
europea n. L 124 del 20 maggio 2003, e al decreto del Ministro delle
attivita’ produttive 18 aprile 2005, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 238 del 12 ottobre 2005.

Art. 5.
1. Gli investimenti agevolabili sono soltanto quelli realizzati
dall’impresa richiedente, nel territorio delle regioni Sicilia o
Valle d’Aosta, successivamente alla data di presentazione della
dichiarazione-domanda di prenotazione per l’accesso ai benefici di
cui all’art. 1, e sino al trentesimo mese dalla data di ricezione
della suddetta dichiarazione-domanda.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 16 ottobre 2006
Il Ministro: Bersani

Allegati

—-> vedere da pag. 7 a pag. 47 del S.O. in formato zip/pdf

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 ottobre 2006

Agrinews.info