MINISTERO DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 20 Marzo 2007 | Agrinews.info

MINISTERO DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 20 Marzo 2007

MINISTERO DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 20 Marzo 2007 - Graduatoria dei progetti presentati in risposta all'Avviso n. 1691/2006: "Modalita' e termini per la presentazione di progetti finalizzati all'attuazione di un'azione pilota diretta alla formazione per la pubblica amministrazione nell'ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006 "Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione" asse III, misura III.3 - formazione di alte professionalita' per adeguare le competenze della pubblica amministrazione in materia di R&S e relativa valorizzazione". (Decreto n. 425/Ric.). (GU n. 94 del 23-4-2007 )

MINISTERO DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 20 Marzo 2007

Graduatoria dei progetti presentati in risposta all’Avviso n.
1691/2006: “Modalita’ e termini per la presentazione di progetti
finalizzati all’attuazione di un’azione pilota diretta alla
formazione per la pubblica amministrazione nell’ambito del Programma
operativo nazionale 2000-2006 “Ricerca scientifica, sviluppo
tecnologico, alta formazione” asse III, misura III.3 – formazione di
alte professionalita’ per adeguare le competenze della pubblica
amministrazione in materia di R&S e relativa valorizzazione”.
(Decreto n. 425/Ric.).

IL DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca

Visto il decreto legislativo n. 300 del 30 luglio 1999 sulla
riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della
legge n. 59 del 15 marzo 1997 e successive integrazioni e
modificazioni, che ha istituito il Ministero dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica dell’11 agosto
2003, n. 319, recante il regolamento di organizzazione del Ministero
dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca ed in particolare
l’art. 7, comma 2, lettera e), punto 7;
Visto il decreto ministeriale n. 2929/MR del 28 apri-le 2004 con
cui nell’ambito della direzione generale per il coordinamento e lo
sviluppo della ricerca l’ufficio VII – programmi operativi comunitari
per le aree sottoutilizzate cofinanziati dai fondi strutturali,
risulta autorita’ di gestione del PON “Ricerca, sviluppo tecnologico
ed alta formazione 2000-2006” (articoli 9 e 34 regolamento CE n.
4260/PP);
Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, che ha istituito il
Ministero dell’universita’ e della ricerca (M.U.R.) e la successiva
legge di conversione n. 233 del 17 luglio 2006;
Visto il decreto legislativo del 3 febbraio 1993, n. 29, e
successive integrazioni e modificazioni;
Visti i regolamenti comunitari vigenti;
Vista la decisione della commissione delle Comunita’ europee
C(2000) n. 2050 del 1° agosto 2000 che ha adottato il Quadro
comunitario di sostegno 2000-2006;
Vista la decisione della commissione delle Comunita’ europee
C(2000) n. 2343 dell’8 agosto 2000 di adozione del Programma
operativo nazionale 2000-2006 “Ricerca scientifica, sviluppo
tecnologico, alta formazione” per le regioni dell’Obiettivo 1 e
successive integrazioni e modificazioni;
Visto il complemento di programmazione del PON RST&anp;AF, approvato il
14 novembre 2000 dal comitato di sorveglianza e adottato con decreto
del direttore del servizio per lo sviluppo ed il potenziamento
dell’attivita’ di ricerca n. 872 del 29 dicembre 2000 e successive
integrazioni e modificazioni;
Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle Comunita’
europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli atti normativi
comunitari ed in particolare l’art. 5 che ha istituito il Fondo di
rotazione per l’attuazione delle stesse;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, recante il regolamento sulla organizzazione e sulle procedure
amministrative del predetto Fondo di rotazione e successive
integrazioni e modificazioni;
Vista la delibera CIPE n. 60 del 22 giugno 2000 relativa
all’attribuzione delle quote di finanziamento nazionale a carico
della legge n. 183 del 1987 per gli interventi di politica
comunitaria;
Visto il protocollo di intesa, siglato in data 15 novembre 2000 tra
il Ministero dell’universita’ e della ricerca scientifica e
tecnologica ed i rappresentanti delle regioni obiettivo 1 del
territorio nazionale, per l’attuazione del predetto programma
operativo nazionale;
Visto che il PON RST&anp;AF 2000-2006 si articola in assi prioritari
e misure;
Visto l’asse III del PON 2000-2006 “Sviluppo del capitale umano di
eccellenza” e, in particolare, la misura III.3 “Formazione di alte
professionalita’ per adeguare le competenze della pubblica
amministrazione in materia di ricerca e sviluppo e relativa
valorizzazione”;
Vista la legge 21 dicembre 1999, n. 508, recante norme per la
riforma delle accademie di belle arti, dell’Accademia nazionale di
danza, dell’accademia nazionale di arte drammatica, degli istituti
superiori per le industrie artistiche, dei conservatori di musica e
degli istituti musicali pareggiati, e successive integrazioni;
Visto l’avviso n. 1734 del 15 dicembre 2004 “Modalita’ e termini
per la presentazione di domande di servizi formativi per la pubblica
amministrazione finalizzati all’avvio di un’azione pilota di alta
formazione nell’ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006
“Ricerca scientifica, sviluppo tecnologico, alta formazione”
nell’ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006 “Ricerca,
scientifica, sviluppo tecnologico ed alta formazione” asse III,
misura III.3″;
Visto l’avviso n. 1691 del 30 agosto 2006 “Formazione di alte
professionalita’ per adeguare le competenze della pubblica
amministrazione in materia di R&anp;S e relativa valorizzazione”
nell’ambito del Programma operativo nazionale 2000-2006 “Ricerca,
scientifica, sviluppo tecnologico ed alta formazione” asse III,
misura III.3;
Visto che il suddetto avviso promuove cinque linee di intervento:
linea di intervento A, dedicata ad amministrazioni regionali,
enti pubblici funzionali ed enti locali;
linea di intervento B, dedicata a universita’ ed enti pubblici di
ricerca;
linea di intervento C, dedicata a istituti di alta formazione
artistica, musicale e coreutica;
linea di intervento D, dedicata a camere di commercio, industria,
artigianato e agricoltura;
linea di intervento E, dedicata ad un’azione trasversale per
l’accompagnamento e la valorizzazione degli interventi realizzati
nelle linee di intervento A, B, C e D;
Visto che le risorse mobilitate con l’avviso n. 1691/2006
consentono il cofinanziamento delle iniziative che si svolgono nel
periodo 2007-2008 per un costo complessivo pari a euro 23.270.669,00;
Viste le disponibilita’ complessive della misura III.3 del Fondo
sociale europeo pari a euro 16.289.468,00 e del Fondo di rotazione di
cui all’art. 5 della legge n. 183/1987 pari a euro 5.817.667,00;
Visto che le iniziative, come indicato al punto 9 dell’avviso, sono
cofinanziate nel modo seguente:
fino ad un massimo del 70% del costo cofinanziabile complessivo
dal Fondo sociale europeo;
fino ad un massimo del 25% del costo cofinanziabile complessivo
dal Fondo di rotazione di cui alla legge n. 183/1987;
per un minimo del 5% del costo cofinanziabile complessivo da
fondi propri dei soggetti proponenti e/o contributi da parte di
soggetti pubblici e privati;
Viste le proposte progettuali presentate per la linea di intervento
E “Azione trasversale per l’accompagnamento e la valorizzazione degli
interventi”;
Visti in particolare i punti 13 “Ammissibilita’ dei soggetti” e 14
“Valutazione” dell’avviso n. 1691/2006, che prevedono che
l’ammissibilita’ dei soggetti e la valutazione delle proposte
presentate sia affidata ad un apposito Gruppo tecnico di valutazione;
Visto il decreto ministeriale n. 1895/Ric del 2 settembre 2005 con
cui e’ stato istituito il Gruppo tecnico di valutazione per la
predisposizione dell’azione pilota e per la valutazione dei progetti
volti a realizzare le attivita’ di formazione dell’azione pilota, e
successive modificazioni e integrazioni;
Visto il punto 14 dell’avviso n. 1691/2006 “Valutazione” che
prevede tra l’altro che il M.U.R., al termine dell’attivita’
valutativa, predispone una graduatoria dei progetti per ciascuna
tipologia di intervento e che il Ministero procede a cofinanziare
esclusivamente i progetti che risultano al primo posto delle suddette
graduatorie, con un punteggio complessivo non inferiore a 70 punti e
comunque un punteggio non inferiore a 15 punti in fase di valutazione
del soggetto proponente;
Visti gli atti trasmessi dal Gruppo tecnico di valutazione, in
ordine alla verifica di ammissibilita’ dei soggetti (punto 13
dell’avviso), comprensivi delle modalita’ e dei criteri di
valutazione adottati (punto 14 dell’avviso), degli elenchi in ordine
di punteggio delle proposte valutate con riferimento sia al soggetto
proponente sia al progetto, nonche’ delle
considerazioni/raccomandazioni conclusive formulate;
Visto il punto 7 dell’avviso n. 1691/2006 “Modalita’ di
realizzazione” che prevede che il soggetto vincitore della linea di
intervento E entro quaranta giorni lavorativi deve trasmettere la
seguente documentazione:
progetto esecutivo corredato da piano finanziario eventualmente
rimodulato secondo le necessita’ derivanti dalla progettazione di
dettaglio delle attivita’ progettuali, fermo restando il costo
complessivo del progetto giudicato ammissibile al cofinanziamento dal
Gruppo tecnico di valutazione;
eventuale atto di costituzione dell’ATI/ATS;
la documentazione antimafia, ove prevista;
Decreta:

Art. 1.
E’ approvata la graduatoria dei progetti afferenti alla linea di
intervento E dedicata ad un’azione trasversale per l’accompagnamento
e la valorizzazione degli interventi presentati in risposta
all’avviso n. 1691/2006, rassegnata dal Gruppo tecnico di valutazione
a seguito delle procedure di valutazione delle proposte pervenute.

Art. 2.
La graduatoria suddetta, per le parti relative ai progetti che
hanno conseguito un punteggio complessivo non inferiore a 70 punti e
comunque un punteggio non inferiore a 15 punti in fase di valutazione
del soggetto proponente, punteggio minimo di idoneita’ cosi’ come
previsto al punto 14 “Valutazione” dell’avviso n. 1691/2006, viene
allegata al presente decreto a costituire parte integrante e
sostanziale.

Art. 3.
E’ ammesso a cofinanziamento a valere sulle disponibilita’ della
misura III.3 e con le modalita’ di cui alle premesse il progetto
[email protected]” prot. n. 5235/15 presentato dal Censis, capofila della
costituenda ATI/ATS con consorzio per l’area di ricerca scientifica e
tecnologica di Trieste, London School of Economics e Interact S.r.l.,
che risulta al primo posto della graduatoria dei progetti riportata
nell’allegato 1 “Graduatoria dei progetti”, nell’ammontare in esso
indicato per un importo complessivo di euro 2.995.375,00 ripartito
nel modo seguente:
euro 2.096.762,50 (FSE);
euro 748.843,75 (Fondo di rotazione);
euro 149.768,75 (fondi propri del soggetto attuatore).

Art. 4.
L’ufficio VII – programmi operativi comunitari, della direzione
generale per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca provvede a
inviare al soggetto vincitore apposita comunicazione di ammissione a
cofinanziamento, corredata delle considerazioni conclusive formulate
dal Gruppo tecnico di valutazione, ai fini della successiva
emanazione del decreto di ammissione a cofinanziamento.

Art. 5.
L’ufficio VII – programmi operativi comunitari, della direzione
generale per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca provvede a
inviare a tutti gli altri soggetti che hanno presentato progetti
nell’ambito della linea di intervento E apposita comunicazione con le
considerazioni conclusive del Gruppo tecnico di valutazione ovvero
con indicazione delle motivazioni di non idoneita’ della proposta, di
non ammissibilita’ della candidatura o dei soggetti di cui ai punti
12, 13 e 14 dell’avviso.
Roma, 20 marzo 2007
Il direttore generale: Criscuoli

Allegato 1

—-> Vedere Allegato a pag. 59 in formato zip/pdf

MINISTERO DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 20 Marzo 2007

Agrinews.info