PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE | Agrinews.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - DECRETO 15 settembre 2003: Individuazione dei progetti di grande contenuto innovativo, ai sensi dell'art. 27, commi 1 e 2, della legge 16 gennaio 2003, n. 3. (GU n. 265 del 14-11-2003)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E
LE TECNOLOGIE

DECRETO 15 settembre 2003

Individuazione dei
progetti di grande contenuto innovativo, ai sensi
dell’art. 27, commi
1 e 2, della legge 16 gennaio 2003, n. 3.

IL MINISTRO PER
L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE
Vista la legge 23 agosto 1988,
n. 400, recante «Disciplina
dell’attivita’ di Governo e
ordinamento della Presidenza del
Consiglio dei Ministri» e
successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 303, recante
«Ordinamento della Presidenza del Consiglio
dei Ministri»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri del
19 settembre 2001, che istituisce presso la
Presidenza del Consiglio
dei Ministri il «Comitato dei
Ministri per la Societa’
dell’informazione»;
Visto il decreto
del Presidente del Consiglio dei Ministri del
27 settembre 2001,
con il quale e’ stato istituito il Dipartimento
per l’innovazione e
le tecnologie;
Vista la legge 16 gennaio 2003, n. 3 ed in
particolare l’art. 27,
comma 1, che affida al Ministro per
l’innovazione e le tecnologie il
compito di sostenere,
nell’attivita’ di coordinamento e di
valutazione dei programmi,
dei progetti, e dei piani di azione per lo
sviluppo di sistemi
informativi formulati dalle amministrazioni,
progetti di grande
contenuto innovativo, di rilevanza strategica, di
preminente
interesse nazionale, con particolare attenzione per i
progetti di
carattere intersettoriale;
Visto il medesimo art. 27, che al comma
2 istituisce il «Fondo di
finanziamento per i progetti strategici
nel settore informatico»
affidando al Ministro per l’innovazione e
le tecnologie, sentito il
Comitato dei Ministri per la Societa’ per
l’informazione, il compito
di individuare i progetti di cui al comma
1;
Visto il comma 3 del citato art. 27, che per il finanziamento
del
suddetto Fondo autorizza la spesa di 25.823.000 euro per l’anno
2002,
51.646.000 euro per l’anno 2003 e 77.469.000 euro per l’anno
2004,
per un totale di euro 154.938.000;
Visto il comma 2 dell’art.
11-quater della legge 5 agosto 1978, n.
468, che autorizza le
amministrazioni e gli enti pubblici a stipulare
contratti o comunque
assumere impegni nei limiti dell’intera somma
indicata dalle leggi
pluriennali di spesa in conto capitale nei
limiti indicati nella
legge finanziaria, contenendo i relativi
pagamenti nei limiti
delle autorizzazioni annuali di bilancio;
Visto il decreto del
Ministro dell’economia e delle finanze
14 marzo 2003, registrato
alla Corte dei conti il 28 marzo 2003,
registro n. 2 del Ministero
dell’economia e delle finanze, foglio n.
207, con il quale,
nell’ambito della UPB 4.2.3.28 «Fondo per
l’innovazione
tecnologica», e’ stato istituito il cap. 7579 «Fondo di
finanziamento
per i progetti strategici nel settore informatico»;
Visto il
decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie in
data 14
maggio 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 luglio
2003,
n. 154, recante «Utilizzo e disciplina delle funzioni
di
indirizzo, coordinamento e impulso inerenti il fondo di
finanziamento
per i progetti strategici nel settore informatico di cui
all’art. 27,
commi 1 e 2, primo periodo, della legge 16 gennaio 2003,
n. 3»;
Vista l’istruttoria tecnica dei progetti presentati
dalle
amministrazioni rappresentate nel Comitato dei Ministri
per la
Societa’ dell’informazione e dallo stesso
Dipartimento per
l’innovazione e le tecnologie;
Considerato che
nella seduta del 29 luglio 2003 il Comitato dei
Ministri per la
Societa’ dell’informazione ha approvato il progetto
«RAI
Alfabetizzazione» proposto dal Ministro delle comunicazioni e
dal
Ministro per l’innovazione e le tecnologie per la realizzazione
di
un programma di alfabetizzazione informatica dei cittadini
che
possa essere di stimolo per la domanda di servizi
innovativi a
sostegno dello sviluppo economico e della
competitivita’ del Paese,
il cui costo globale ammonta a 1,5 milioni
di euro, approvandone il
finanziamento integrale a carico del
«Fondo di finanziamento per i
progetti strategici nel settore
informatico»;
Considerato inoltre che nella medesima seduta del 29
luglio 2003 il
Comitato dei Ministri per la Societa’ dell’informazione
ha approvato,
altresi’, il progetto «Digitale terrestre» proposto
dal Ministro
delle comunicazioni per la realizzazione ed
erogazione di servizi
multimediali ai cittadini anche attraverso la
televisione digitale,
il cui costo globale ammonta a 10 milioni di
euro, approvandone il
cofinanziamento per un importo pari a 7 milioni
di euro a carico del
«Fondo di finanziamento per i progetti
strategici nel settore
informatico» mentre i rimanenti 3 milioni
di euro, sono finanziati
con fondi di pertinenza del Ministero delle
comunicazioni;
Decreta:

Art. 1.
1. Ai sensi dell’art. 27, commi 1 e 2, della
legge 16 gennaio 2003,
n. 3, valutate le indicazioni espresse dal
Comitato dei Ministri per
la Societa’ dell’informazione, i progetti
«RAI Alfabetizzazione» e
«Digitale terrestre» sono individuati
quali progetti di grande
contenuto innovativo, di rilevanza
strategica e di preminente
interesse nazionale.
2. Il progetto
«Alfabetizzazione Rai» di cui al comma 1 sara’
realizzato
congiuntamente dal Ministero delle comunicazioni e dal
Dipartimento
per l’innovazione e le tecnologie
mediante
sottoscrizione di apposita convenzione con la RAI.
3. Il
progetto «Digitale terrestre» di cui al comma 1 sara’
realizzato
congiuntamente dal Ministero delle comunicazioni e
dal
Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie con altre
pubbliche
amministrazioni e soggetti interessati mediante
pubblicazione di un
apposito bando tematico.

Art. 2.
1. Il progetto «Alfabetizzazione Rai», di
importo pari a 1,5
milioni di euro, e’ finanziato integralmente
con le disponibilita’
del «Fondo di finanziamento per i progetti
strategici nel settore
informatico» di cui all’art. 27, commi 2 e 4,
della legge 16 gennaio
2003, n. 3 relative all’anno finanziario 2004.

2. Il progetto «Digitale terrestre» di importo pari a 10 milioni
di
euro, e’ finanziato, per 3 milioni di euro, con fondi di
pertinenza
del Ministero delle comunicazioni e, per i rimanenti 7
milioni di
euro, sulle disponibilita’ del «Fondo di finanziamento per
i progetti
strategici nel settore informatico» di cui all’art. 27,
commi 2 e 4,
della legge 16 gennaio 2003, n. 3, relative all’anno
finanziario
2004.

Art. 3.
1.
Per le modalita’ di utilizzo dei fondi di cui all’art.
2,
nonche’ per la gestione e monitoraggio dei progetti
individuati
all’art. 1, si applicano le procedure previste dall’art.
1, commi 3 e
4, e dall’art. 2, commi 1 e 2, del decreto del
Ministro per
l’innovazione e le tecnologie del 14 maggio 2003,
pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale del 5 luglio 2003, n. 154,
intendendosi i termini
ivi indicati come decorrenti dalla data
di pubblicazione nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
del presente decreto.
Il presente decreto sara’ trasmesso agli
organi di controllo per la
registrazione e sara’ pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 15 settembre
2003
Il Ministro:
Stanca
Registrato alla Corte dei conti il 28 ottobre 2003
Ministri
istituzionali – Presidenza del Consiglio dei Ministri,
registro
n. 12, foglio n. 141

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L’INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

Agrinews.info