MINISTERO DELL'INTERNO, COMUNICATO 26 novembre 2014 | Agrinews.info

MINISTERO DELL’INTERNO, COMUNICATO 26 novembre 2014

MINISTERO DELL'INTERNO COMUNICATO Riconoscimento e classificazione di alcuni prodotti esplodenti (14A09108) (GU n.275 del 26-11-2014)

MINISTERO DELL’INTERNO
COMUNICATO
Riconoscimento e classificazione di alcuni prodotti esplodenti
(14A09108)
(GU n.275 del 26-11-2014)

Con decreto ministeriale n. 557/PAS/E/012224/XVJ(53) del 5
novembre 2014, i manufatti esplodenti denominati:
«PS/CIL1 ROSSO Ø 60/2013» (massa attiva g 213,00);
«PS/CIL2 VERDE Ø 60/2013» (massa attiva g 223,00);
«PS/CIL3 BLU Ø 60/2013» (massa attiva g 223,00);
«PS/CIL4 GIALLO Ø 60/2013» (massa attiva g 211,00);
«PS/CIL5 ARGENTO Ø 60/2013» (massa attiva g 208,00);
«PS/CIL6 LIMONE Ø 60/2013» (massa attiva g 223,00);
«PS/CIL7 ARANCIO Ø 60/2013» (massa attiva g 211,00);
«PS/CIL8 ROSSO Ø 70/2013» (massa attiva g 301,80);
«PS/CIL9 VERDE Ø 70/2013» (massa attiva g 302,80);
«PS/CIL10 BLU Ø 70/2013» (massa attiva g 321,80);
«PS/CIL11 GIALLO Ø 70/2013» (massa attiva g 305,70);
«PS/CIL12 ARGENTO Ø 70/2013» (massa attiva g 291,80);
«PS/CIL13 LIMONE Ø 70/2013» (massa attiva g 298,80);
«PS/CIL14 ARANCIO Ø 70/2013» (massa attiva g 305,70);
«PS/CIL15 CRI ROSSO Ø 70/2013» (massa attiva g 299,80);
«PS/CIL16 CRI VERDE Ø 70/2013» (massa attiva g 304,80);
«PS/CIL17 CRI BLU Ø 70/2013» (massa attiva g 304,80);
«PS/CIL18 CRI GIALLO Ø 70/2013» (massa attiva g 304,80);
«PS/CIL19 CRI ARGENTO Ø 70/2013» (massa attiva g 304,80);
«PS/CIL20 CRI LIMONE Ø 70/2013» (massa attiva g 304,80);
«PS/CIL21 CRI ARANCIO Ø 70/2013» (massa attiva g 304,80);
«PS/CIL22 ROSSO FISCHIO Ø 70/2013» (massa attiva g 305,70);
«PS/CIL23 FIREFLOWER SALICE ORO Ø 100/2013» (massa attiva g
224,50);
«PS/CIL24 VERDE FIREFLOWER Ø 120/2013» (massa attiva g 550,00);
«PS/CIL25 FIREFLOWER E CROCETTE LIMONE Ø 150/2013» (massa
attiva g 714,00);
«PS/CIL26 DOPPIO DRAGONE ARGENTO Ø 100/2013» (massa attiva g
270,00);
«PS/329/2012» (massa attiva g 25,05);
«PS/300/2012» (massa attiva g 302,30);
«PS/270/2012» (massa attiva g 377,05);
«PS/CB45D-25-58/2012» (massa attiva g 877,05);
«PS/YH1025-2/2012» (massa attiva g 452,05);
«PS/YH1025-1/2012» (massa attiva g 428,05);
«PS/YH9013-9/2012» (massa attiva g 347,75);
«PS/YH9013-8/2012» (massa attiva g 347,75);
«PS/YH1023-9/2012» (massa attiva g 343,75);
«PS/YH1023-8/2012» (massa attiva g 343,75);
«PS/YH9013-6/2012» (massa attiva g 343,75);
«PS/YH1022 C/2012» (massa attiva g 289,60);
«PS/YH1013B/2012» (massa attiva g 327,55);
«PS/C81/2012» (massa attiva g 953,30);
«PS/BT30-FT-02/2012» (massa attiva g 172,25);
«PS/BT25-SW-03A/2012» (massa attiva g 144,35);
«PS/BT25-SW-03/2012» (massa attiva g 196,35);
«PS/BT30-SW-05/2012» (massa attiva g 248,45);
«PS/BT25-FW-01/2012» (massa attiva g 175,87);
«PS/BT30-FW-02/2012» (massa attiva g 172,25);
«PS/BT45-SW-06/2012» (massa attiva g 316,25);
«PS/BT45-FT-04/2012» (massa attiva g 176,05);
«PS/BT45-SW-04/2012» (massa attiva g 316,25);
«PS/BT45-SW-01/2012» (massa attiva g 316,25);
«PS/CB48/2012» (massa attiva g 1444,05);
sono riconosciuti, su istanza del sig. Setaro Antonio, titolare della
licenza di deposito e vendita di materiale esplodente della I, IV e V
categoria in nome e per conto della ditta «La Pirotecnica S.r.l.» con
esercizio in Tempa dell’Arena Teggiano (SA) -, ai sensi del combinato
disposto dell’art. 18, comma 6, del decreto legislativo 4 aprile
2010, n. 58, e dell’art. 53 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica
Sicurezza e classificati nella IV categoria dell’Allegato «A» al
Regolamento di esecuzione del citato Testo Unico.
La produzione, l’importazione, il deposito e l’immissione in
commercio dei predetti manufatti sono soggetti agli obblighi di
etichettatura previsti, oltre che dal Testo Unico delle Leggi di
Pubblica Sicurezza e dalle conseguenti disposizioni, anche dalla
normativa generale in materia di sicurezza dei prodotti.
Inoltre, le etichette di tali manufatti, come richiesto
dall’istante, devono chiaramente contenere l’indicazione che «Il
prodotto puo’ essere fornito solo a persone munite di abilitazione
tecnica, che lo possono utilizzare alle condizioni previste dalle
relative autorizzazioni di pubblica sicurezza».
Avverso il presente provvedimento e’ ammesso ricorso
giurisdizionale al T.A.R. o, in alternativa, ricorso straordinario al
Presidente della Repubblica, rispettivamente, entro 60 o 120 giorni
dalla notifica.

MINISTERO DELL’INTERNO, COMUNICATO 26 novembre 2014

Agrinews.info